Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 31 ottobre 2016

L'Unione europea ci costa piu di sette terremoti...



Ieri girando velocemente da un canale all'altro, mi sono fermato per qualche minuto nella grande trasmissione di controinformazione condotta dal giornalista libero Giletti.Proprio in quel momento parlava Luisella Costamagna che dava ovviamente la colpa alla corruzione .Di UE manco per scherzo. Il pezzo dell'articolo che pubblico sotto della coppia Becchi-Dragoni spiega tante cose...

Da Libero del 31 ottobre 2016-Paolo Becchi e Fabio Dragoni

Ma c'è qualcosa di piu costoso che non siano sette terremoti in 50 anni? Qualcosina di piu costoso e altrettanto devastante per la nostra economia in realtà ci sarebbe.Anzi,c'è stato.Per essere precisi,giusto quattordici anni di Unione europea.Quasi tre lustri che hanno visto volare via dalle nostre casse qualcosa come 132 miliardi.Non scherziamo.Sono soldini (o soldoni,fate voi) che hanno preso la strada di Bruxelles per non tornare piu indietro.È infatti questa la cifra che viene fuori facendo una banale addizione.Sono infatti 72 i miliardi che abbiamo dato all'Ue dal 2001 al 2014.Un contributo netto.La fonte di questo numero? La Ragioneria Generale dello Stato.In una tabellina ci dice che abbiamo pagato in 14 anni 213 miliardi per riceverne indietro 141.Costo netto:72 miliardi.
A questo furto se ne aggiunge un altro.I 60 miliardi che,soprattutto dal 2011 in poi, abbiamo a piene mani elargito al Fondo europeo Salva Stati ,che in realtà era un fondo salva banche.Mentre ciò venivamo letteralmente messi in croce con la bufala dello spread,zitto ,zitto Super Mario faceva lo splendido staccando assegni a favore della banda bassotti di Bruxelles.
Ricapitoliamo.La Ragioneria Generale dello Stato e la Banca d'Italia ci informano che in 14 anni di Unione Europea ci siamo svenati:10 miliardi in piu di quanto abbiamo speso per i danni di sette terremoti.Certo,dovremmo aggiungere i costi per il sisma di Amatrice e quello di queste ore in centro Italia.Facciamo 10 miliardi?Beh,negli anni l'Europa costerà comunque sempre di piu.

domenica 30 ottobre 2016

Negli USA 50 milioni vivono al di sotto della soglia di povertà...



Un dettagliato studio dell'Economic Policy Institute pubblicato nell'estate 2016 dimostra che questi dati sono il risultato di una tendenza costante nel periodo 1979-2013 ,che ha portato la disuguaglianza socioeconomica nel paese a livelli prossimi a quelli dei "ruggenti anni Venti" del Novecento (prima che la grande crisi del 1929 e il conseguente New Deal rooseveltiano).Nel 1928 l'1% piu ricco della popolazione incamerava il 24% dell'intero reddito annuale nazionale.Nel 2013 era il 20%,con alcuni stati (come New York e Florida) dove la percentuale era superiore a quella del 1928.
Per quanto raggelanti,i dati statistici non riescono a descrivere e a trasmettere le condizioni in cui versano milioni di famiglie che si trovano a vivere nella precarietà o nella quasi povertà,nonostante la presenza di un lavoro per uno o entrambi i genitori e l'apparenza di decoro e normalità.Ai quasi 50 milioni di cittadini che vivono ufficialmente al di sotto della soglia di povertà se ne aggiungono circa altrettanti di "quasi poveri" ,che vivono a un passo dalla miseria,sempre nell'ansia che un incidente,una malattia,un divorzio,possa farli precipitare in basso.Il numero di americani che ricevono i food stamp,buoni alimentari che un tempo erano lo stigma di indigenza e marginalità,è balzato tra il 200 e il 2015 da 17 a 46 milioni.
Le cause di questa disuguaglianza,che poneva fine al sogno americano dell'ascesa sociale aperta a tutti, che gettava milioni di persone,specie giovani, nella rabbia e nell'ansia per la loro vita e il loro futuro,sono ovviamente tanto numerose quanto complesse;producono altresì situazioni simili in tutti i paesi occidentali..
Bernie Sanders ha agganciato un'analisi piu ampia e articolata,che criticava le storture,non solo sociali ,ma anche ambientali,politiche, prodotte da un sistema economico basato sull'avidità,sulla sete di profitto  immediato,e gradualmente decurtato di meccanismi di controllo capaci di imbrigliarlo e assoggettarlo al bene comune:sviluppi,questi,promossi dall'azione politica di un Partito repubblicano sempre piu spostato a destra,ma anche di un Partito democratico sostanzialmente plagiato dall'ideologia neoliberista.

SOLITE FONTI CHE PROVENGONO DAL KU KLUX KLAN E DUNQUE NON SONO CREDIBILI.

venerdì 28 ottobre 2016

JASON FURMAN:" La moneta non basta"




Da La Repubblica del 4 ottobre 2016-Ferdinando Gugliano

"Non dobbiamo perdere di vista quanto è stato fatto fino ad ora.Negli Stati Uniti,ad esempio,abbiamo visto i consumi crescere sulla scia di un forte aumento dei redditi e la fiducia dei consumatori resta molto alta.Non c'è nulla che assomigli a un momento di crisi.Ma questi progressi rischiano di provocare un certo compiacimento:in molte economie avanzate ci sono segni di domanda aggregata insufficiente,la produttività cresce troppo lentamente e la disoccupazione nell'eurozona  è ben piu alta di com
e dovrebbe essere".

"Le istituzioni dell'eurozona sono state disegnate in un modo tale per cui l'unica vera politica comune è quella monetaria.La politica fiscale comune è stata pensata soltanto per limitare la spesa.Bisognerebbe ripensare le istituzioni in un modo che aiuti a coordinare la politica fiscale".

"La storia piu importante da raccontare è come ,dopo la crisi,i Paesi abbiano continuato a liberalizzare il commercio invece di erigere delle barriere.Sono però preoccupato per come non riusciremo a liberalizzare il commercio allo stesso ritmo di prima.Per esempio,noi ci auspicheremmo di procedere con le negoziazioni per il trattato di libero scambio Usa-Ue (Ttip)a un passo piu rapido di quanto l'Ue sia in grado di fare".

giovedì 27 ottobre 2016

La civiltà rovinata dal neoliberismo che piace al PD...


A partire dai primi anni 80' del secolo scorso ,in numerosi paesi tali confini sono stati deliberatamente spalancati all'economia non da altri che dalla politica,dai suoi parlamenti,e dalle leggi da questi emanate.
L'ideologia neoliberale non è una continuazione nella nostra epoca della dottrina politica liberale:per molti aspetti ne rappresenta una perversione.
Il neoliberismo incorporata nella società contemporanea ciò che, nel suo campo,la fisica ambisce da generazioni a raggiungere,senza però riuscirvi:nulla meno di una teoria del tutto.In primo luogo,comprensibilmente ,il neoliberismo è una teoria politica,che asserisce in modo categorico che la società tende in modo spontaneo verso un ordine naturale.Di conseguenza occorre impedire che lo Stato,o il governo per esso,interferiscano con l'attuazione e il buon funzionamento di tale ordine.
Il neoliberismo contiene anche un'esauriente teoria dell'istruzione.Il suo fine ultimo e solo in ogni suo grado e comparto,stabilisce tale teoria,risiede nel conferire all'individuo competenze professionali tale da renderlo produttivamente occupabile.Infine il neoliberismo incorpora una teoria inversa dei beni pubblici:di qualsiasi bene l'individuo e la collettività abbiano bisogno ai fini della loro convivenza e protezione sociale,essa afferma,è piu efficiente,dunque necessario,produrlo con mezzi privati.
La riorganizzazione politica,economica e culturale del mondo schiava del neoliberismo è alla base della crisi economica dei primi anni Duemila;di quella cominciata nel 2007;degli immensi costi già inflitti in precedenza a quattro quinti della popolazione mondiale e al pianeta,nonché dei costi umani che l'ultima crisi scaricherà per molti anni sugli strati piu deboli della popolazione,sia nei paesi emergenti che in quelli sviluppati.È questo insieme di cause e di effetti in ogni ambito che induce a definire la crisi in atto una crisi di civiltà,una crisi generale della civiltà-mondo.

IL PARTITO DEMOCRATICO PORTA AVANTI ESATTAMENTE QUESTE POLITICHE E LA RIFORMA COSTITUZIONALE SERVE PER QUESTO

mercoledì 26 ottobre 2016

Cosa vuole l'ISIS dall'Iraq? Quello che i giornalai non scrivono..




Qual'e lo scopo dell'invasione dell'Iraq da parte  degli Usa,della NATO e dell'Isis? E che cosa vuole l'Isis dall'Iraq?
L'occupazione del Nord del Paese permetterebbe alle Nazioni Unite di giustificare lo sconfinamento nell'Est della Siria."La NATO istituira' la "zona cuscinetto",della quale i terroristi potranno compiere attacchi  ancora piu incisivi ,spingendosi sempre piu in territorio siriano.Ora che, con una serie di vittorie del governo siriano.Ora che ,con una serie di vittorie del governo siriano nell'Ovest del Paese sono stati ristabiliti la pace e l'ordine,l'ultimo fronte a disposizione delle forze alleate della NATO è l'arco del terrore di Al Qaeda ,che corre lungo la frontiera con la Turchia e,oggi come oggi, lungo l'Est della Siria e il Nord dell'Iraq.
L'idea di una zona cuscinetto fu proposta nel marzo 2012 dalla Brookings Insitution ,ente finanziato da imprese e magnati americani,nel suo Memorandum n.21  sul Medio Oriente: opzioni  da valutare  per un cambio di regime.
Stando ai media compiacenti e al governo degli Usa, la tattica dell'ISIS ha colto totalmente alla sprovvista la Casa Bianca,i massimi organi decisionali e i vertici dell'esercito.E dire che,da tre anni, la CIA  aveva in atto un programma di ricognizione segreta mediante droni "lungo la frontiera turco-siriana a fini di sorveglianza e per fornire armi ai combattenti moderati in lotta contro il governo siriano".
Dopo gli attentati dell'11 settembre,gli Stati Uniti hanno costituito una complessa infrastruttura di intelligence e operazioni militari valutabile in un miliardo di dollari,avente per obiettivo Al Qaeda e compari.Stando a un'inchiesta pubblicata nel 2010 dal Washington Post ,in risposta agli attacchi dell'11 settembre sono stati creati o riorganizzati negli Stati Uniti circa 263 enti governativi,tra cui il consiglio per la Sicurezza nazionale, il Centro nazionale antiterrorismo e il Comittato nazionale per la sicurezza dei trasporti.Ogni anno, l'intelligence genera circa 50.000 rapporti sul terrorismo.Un totale di 51 enti federali 51 enti federali e comandi militari americani setacciano ogni movimento di denaro da e verso le reti dei terroristi.
Eppure,nonostante questo apparato e i miliardi di dollari spesi per ottenere informazioni,il governo degli Stati Uniti si è fatto cogliere "alla sprovvista" in occasione dell'impetuosa offensiva dell'Isis in Iraq,come si è fatto cogliere alla sprovvista l'11 settembre 2001.
Il quotidiano libanese Daily Star ha rivelato che l'ISIS ha ritirato apertamente le proprie forze dalle province di Laodicea e Idilib nell'Ovest della Siria e Iraq.Ma se un giornale libanese era al corrente del fatto che l'Isis si stava spostando,come mai la CIA non lo sapeva?
Questa contraddizione è cosi lampante che l'iintera propaganda bellica statunitense ne esce completamente sbugiardata.

I SOLITI COMPLOTTISTI NAZIFASCISTI ANTI AMERICANI...

martedì 25 ottobre 2016

IL PRESIDENTE FILIPPINO DUTERTE:"Meglio fare accordi con.la Cina che con gli Usa"



Il presidente filippino,famoso per far uccidere senza pensarci due volte gli spacciatori di droga,dopo aver rotto definitivamente con gli Usa,vola a Pechino per celebrare L'Unione prima di tutto economica (24 miliardi di dollari) con Xi Jinping.
Le testate nucleari che la Cina punta verso le Filippine sono un avvertimento all'America che nella sua ex colonia conserva cinque basi militari per arginare il Dragone.
Al di la del richiamo del sangue (il nonno di Duterte era cinese) è chiaro che è quello dei soldi che fa piu gola quei 24 miliardi di affari messi sul tavolo.Ed è solo l'inizio.Prendiamo l'offerta che vale da sola quasi un quarto della promessa:i 3 miliardi di dollari con cui China Railway Group si impegna a costruire i 2.000 km della ferrovia da Cagayan de Oro a General Santos.Ecco: questo è oro ,appunto, che aspetta solo di essere spolverato.China Railway Group è il gigante che sta già lavorando all'alta velocità Pechino-Shanghai e al supertunnel che collegherà Hong Kong a Guangzhou passando per Shenzhen.La fantascienza che diventa realtà:e genera miliardi.Per la precisione la società ha messo registro nell'anno 2015 la bellezza di 100 miliardi di dollari.Che sarebbero,a conti fatti quasi un terzo del Pil di Manila.
Mi auguro che prima o poi gli europei prendano come esempio da Duterte,in particolare Renzi.Dagli Usa bisogna staccarsi.

lunedì 24 ottobre 2016

Il deficit della Commissione Europea...



Da IL PIANETA DELLE MUMMIE:"Per fortuna che c'è l'Europa altrimenti ci sarebbe la guerra.Per fortuna che c'è l'Europa perché in caso contrario ci sarebbe il nazifascismo.E poi inutile prendersela con l'Europa,è l'Italia che spreca piu di tutti"
Balle.L'Unione europea è la piu sprecona di tutte.Oltre al pezzo del libro pubblicato sotto,qualche riga dell'articolo su Libero di oggi della coppia Paolo Becchi-Fabio Dragoni:

"Giusto per darvi un'idea:un ospedale nuovo di pacca costa poco piu di 100 milioni.La Regione Toscana,ad esempio, ha speso circa 420 milioni per realizzare quattro ospedali di ultimissima generazione.Quattro giorni di Unione europea costano tanto quanto un ospedale.Ma ,guarda a caso,sono proprio le assurde regole europee ad aver penalizzato oltremisura il nostro servizio sanitario nazionale.L'analisi dei dati di una ricerca condotta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità,in collaborazione con l'Ocse e la Banca Mondiale,rivela che in Italia vi sono poco piu di 3 posti letto ogni 1.000 abitanti.Il Giappone ,il Paese con il piu alto debito pubblico rispetto al Pil pari al 240% ,conta il molto invidiabile record di oltre 13 posti letto ogni 1.000".

da Eurosprechi-Roberto Ippolito (Chiarelettere)

La Ue rettifica ben sette volte il bilancio annuale del 2014.Quello definitivo arriva in porto con il ricorso del "margine per imprevisti",uno strumento di ultima istanza per le situazioni considerate eccezionali.
La salite delle spese,nel 2014 ,è da vertigini :i pagamenti passano da 135,9 miliardi di euro,previsti con il quadro finanziario pluriennale ,a  142 miliardi,il livello piu alto di sempre tranne quello del 2013.Il balzo delle uscite è da primato ,pur essendo da primato anche la dotazione finanziaria di partenza.
Il deficit pertanto è pari al 4,8% .Il risultato economico della Ue è,dunque ,un disavanzo molto superiore al tetto fissato con il trattato di Maastricht per i paesi aderenti all'euro :il 4,8% contro il 3%.A parte il dato rilevante in sé ,l'effetto è singolare:la Commissione europea, attivissima nel richiamare all'ordine gli stati per il rispetto delle regole della moneta unica ,presenta un deficit eccessivo.
La Commissione che assegna i compiti a casa  per rimediare alle politiche di bilancio nazionali inadeguate e imprudenti,provocando un'infinita discussione sul rigore,sulla flessibilità,sul rispetto dei partner e sulla serietà di ognuno,dovrebbe svolgere anche lei i compiti a casa.Che paradosso, visto che è lei a incarnare l'euro.Insomma dovrebbe essere lei stessa la prima ,in base al suo ruolo superiore,a dovere essere sanzionata.

NEWS DAL PIANETA DELLE MUMMIE.Piu importante lo Smartphone del mangiare...



Come dar torto al presidente del Censis? Troppo benessere ha portato ignoranza e stupidità...tanto da confondere le cose inutili da quelle utili.Il modello di società americana dove l'unica cosa che conta è essere bravi consumatori ma sopratutto obbedire senza ribellarsi...

domenica 23 ottobre 2016

La Russia danneggiata dalle politiche neoliberiste



Secondo varie analisi,il governo russo sta riconsiderando le politiche neoliberiste che hanno reso un cattivo servizio alla Russia,a partire dal collasso dell'Unione Sovietica.Se la Russia avesse adottato politiche economiche intelligenti,la sua economia sarebbe di gran lunga piu avanti di quanto lo sia oggi.Avrebbe evitato,ad esempio, molte delle fughe di capitali verso l'Occidente,affidandosi ad una politica di auto-finanziamento.
Le sanzioni che Washington ha imposto,e ha costretto l'Europa ad imporre alla Russia,mostrano come le politiche neoliberiste lavorano a danno della Russia stessa.I suoi richiami a mantenere alti tassi di interesse e politiche di austerity hanno affondato la Russia, senza che questo fosse necessario.Il Rublo è stato messo a terra da fughe di capitali,e come conseguenza di questo la Banca Centrale russa è stata costretta a bruciare le sue riserve di capitali stranieri per supportare il rublo,ma piu realisticamente ha favorito ulteriori fughe.
Le politiche neoliberiste prescrivono una totale dipendenza da debiti e investimenti esteri.Il risultato di questo sistema è la creazione di debiti in moneta estera e profitti russi in mani straniere.Quest sono vulnerabilità pericolosissime per una nazione che Washington ha dichiarato essere una minaccia esistenziale agli Usa.
Le politiche neoliberiste rendono l'economia russa suscettibile di destabilizzazioni da parte di Washington nel caso in cui gli Usa volessero punire la Russia per non seguire i dettami del governo americano in politica estera.Il loro scopo è quello di promuovere una Russia piu autosufficiente  in modo di proteggere la sovranità nazionale e la capacità del governo di operare nell'interesse nazionale russo piuttosto che sottomettere gli interessi nazionali a quelli di Washington.Il modello neoliberista non è un modello di sviluppo,è puramente estrattivo.Gli americani lo hanno utilizzato a loro vantaggio per trasformare la Russia in "tagliatori di foreste e portatori d'acqua",o meglio,nel caso della Russia,estrattori di petrolio,gas,platino e diamanti".
Gli economisti neoliberisti non accettano l'idea che lo sviluppo economico di una nazione dotata di tali risorse naturali come la Russia debba essere finanziata dalla Banca Centrale con il potere di creare denaro sufficiente per portare avanti questo progetto.Fingono di credere che una situazione del genere generi solo inflazione.I neoliberisti negano il fatto (ormai ampiamente dimostrato) che,in termini di quantità di denaro,non fa assolutamente differenza se il denaro viene creato dalla banca centrale o da banche private facendo prestiti,o dall'estero,è necessario pagare interessi a tali istituzioni,e i profitti vengono sottratti alle case pubbliche per il beneficio di investitori stranieri che quindi,alla fine,mantengono un qualche controllo sull'economia.
Washington cerca di soverchiare i governi delle ex repubbliche sovietiche e piazzare regimi ostili alla Russia e Georgia.La Russia è continuamente demonizzata dalla NATO.

LE FONTI PER QUESTO post VENGONO SEMPRE DA PERICOLOSI COMPLOTTISTI NAZIFASCISTI...

venerdì 21 ottobre 2016

LO SCRITTORE SCOTT TUROW:"Tifo Clinton ma è debole..."



Chi è contrario alle politiche estere criminali degli Usa e alleati è un complottista,chi  sta dalla parte di Putin e Assad è un complottista populista, chi non sta dalla parte dei democratici appoggiati dalla grande finanza criminale è un complottista.Non c'e dubbio che la gente sia peggiorata,ma non è colpa di Trump e poi cari i miei "scolarizzati",non solo gli ignoranti votano Trump per il semplice fatto che è contro gli immigrati,ma ci sono anche fior di professori che detestano le politiche di Obama e della Clinton e vi faccio un paio di nomi:Paul Craig Roberts e Michael Hudson.
Con i vostri toni pacati potete intontire molta gente,ma non tutti.

Da La Repubblica del 21 ottobre del 2016- Anna Lombardi

"Una parte ha perso connessione con l'altra.Ci sono radici storiche,naturalmente.Quando negli anni 80' la classe media bianca cominciò a perdere potere economico inizio anche a guardare con occhio diverso all'altra parte:ciò che non controllava e la impoveriva appariva come un nemico.Ma la situazione attuale è stata sottovalutata.Oggi teorie complottiste vecchie di decenni diventano soggette di dibattito politico.E questo è incredibile.E la colpa principale è del sistema scolastico disastroso.Molti non insegnano nemmeno piu la storia americana perché controversa.La gente è sempre piu ignorante e non ha strumenti per elaborare nuove informazioni.Trump ,che non è particolarmente brillante né colto ,fa presa anche per questo.Simboli di un'America che non sta al passo con i cambiamenti sociali e si crogiola in certezze presuntuose:perché pensare che si ha sempre ragione e la colpa è degli altri è molto piu comodo".

"Hillary dovrebbe vincere con ampio margine e questo terrà tutti buoni.Mi preoccupa però il futuro.Io sono un suo sostenitore però ammettiamolo:Hillary è debole.E la misoginia  che Trump ha seminato nel Paese non l'aiuterà'".

"La classe media che ha perso potere  economico ha visto anche l'avanzamento delle donne nella società.È un fenomeno con cui molti  non riescono ancora a fare i conti.A quella misoginia Trump ha offerto la stessa legittimità che ha dato al razzismo.Hillary ha un carattere particolare e non ha chiarito molte questione:lo abbiamo visto benissimo anche durante questo dibattito dove non ha brillato.Cosi adesso dovrà lavorare molto per conquistare  la fiducia degli americani e riunificare il Paese.E le confesso che non sono affatto certo che ce la farà".

giovedì 20 ottobre 2016

ISIS.Quello che i giornalai italiani non scrivono...



LE FONTI PER QUESTO POST PROVENGONO DA COMPLOTTISTI MOLTO PERICOLOSI CHE VORREBBERO UN MONDO GOVERNATO DALLA DITTATURA NAZIFASCISTA...

Ovunque ci sia un Paese,con un governo indipendente e dotato di riserve petrolifere ,risorse finanziarie ,agricole o strategiche che non sia ancora sottomesso al controllo delle multinazionali,viene prontamente lanciata una campagna guidata dagli  Stati Uniti per distruggerlo? "Iran,Iraq,Afganistan,Palestina,Egitto ,Libia e Siria vivono questa situazione sulla propria pelle da anni,dal rovesciamento del presidente socialdemocratico iraniano Massadeq nel 1953 fino all'attuale esempio dello Stato siriano,spazzato via con le sue politiche sociali e la sua relativa autonomia.Il Libano era una delle nazioni progredite del Medio Oriente,finché Israele lo attaccò nel 1982:da allora è dilaniato dalla guerra civile.Lo Stato sociale iracheno ,che brillava nella regione per la sanità,l'istruzione, i servizi pubblici e i sussidi agricoli e alimentari ,dal 1990 si è visto imporre una guerra civile che continua ancora oggi".L'Iraq di Saddam Hussein è stato annientato perché galleggiava su un mare di petrolio.Come se non bastasse ,dal 2011 la Siria è stata rasa al suolo da un conflitto interno fomentato da potenze straniere.
L'espediente di scatenare una guerra civile per devastare un Paese e poi saccheggiarlo liberamente è stato finora applicato piu volte ,dal Pakistan all'Iraq,alla Siria ,all'Africa musulmana,per non parlare del caso dell'Ucraina in piena Europa.Lo Stato islamico di Iraq e Siria (ISIS) è uno strumento al servizio di questa strategia.È finanziato e armato dalle stesse forze che,sotto la guida degli Stati Uniti ,lo bombardano in Siria e in Iraq.Siamo alla follia pura.Al cinismo somministrato a piccole dosi a uso di ingenui e fantocci.
Si inizia a nutrire qualche dubbio ,quando ci si domanda come faccia un convoglio di camion giapponesi nuovi di zecca, tutti identici e carichi di terroristi ,ad attraversare il deserto a passo di lumaca in pieno giorno e al tempo stesso  si sentono i leader politici e militari d'Occidente proclamare che "la guerra all'ISIS rischia di essere interminabile.Dietro la cortina di ferro e gli specchi,si comincia a intravedere un universo parallelo.
Per gli Usa ,la Gran Bretagna e la Nato ,ma anche per gli israeliani e i sauditi ,un simile spargimento di sangue su scala mondiale ,è un indicatore di successo ,cosi come il "terrorismo" in Libia ,Siria,Iraq o Yemen sarebbe solo la riprova della viltà e bassezza morale del nemico.La manipolazione dei fatti e il ricorso a mezzi totalitari per quel "controllo della realta'" cosi magistralmente descritto da Orwell in 1984 sono mascherati dietro complessi sofismi.
La "guerra globale contro il terrorismo"viene spacciata per "scontro di civiltà",per un conflitto tra valori e religioni ,mentre in realtà risponde a spudorati obiettivi strategici ed economici.
ISIS ,Al Qaida nel Maghreb islamico (AQMI),Fratelli musulmani,talebani ,Hizb ut-Tahir (HUT),Gruppo dei combattenti islamici libici (LIFG), Ansar al-Sharia,Scudo libico, Brigata dei martiri del 17 febbraio:sono tutto frutto di politiche a lungo termine concepite a Washington e a Londra e finanziate da organizzazioni "benefiche" saudite.L'Isis è un prototipo ,uno strumento in mano agli americani per intensificare il controllo sul Medio Oriente tramite il terrore,il caos e la devastazione sociale.Finché un nemico sempre mutevole potra' essere accusato di tutti i mali, nessuno punterà il dito contro il vero colpevole.Va compreso che la minaccia terroristica dell'ISIS e dei gruppi affini costituisce la pietra angolare della dottrina militare degli Stati Uniti e della NATO.Dottrina che,dietro il pretesto di un mandato umanitario,giustifica "operazioni antiterrorismo"su scala globale.
Le forze angloamericane stanno conducendo operazioni su operazioni per provocare cambiamenti di regime,tra rivoluzioni colorate e primavere arabe ,al solo scopo di dare vita a un nuovo sistema per dominare il mondo ,in sostituzione di quello vecchio ormai in declino,che finora aveva garantito la supremazia all'impero
con sede nella City e a Wall Street.Gli eterni conflitti armati in seno alle nazioni e la guerra tra satrapie fanno parte del piano segreto  per introdurre un nuovo Medioevo che permetta di assoggettare quelli che erano Stati sovrani.

COME MAI QUEI GIORNALAI CHE SI LAMENTANO SEMPRE DELLA  MANCANZA DI LIBERTA' DI STAMPA NON SCRIVONO QUESTE COSE O DEL DISCORSO DELL'ARCIVESCOVO DI ALEPPO NEL VIDEO SOPRA?

mercoledì 19 ottobre 2016

NEWS DAL PIANETA DELLE MUMMIE.Lo scuolabus come una fumeria...



Non toccate questi ragazzi, fanno quello che devono fare, anzi, guai a te se osi dirgli qualcosa, sei un fascista!!!
Questo è il bellissimo modello di società americana portata in Europa. Mi assumo le responsabilità di quello che scrivo ma l'unica soluzione per azzerare questa società senza etica è una bella guerra termonucleare...

Non è vero che con Renzi è diminuita la pressione fiscale



Dedicato a quelli che credono a Matteo Renzi ,che bisogna votarlo perché peggio di cosi...discorso da zombi che meritano il peggio del peggio.Ovviamente qualche parrocchiano dirà:"Cosa fai credi a Brunetta? Brunetta ricordi i dati  del Def,semplice...

Da Il Resto del Carlino del 18 ottobre-Renato Brunetta

Ci sono almeno 5 grandi bufale  che lui va ripetendo.

1) Non è vero che con Renzi la pressione fiscale è diminuita perché ,come è scritto nell'ultima Nota di aggiornamento del Def,passa dal 42,6% del 2016 al 42,8% del 2017.in valore assoluto,solo tra il 2016 e il 2017 ,le entrate fiscali passeranno da 786 a 800 miliardi: 14 miliardi di tasse,imposte e contributi in piu.

2) Non è vero ,come vorrebbe farci credere Renzi, che con il suo governo il debito è diminuito perché da quando si è insediato fino al agosto 2016 (ultimi dati disponibili) è aumentato di 127 miliardi ,toccando il record di 2,225 miliardi di euro.

3) Negli anni del suo governo,inoltre,Renzi ha sovrastimato i valori della crescita economica 10 volte su 10,trovandosi poi costretto a rivedere al ribasso le stesse stime nei documenti successivi.

4)Non è vero che Renzi ha ridotto la spesa pubblica corrente,che invece è aumentata di piu di 8 miliardi solo dal 2015 al 2016,da circa 760 miliardi a oltre 768.

5) Infine non è vero,come dice Renzi che con il suo governo sono stati spesi piu soldi per la scuola,per gli ammortizzatori e per il sociale.Non dimentichiamo,per esempio,che nel 2015 il governo ha effettuato tagli alla sanità per 2,3 miliardi di euro,provocando una stretta su analisi,visite ed esami per i cittadini ,specialmente i piu poveri ,che ne hanno pagato il prezzo.



martedì 18 ottobre 2016

OTMAR ISSING:"Troppi errori,questo castello di carte(EURO) crollerà".



Otmar Issing è uno dei padri fondatori della moneta unica e conferma quello che dicono i "complottisti".Questa sua intervista avrebbe dovuto fare il giro dei quotidiani piu importanti e invece solo l'ottimo Nick Farrell si è preso la briga di segnalarla.La Repubblica è troppo impegnata a pubblicare l'intervista piene di falsità di Barack Obama su situazione economica negli Usa e in Ue,Ttip e guerra in Siria.
Cari miei amici del pianeta delle mummie,mettetevi il cuore in che
tra crisi monetaria mondiale che arriverà entro il 2018,crollo dell'euro e terza guerra mondiale,avrete ben poco tempo per pensare alle vostre scemenze...

Da Libero del 18 ottobre 2016-Nick Farrell

In un'intervista rilasciata al giornale finanziario Central Banking,pubblicata nell'edizione appena uscita dell'influente trimestrale inglese,il prof Issing dice "Uno di questi giorni ,il castello di carte crollerà".
In particolare,punta il dito alla Bce sotto il comando del tanto osannato Mario Draghi che ha fatto  dei danni enormi al progetto euro.
"Realisticamente,sarà una questione di cavarsela alla meno peggio,alle prese da una crisi all'altra.Difficile prevedere entro quando,ma non può continuare così infinitamente".
In sintesi ,la Bce si è messa su "pendio scivoloso",dice iprof Issing ,quando ha deciso ,in associazione con il FMI,di bail out (salvare) i Paesi in bancarotta come la Grecia.Cosi la Bce ha compromesso il Patto di stabilità e crescita "l'accordo che regolamenta il sistema economico e monetario della Ue ,secondo il quale i "ball out" ha piu o meno fallito ,dice,perché "violato ogni giorno".La Corte europea ha deciso che i "bail-out" non siano illegali addirittura,si lamenta,ma solo per motivi "infantili e ideologici".
La Bce ha "attraversato il Rubicone" e con la prossima crisi economica arriverà il colpo di grazia.La Bce sta comprando titoli corporativi da spazzatura.La disciplina del mercato è stata abbandonata con gli interventi della Bce.Cosi non c'è meccanismo di controllo fiscale né dai mercati né dalla politica.Questo ha tutti gli elementi per portare l'unione monetaria al.disastro".

lunedì 17 ottobre 2016

La svalutazione della sterlina aumenta il potere d'acquisto dei britannici...



The'Indipendent è un sito britannico che leggo sempre volentieri , lucido e libero nelle sue analisi.
La stampa sulla Brexit ha scritto e continua a scrivere un sacco di falsità e lper un semplice motivo:è schiava degli speculatori finanziari,loro si che con la Brexit sono danneggiati,ed è giusto cosi perché sono degli infami.
La gente invece con la svalutazione della sterlina avrà un potere d'acquisto migliore e potrà comunque andare in vacanza all'estero.Qualche falsario,e ci metto dentro anche Gianroberto Casaleggio,sostiene che cn la vecchia Lira svalutata non si andava da nessuna parte...balle colossali.Pubblico un pezzo dell'articolo pubblicato su Voci dall'estero.È li che lo troverete intero.

di Ashoka Mody, 10 ottobre 2016

Un ex funzionario del Fondo Monetario Internazionale sostiene che la rapida caduta del valore della moneta britannica aiuterà l’economia della Gran Bretagna a riequilibrarsi e a crescere in modo sostenibile.
Il voto sulla Brexit ha innescato un rapido deflusso di fondi speculativi che avevano investito nel settore privato – e questo deflusso ha causato un deprezzamento della sterlina britannica, in precedenza molto sopravvalutata.
E così, senza che nessuno se lo aspettasse, la Brexit ha fatto sgonfiare la bolla finanziario-immobiliare e, al tempo stesso, ha favorito la parte di economia britannica più orientata alle imprese produttive. Contrariamente alla narrativa dominante, la svalutazione della sterlina è una buona notizia.
Secondo la narrativa dominante, la svalutazione della sterlina sarebbe stato un avvertimento preliminare del fatto che la Brexit sarebbe finita male.
Essa segnala, dice qualcuno, che gli investitori hanno perso fiducia verso la Gran Bretagna per il fatto che essa commercerà di meno con l’Unione Europea, e che perciò in futuro sarà più povera.
Altri insistono sul fatto che la caduta del valore della sterlina renderà di per sé i cittadini britannici più poveri, per il fatto che potranno comprare meno valuta straniera e, perciò, meno beni e servizi dall’estero. I vacanzieri britannici, dice l’ex vicegovernatore della Banca d’Inghilterra, Rupert Pennant-Rea, saranno i primi a sentire lo shock di una sterlina più debole.
Quelli che hanno una visione più positiva della Brexit guardano al veloce recupero dei mercati azionari.
L’indice FTSE 100, che include le grandi multinazionali, è ben al di sopra dei livelli pre-Brexit. L’indice FTSE 250, basato su aziende a media capitalizzazione che guadagnano metà dei propri profitti dal mercato interno britannico – è anch’esso chiaramente al di sopra dei livelli pre-Brexit.
Perfino l’indice FTSE “locale”, che include le aziende che derivano il 70 percento o più dei propri profitti dal mercato di beni e servizi britannico è ora del 15 percento superiore rispetto al minimo post-Brexit, e comunque entro il 5 percento di differenza dal proprio livello medio pre-Brexit
Cosa sta succedendo? Uno sguardo attento agli indicatori di mercato suggerisce che, lungi dall’essere il disastro che era stato prospettato, la Brexit potrebbe anzi essere vantaggiosa.

domenica 16 ottobre 2016

LA MALAINFORMAZIONE SUL CLUB BILDERBERG.Franco Ferrari



Da parmigiano-parmense non sono sorpreso che questo libro lo abbia scritto uno di Parma.L'ho letto per 3/4 e vedo il tipico tono di chi abita da quelle parti e che io per trovare qualcuno che si occupa di cose serie sul mondo,sono costretto ad evadere.In questa provincia benestante, la gente è preoccupata solo dal salume e dal teatro Regio, gli parli dei problemi del mondo e girano la testa dall'altra parte, in poche parole vivono nella loro isola felice..
Questo libro è una  grossa presa in giro per chi come me vuole capire come va il mondo.Non so cosa abbia letto in rete questo Franco Ferrari, ma si legga bene il libro di Daniel Estulin oppure digiti sul motore di ricerca Anglotedesco Club Bilderberg e troverà anche alcune importanti dichiarazioni di qualche ex membro di quel Club...
Prendiamo i principali obiettivi del Club Bilderberg che Estulin elenca nel suo libro e  guardi se le cose non stanno così veramente.
Forse per Franco Ferrari i colpevoli sono quelli che saltano fuori nelle interessanti chiaccherate che senti nelle osterie di Vigatto o Corcagnano, tra torta fritta e spalla cotta...


da IL DOSSIER BILDERBERG -Franco Ferrari

IL COMPLOTTISMO DEI GRILLINI

Non si può affrontare il tema della ricaduta del tema Bilderberg in Italia senza collegarla alla crescita del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.
Diversi parlamentari grillini se ne sono occupati in modo specifico.In occasione della riunione del Bilderberg che si è tenuta in Danimarca nel 2014,i grillini tra cui in modo ufficiale il Presidente della Commissionedi Vigilanza Parlamentare,Roberto Fico) hanno sollevato il problema della presenza all'incontro della direttrice del TG1 RAI,Monica Maggioni.
La parlamentare 5 Stelle Tiziana Cirpini è intervenuta alla Camera dei Deputati nel giugno 2014 per denunciare la riunione danese del Bilderberg nella qule "gli eredi delle famiglie piu potenti del mondo come i Rockfeller non mancano mai,così come gli uomini piu potenti dell'alta finanza speculativa,delle banche centrali delle multinazionali,dei governi."Cirpini ripete il mantra complottista:"Il Gruppo Bilderberg è un governo ombra mondiale, che decide in totale segreto le sorti dei paesi, commissariandone la sovranità e pianificando eventi che successivamente appariranno come casuali".La Cirpini aggiunge la stessa interpretazione giuridica già avanzata dall'avvocato Marra secondo cui tutti questi signori stanno operando contro la legge 1782 (l'Anselmi ,n quanto il Bilderberg,in base all'articolo 1, si configura come associazione segreta che interferisce sulle funzioni di governo.E pertanto è vietata dall'articolo 18 della Costituzione".Ironia vuole che la stessa Tina Anselmi abbia partecipato,secondo informazioni disponibili sulla rete,ad uno degli incontri del Bilderberg,nel 1977.
Le posizioni piu estreme in merito al ruolo del Bilderberg,tra i simpatizzanti del movimento grillino,sono quelle sostenute dall'ex magistrato Ferdinando Imposimato,candidato alla carica di Presidente della Repubblica nel gennaio 2015,il quale ha attribuito al Bilderberg la responsabilità del terrorismo in Italia negli anni 70.In un'intervista a Radio 24 ha dichiarato:"Ho trovato un documento che mi ha lasciato sgomento,dove quand si parla di stragi si parla anche del gruppo Bilderberg.Un documento in possesso di un terrorista di Ordine Nuovo,Ventura.Io credo a questo documento.Ho fatto delle verifiche e posso dire che dietro la strategia della tensione e alle stragi c'è anche il gruppo Bilderberg,una specie di Grande Fratello che sta sopra,manovra, si serve di terroristi neri e massoni".Precisa poi che questo documento era stato rintracciato dal giudice Emilio Alessandrini,assassinato dal gruppo terroristico Prima Linea nel 1979.
Imposimato attribuisce grande importanza al documento del 1967 di Guido Giannettini anche se le sue citazioni sono parziali e anche un pò confuse.L'ambiguo personaggio fa riferimento ad una "guerra occulta" in corso e l'ex magistrato ne deduce questa guerra fosse collegata alla "strategia della tensione".Su questa base trae le conclusioni che il filo che lega le stragi abbia origine a Washington.
In ogni caso da quanto Imposimato riporta nei suoi libri non si vede su quali basi si possa dedurre il ruolo del Bilderberg nella strategia della tensione o nel rapimento Moro.

Un altro sostenitore del movimento grillino è l'ex senatore dell'Italia dei Valori Elio Lannutti,il quale aveva presentato nel dicembre 2010 un'interpellanza al Presidente del Consiglio e al Ministro dell'Economia e Finanza che aveva per oggetto le riunioni del Bilderberg.Dopo aver riportato una serie di informazioni attendibili,dava spazio ad una serie di voci prese da fonti complottiste.
Dall'articolo pubblicato su un sito internet (La Voce delle voci) Lannutti apprende che il gruppo Bilderberg avrebbe avuto un ruolo determinante "dalle sciagure di avvertimento come quella di Smolensk (lo schianto di un aereoplano sul quale si trovavano il Presidente polacco ed altri dirigenti del paese,Ndr),alla pianificazione  degli eventi mediatici destinati a deviare l'attenzione dell'opinione pubblica mondiale".Inoltre il gruppo avrebbe "due progetti nell'armiere:l'eliminazione di Barack Obama ed il progressivo impoverimento del ceto medio,reo di volere contestare le scelte delle èlite finanziarie sulle sorti del mondo.
Lannutti cita anche l'intervento di Estullin,al quale attribuisce abusivamente il titolo di "storico",al Parlamento europeo.Per Lannutti la partecipazione di Draghi ai vertici del Bilderberg ,"che spesso decide  la destabilizzazione dell'origine monetario e delle finanze" ,è incompatibile con la carica di governare della banca d'Italia (che Draghi ricopriva in quel momento prima di passare alla BCE).
Mescolate a legittime richieste di chiarezza rivolte a titolari di cariche pubbliche o di imprese a priorità pubblica ,Lannutti riecheggia tesi farneticanti come quella secondo cui gli "oligarchi" vorrebbero annientare tutti gli appartenenti alla middle class "prchè" rappresenterebbero una minaccia ai fautori del "governo mondiale".
Queste tesi sembrano circolare all'interno del movimento.Il testo di Estulin viene indicato fra quelli utili alla formazione degli aderenti al Movimento 5 stelle in una lista di libri consigliati diffusa dal meet-up di Parma,il gruppo locale del movimento in una città dove i "grillini" hanno conquistato l'amministrazione municipale.
La visione complottista spesso comporta che si sia disponibli a credere ad ogni tipo di complott.Lo stesso leader del movimento ha dato voce a teorie cospirazioniste su diversi argomenti.Un caso che ha suscitato clamore e commenti anche all'estero riguarda la posizione assunta sulla diffusione dell'Aids.

venerdì 14 ottobre 2016

MICHAEL SANDEL:"La working class crede in Trump



Michael Sandel è un filosofo molto apprezzato negli Usa.
Quello che mi dispiace è l'accanirsi contro altri esseri umani.Condivido l'analisi sulla classe operaia del filosofo Sandel,ma la colpevole e la globalizzazione ,la dittatura neoliberista non il migrante.In America il modello neoliberista c'è sempre stato il problema è l,'aumento dell'ignoranza,sia degli uomini ma anche delle donne.Le donne hanno fatto passi indietro non  in avanti e salvo qualche rara eccezione,le 30-40 enni di oggi sono incapaci di fare le madri,pensano solo a restare giovani fino a 60 anni.Meno male che ci sono ancora le nonne...

Da Il Corriere della Sera del 14 ottobre 2016-Serena Danna

"Innanzitutto bisogna chiedersi come mai,al netto degli scandali,quasi il 40% della popolazione americana resti dalla sua parte.La risposta sta nei maschi bianchi della "working class",che vedono in Trump l'unica speranza per riguadagnare il ruolo perso nella società americana.Le ragioni non sono solo economiche ma anche culturali:quegli uomini che hanno perso il lavoro a causa della globalizzazione,del declino dell'industria,sono pieni di risentimenti verso le "minoranze" gli immigrati,gli afroamericani e anche le donne,ritenute responsabili di aver progressivamente guadagnato status economico e culturale a loro discapito".

"Sebbene l'America abbia spesso corso piu velocemente dell'Europa sul piano del processo civile,stiamo assistendo a un contraccolpo da parte della popolazione maschile:una reazione al trend di crescita di eguaglianza di genere.Il rifiuto urlato della globalizzazione,che in Europa si esprime soprattutto con il ritorno del nazionalismo,qui si trova nella misoginia un nuovo terreno.I progressi fatti dalle donne negli ultimi decenni sono per molti un nemico da combattere".

"La terribile misogonia rappresenta ta e veicolata da Donald Trump ha colto di sopresa molti cittadini,forse per questo non abbiamo ancora visto una reazione vera,organizzata ,che veda mobilitati uomini e donne insieme".

giovedì 13 ottobre 2016

LE DUE FACCE DELLA CLINTON.Bravi Becchi e Sacchetti



Grazie al cielo c'è qualcuno sulla carta stampata che da spazio a chi critica Hillary Clinton.Proprio oggi sono uscite altre pagliacciate su Donald Trump.Adesso tutti i giorni saltano fuori donne molestate da Trump, prima di candidarsi per diventare presidente degli Stati Uniti,nessuno si lamentava.
Sto finendo un video su Hillary Clinton, ci metterò dentro quello che nessun giornale (escluso Libero) o Tv , ama raccontare su Hillary Clinton...

Da Libero del 13 ottobre 2016-pezzo di articolo di Paolo Becchi e Cesare Sacchetti

Se da un lato dichiarano di voker combattere il terrorismo islamico ,nei fatti mantengono saldi rapporti con i due principali Paesi del Golfo ,l'Arabia Saudita in particolare che sta conducendo una guerra contro lo Yemen in completa violazione del diritto internazionale,e sulla quale i media italiani e internazionali continuano a tacere i devastanti effetti sulla popolazione civile.La stessa Hillary appare in una posizione imbarazzante su questo versante ,se si considera che per tutta la sua campagna elettorale ha rivolto le sue attenzioni piu contro il ruolo della Russia in.Siria ,che contro gli estremisti islamici ,e per giunta Arabia Saudita e Qatar hanno finanziato attivamente la sua campagna elettorale ,versando rispettivamente 25 e 5 milioni di dollari alla Clinton Foundation.Solamente i sauditi da soli,finanziano il 20% della campagna elettorale della candidata democratica.In un'altra email pubblicata recentemente da Wikileaks ,Hillary sottolinea la necessità per un politico di avere un comportamento pubblico e uno privato.Almeno in questo la Clinton sembra perfettamente coerente:mentre in pubblico mantiene rapporti ufficiali con stati che finanziano il terrorismo e percepisce da questi cospicui fondi per la sua campagna,in privato riconosce la necessità di limitare la loro sfera di influenza attraverso il sostegno di "forze moderate" che fino ad ora in Siria non sembrano distinguibili molto da quelle del Daesh.Forse l'Apocalisse in questa campagna elettorale deve ancora arrivare ,e si trova dentro le prossime email della Clinton che Wikileaks ha annunciato di voler rivelare.

mercoledì 12 ottobre 2016

Attaccate solo Trump oppure sarete licenziati...



Libera la stampa americana? Solo i tonti possono considerare gli Stati Uniti sono un paese democratico.Vi consiglio di leggervi i libri sulla notizie censurate.


Da Il Resto del Carlino del 12 ottobre 2016-Cesare De Carlo

Almeno tre grandi media ,dice alla Fox Bill O'Reilly,hanno ordinato ai loro giornalisti di "distruggere Donald Trump pena il licenziamento".La denuncia,ripresa dal Wall Steet Journal e da altri giornali ,lascia sbalorditi.Possibile? Il giornalismo americano è considerato il piu libero nella libera competizione dei mezzi di informazione e anche il piu coraggioso nella sua affidabilità investigativa.Non è necessario risalire al Watergate.Basta ricordare che fu il New York Times ,benché filodemocratico ,a tirar fuori la vicenda delle e-mail cancellate da Hillary Clinton.
Che cosa sta accadendo? Una cosa mai vista dal dopoguerra in poi:l'ostilità martellante contro uno dei candidati ,quasi un linciaggio mediatico.Lo stesso New York Times sembra esserne consapevole,seppur dando a Trump la colpa di aver rotto per primo "l'argine dall'obiettivita' giornalistica".Scrive Jim Rutenberg:"Se sei un giornalista e pensi che Donald Trump sia un demagogo,un razzista ,un pericoloso amico di dittatori ,devi mettere da parte gli standart normali".
Per standart normali s'intende appunto obbiettività.E obbiettività non vuol dire imparzialità (che è solo un'ipocrita assunzione).Vuol dire onestà.
Ebbene,l'autorevole columnist ora riconosce che i giornalisti debbono trasformarsi in tifosi.E,dunque,dovendo riferire su due eventi contemporanei ,cioè sulla frasi volgari di Trump e sulle rivelazioni di una mezza dozzina di signore che accusano Hillary Clinton di avere distrutto la loro reputazione nel coprire i denunciati abusi sessuali del marito, hanno privilegiato,gonfiato le intermperanze verbali e hanno ignorato le seconde.Stessa cosa per lo scandalo delle 33.000 email cancellate,dei telefonini distrutti a martellate ,delle donazioni di governi stranieri e corporation alla Clinton Foundation negli anni in cui l'ambiziosa signora era segretario di Stato.I grandi giornali e le grandi tv non ne parlano.Non una sorpresa.Sono prevalentemente di  sinistra.Come in Italia.
Ma questa volta c'è un altro motivo.C'è la consapevolezza della distanza crescente fra l'elettorato bianco e la casta multiculturale.Fra la pancia della profonda provincia e la mente delle èlite newyorkesi.Fra l'establishment ,la politica di professione che pretende di imporle la political correctness dell'appiattimento multietnico ,sociale economico,generazionale,transessuale.
Senza Obama non sarebbe venuto fuori Trump.Dice Ben Smith,direttore di BuzzFeed:ai nostri giornalisti diciamo di essere obiettivi nei commenti,ma non su Trump.Trump agisce "al di fuori delle regole comuni...e poi un bugiardo razzista".Dunque ha ragione O'Reilly? Chi lo contesta ricorda,come fosse un marchio d'infamia ,che è un conservatore e che la Fox è dello stesso orientamento.Come il filosofo Paul Gottfried.Il quale di recente ha detto:" Trump mi era indifferente.Ma se la sinistra lo attacca tanto ferocemente,vuol dire che qualcosa di buono c'è...".E' improbabile che quel qualcosa basti per vederlo alla Casa Bianca.

martedì 11 ottobre 2016

Il FMI si lamenta delle troppe disuguaglianze.Che ipocriti !!!




Questi sanno che il 95%del pianeta non sa nulla di certe cose.Ma il Fmi chi vuole prendere in giro? Hanno distrutto paesi interi (come la Grecia) concedendo prestiti da strozzini e poi si lamentano se ci sono disuguaglianze e povertà?


Da La Stampa del 10 ottobre 2016-pezzo di articolo di Francesco Semprini

"La crescita è troppo bassa da tempo e le conseguenze sociali e politiche sono evidenti.Le disuguaglianze restano alte ,conflitti e migrazioni sono un prezzo pesante".
È questo l'allarme lanciato da Christine Lagarde nel corso dei meeting autunnali di Fondo monetario internazionale e Banca mondiale.
"Gli scambi commerciali sono diventati un football politico.E i sostenitori dell'integrazione economica sono sulla difensiva.La natura della ripresa è precaria.La globalizzazione ha funzionato nel corso degli anni,ha contribuito a dare benefici a molte persone.Non credo proprio che sia arrivato il momento di procedere in direzione opposta".

lunedì 10 ottobre 2016

NEWS DAL PIANETA DELLE MUMMIE.Boom di droga alle scuole medie




Non è una cosa bella da leggere, ma con questo mondo ci vorrebbe davvero la Terza Guerra Mondiale. Qui c'è da azzerare tutto, perchè fa tutto schifo...
Io continuo a sentire conferenze di psichiatri, psicoterapeuti ma mai una volta che si dica la verità sul netto cambiamento che ha avuto il mondo dopo il 1989.
Cioè si è voluto americanizzare tutto, con il modello economico neoliberista e con lo stile zozzo di quel paese:droga, sesso ,esibizionismo, violenza, avidità, gioco d'azzardo.
Io ho frequentato le scuole medie nella seconda metà degli anni 80', e vi posso garantire che di droga non ne ho mai vista...o almeno non a livello di adesso.
Da notare che stiamo parlando di Forlì, ricca città dell'Emilia Romagna e non di una Regione povera...
Ormai tutti intontiti, senza dignità, delle mummie ...

da IL RESTO DEL CARLINO del 9 ottobre 2016-Luca Bertaccini

Una ragazzina di 13 anni ,di Forlì,prende carta e penna e scrive una lettera al Carlino.Una denuncia, uno sfogo.un racconto che apre una breccia e togli un velo a una realtà spesso nascosta e soffocata.La ragazzina frequenta le scuole medi nella sua città e non n può piu del fumo (inteso come sigarette,ma anche come canne) che gira troppo spesso fra i banchi.
"Oggi di fianco a me,c'era un ragazzino che raccontava che nel suo primo giorno di scuola i compagni piu grandi gli hanno elencato i nomi di ragazzini che spacciavano droga".
Una denuncia che fa e farà discutere.

LA MAMMA DELLA RAGAZZINA CHE HA SCRITTO LA LETTERA:

"Io ho due figlie.La piu piccola va alle medie,l'altra alle superiori.La prima mi dice che nel cortile si fumano sigarette e si vende droga.Senza che nessuno,per esempio i bidelli,dica niente.Ormai è concesso tutto.E in questo caso parliamo di minorenni".

"Stando a quello che mi dice c'è una sua compagna di classe che vende il fumo.E nessuno se ne accorge.Ma ormai siamo al punto in cui i genitori danno sempre ragione ai figli,basta che un insegnante sequestri un cellulare e scoppia il finimondo".

Luigi Zingales:" La finanza è compatta nel votare Hillary Clinton.Con Trump politiche keynesiane"



Quello che stiamo assistendo nelle ultime ore nei confronti di Donald Trump è ridicolo. All'improvviso la società americana fa schifo per colpa di una sola persona:Donald Trump.Non potevano mancare quelle sante delle donne americane.Questo è un classico quando c'è da ridimensionare uno che dice chiaramente di schierarsi con Putin (poi bisogna vedere se è vero) e soprattutto vuole adottare politiche keynesiane come dice Zingales.Oggi non puoi opporti all'ordine neoliberista.
Vogliamo parlare delle persone uccise perché erano antipatiche ad Hillary Clinton.Un nome a caso? Seth Rich....

Da Libero del 10 ottobre 2016-Luigi Zingales risponde alle domande di Francesco Rigatelli

"Ci sono state tante bolle ,ma oggi il problema maggiore a livello mondiale è che il risparmio totale eccede la domanda di investimento,per questo i tassi sono cosi bassi.Il tasso d'interesse altro non è che il prezzo che uguaglia la domanda di investimento all'offerta di risparmio.Con i tassi bassi, il rischio di bolle speculative è elevato".

"Credo che paradossalmente possa esistere una comunanza di obiettivi tra la grande impresa e la sinistra.Guardi per esempio cosa avviene negli Stati Uniti:la grande finanza è finanza è compatta nel votare Hillary Clinton.Con Trump invece è probabile un aumento della spesa pubblica in infrastrutture e difesa e riduca le imposte ,quindi un grande stimolo keynesiano".

"Si alzano i tassi perché l'economia americana sta crescendo,la domanda di investimento sale e quindi il prezzo di equilibrio del capitale sale.Se la Federal Reserve non aumentasse i tassi, questo eccesso di domanda si tradurrebbe in inflazione".

"Gli Stati Uniti vogliono un'Europa stabile e un euro stabile.Io coordinerei un'uscita della Germania e dei paesi satelliti dall'euro per formare un euro del Nord Europa.È dal 2010 che sostengo che due euro sarebbero meglio di uno".

"Matteo Renzi la deve smettere di elemosinare decimali di flessibilità e forzare un dibattito serio sul futuro dell'euro.La proposta di Padoan sull'assicurazione europea sulla di disoccupazione è un ottimo primo passo.Su questa proposta di Padoan sull'assicurazione europea e sulla disoccupazione è un ottimo primo passo.Su questa proposta va condotta la vera battaglia per la sopravvivenza dell'Europa ,altrimenti meglio l'uscita della Germania e di altri".

domenica 9 ottobre 2016

REFERENDUM COSTITUZIONALE.Confronto Danilo Toninelli vs Luciano Pizzetti



Un deciso Danilo Toninelli contro un calmo Luciano Pizzetti.Ieri alla sala dei ricevimenti del Comune di Crema (Cremona) c'è stato questo confronto in vista del voto del 4 dicembre sul referendum costituzionale.
La Costituzione Italiana non è compatibile con la Costituzione europea che è quel Trattato di Lisbona che nessuno nomina mai, e il Pd sta cercando di convincere in tutti i modi che quella europea sia meglio e che bisogna obbedire senza discussioni.
Prima del confronto, parole forti di Danilo Toninelli ad una giornalista della tv di Crema.
















venerdì 7 ottobre 2016

La Russia sta realizzando enormi bunkers antinucleari



La Russia sta realizzando enormi bunkers antinucleari a Mosca,capaci di ospitare fino a 12 milioni di persone ,mentre Putin si prepara ad una possibile guerra nucleare con gli Usa.
I giganteschi rifugi ,la cui costruzione è stata rivelata il venerdi dai funzionari russi, sono una risposta alla recente escalation di tensioni ed accuse tra Mosca e Washington per causa del conflitto in Siria ,come ha riferito il giornale Express.
Entrambi i Paesi si sono scambiati accuse sul fallimento della tregua che era stata proclamata per una settimana in Siria.
Una guerra  tra gli Usa e la Russia potrebbe provocare una catastrofe ,visto che la Russia mantiene nei suoi arsenali piu armi nucleari che gli Usa ,con 8.400 testate nucleari ,di fronte alle 7.500 di cui dispongono gli Usa.
Per la prima volta la Russia ha installato in Siria un avanzato sistema anti missile con il fine di rafforzare le sue difese militari proteggere il presidente siriano ed il Governo di Damasco da eventuali attacchi aerei.
Questo avviene dopo la rottura delle trattative bilaterali tra Mosca e Washington sulla Siria e dopo le "minacce" proferite da esponenti dell'amministrazione Usa circa l'eventualità di un intervento militare diretto degli Usa circa l'eventualità di un intervento militare diretto degli Usa contro l'esercito siriano ed i contingenti russi che affiancano questo nella lotta contro i gruppi terroristici jihadisti appoggiati da Washington e dall'Arabia Saudita.

giovedì 6 ottobre 2016

NEWS DAL PIANETA DELLE MUMMIE.Solo nel modenese 70.000 giocatori d'azzardo



E ci aggiungerei anche la dimensione dell'intelligenza dell'essere umano che è completamente drogato da chi ha voluto questo mondo, e fa di tutto per adattarsi anziché ribellarsi.Chi vuole questo mondo? La dittatura neoliberista.Il giovane ( e non solo),va coccolato,viziato,bisogna mettergli a disposizione ogni ben di Dio,l'importante è che stia buono e che non si ribelli...

Da La Gazzetta di Modena del 1 ottobre 2016-Maria Elena Mele

Stando agli ultimi dati forniti dal Servizio dipendenze patologiche dell'Ausl di Modena ,nel territorio comunale ci sono circa 70.000 giocatori ,tra i quali 2-3 mila "patologici" ; da una indagine ,che ha preso in esame i debiti da gioco è emerso che su u n campione di 61 persone,preso in.esame dall'azienda sanitaria dal 2008 al.2011,in 8 avevano un debito di oltre 100.000 euro ; in 4 tra i 50.000 e i 100.000.Numeri che fanno capire qual'è la dimensione del problema che, nel tempo è diventato sociale.

COMPETITIVITÀ.Italia 44esima.Cosa dice Matteo Renzi?



In pochi ne parlano perché Federico Pizzarotti in questo momento è la persona piu importante del mondo,ma il World Economic Forum è uno dei meeting di economia piu importanti e credibili.
Voi siete sorpresi di questi giudizi sull'Italia? Anglotedesco no,quelli che si fanno intontire dalle balle che raccontano i renziani,politici e fiornali,si.Ma l'Italia  non era quel paese in grande crescita e competitivo per via delle riforme ...questi sono i riisultati...


Da La Verità del 5 ottobre 2016-Giudo Beltrame

And the winner is... Switzerland.Per l'ottavo anno consecutivo la Confederazione è risultata al primo posto del Global Competitiveness Index (l'indice che misura la competitivita' tra i vari Paesi) stilato dal World Economic Forum.L'indice vuole misurare quei Paesi che riescono a creare le migliori condizioni economiche,sociali e ambientali per lo sviluppo economico.
L'Italia si è piazzata al 44esimo posto (43esimo nel 2015) preceduta,tra gli altri,e non ce ne vogliano i Paesi che citiamo, da Islanda  29esimo (che è praticamente fallita pochi anni fa),Malesia ,Azerbaigian,Malta,Federazione Russa e la tanto criticata ,e senza governo,Spagna (33esim).
Il rapporto del Forum individua quali aree deboli dell'Italia l'efficienza (meglio inefficienza) del mercato del lavoro  (alla faccia del jobs act) ,del mercato finanziario e le istituzioni con punteggi che si collocano dopo la posizione 100 su 138 Paesi.

mercoledì 5 ottobre 2016

Le bugie del Premio Nobel per la Pace ,Barack Obama...




Premio Nobel per la Pace nel 2009... che pagliaccata.Purtroppo la stragrande maggioranza degli esseri umani sono intontiti da tecnologia,droghe, alcol, sesso estremo,avidità e continua a difendere Obama solo perchè è nero. Guardate il video se volete un po d'informazione vera...

martedì 4 ottobre 2016

NEWS DAL PIANETA DELLE MUMMIE.Rincoglioniti dal gioco d'azzardo




Perchè  ho introdotto in questo blog  NEWS DAL PIANETA DELLE MUMMIE.Semplice:per far capire da che parte sta Anglotedesco cioè quella giusta.Non sono uno schiavo di nulla e mi vanto nei confronti di quelli che io chiamo i complici di questa società cioè i rincoglioniti. Ecco qualche numero...


-------------



10 100 1000 Andrea Franzoso



Questo si che è un vero partigiano non quei comunisti falsi che per non perdere i soldi che usano in.stupidate,si inchinano al padrone.Lotta ai padroni,autogestione, solo slogan, Andrea Franzoso è l'unico che ha avuto il coraggio di fare quello che dovrebbero fare in tutte le fabbriche fa è capitato anche a me di mandare il quel posto il datore di lavoro e di essere licenziato mentre gli altri "compagni" con la tessera della Cigl in tasca far finta di nulla..Ma si sa,la maggioranza è un esercito di zombie senza dignitari,schiavi di questo mondo comandato da banche e grandi multinazionali.Si meritano il peggio del peggio...tranne Andrea Franzoso.Caro Andrea, vedrai che vivere con poco è meglio che vivere con 2.000 al mese da schiavo corrotto...

Da La Repubblica del 4 ottobre 2016-Matteo Pucciarelli

Fino a ieri Andrea Franzoso ,39 anni, era un funzionario delle Ferrovie Nord di Milano partecipate dalla Regione Lombardia.È stato licenziato .Lo spiega...

"Nel febbraio 2015 presentai un esposto ai carabinieri.Avevo tre possibilità:farlo in.modo anonimo,come fonte confidenziale ,oppure con nome e cognome.Scelsi la terza".

"Era giusto metterci la faccia.Non volevo nsscondermi né avere paura.Quando scoprii certe cose,provai indignazione e disgusto di fronte alla voracità cn la quale si spendevano i soldi.Faccio un esempio.Achille si comprò le Hogan ,330 euro,con la carta di credito aziendale.Poi non contento si fece rimborsare pure lo scontrino.Un paio di scarpe costò 600 euro.Capisce?".

"Il 18 maggio 2015 arrivano gli avvisi di garanzia e scoppia il bubbone.H capito questo:chi in modo plateale mi ha esternato solidarietà all'inizio ,poi è stato il primo a voltarmi le spalle.Ricordo che diversi colleghi mi dicevano "bravo" in ascensore.Poi,riaperte le porte,eravamo degli sconosciuti".

"Appena arriva il successore di Achille ,il legjista Andrea Gibelli.I miei incarichi vengono affidati a consulenti esterni.Io mi ritrovo a non fare niente.Mi sono letto un sacco di romanzi nel tempo libero ,in ufficio.Mandare mail per chiedere informazioni ,mi rispondevano:"Formalmente ha ancora i suoi incarichi".Che però ormai svolgevano altri".

"Con Gibelli ci ho parlato quattro mesi dopo il suo arrivo.Chiedevo di essere ricevuto da tempo.Fu molto ossequioso,mi disse di non preoccuparmi ,che c'era una riorganizzazioni in corso.Alla fine mi crearono un ufficio ad hoc,"Regolamenti e normative sul lavoro".Con pochissimo da fare".

"C'è sempre stata indifferenza da parte dei sindacati,la cosa mi ha ferito umanamente."

"Il processo ad Achille non è ancora cominciato non è ancora cominciato dopo in anno e mezzo,e intanto la prescrizione si avvicina.Ci autorizzò le sue spese è ancora un dirigente di Fnm e continua a percepire premi il risultato.La verità è che ho perso.Ci sono stati dei comportamenti inopportuni che non sempre costituiscono resto.Lei sache Fnm ogni anno versava 30.000 euro all'associazione dell'allora presidente del tribunale Livia Pomodoro? Come si fa a chiedere soldi a un manager politico che poi forse ti dovrai trovare a indagare".

lunedì 3 ottobre 2016

In 10 punti perchè dobbiamo lasciare l'Unione europea



Questo articolo di Giulio Betti dovrebbe essere spiegate anche alle scuole fin dalle Medie.Dobbiamo spiegare a tutti il perchè siamo in queste situazione anche per evitare spiacevoli episodi di razzismo...

da SCENARI ECONOMICI

di  Giulio Betti

1) Perchè il diritto dell’Unione Europea prevale sul diritto interno. Questo significa che le leggi ordinarie del Parlamento, i decreti legge, i decreti legislativi e le leggi regionali non possono essere in contrasto con i regolamenti e le direttive dell’Unione Europea. Governo e Parlamento sono in una posizione gerarchica inferiore rispetto all’ordinamento dell’UE.

2) Perchè le norme del diritto comunitario possono derogare anche leggi Costituzionali purché non siano norme fondamentali e immodificabili come per esempio i diritti fondamentali dell’ordinamento italiano. Nella pratica però anche i diritti fondamentali, come ad esempio il diritto al lavoro, vengono calpestati a causa dei vincoli di bilancio pubblico imposti dal Trattato di Maastricht e dal Patto di Stabilità e Crescita.

3) Perchè il maggiore progetto dell’Unione Europea è la moneta euro, un progetto fallimentare che ci ha assicurato una moneta troppo forte per la nostra economia e una scarsità di liquidità circolante nell’economia reale a causa dei vincoli di bilancio imposti ai singoli stati membri. Citando il nobel Krugman, ci siamo ridotti “allo stato di una nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera, con tutti i danni che ciò implica”. Tali danni sono disoccupazione a due cifre, povertà e disperazione dilagante.


4) Perchè versiamo al bilancio dell’Ue molto più di quanto ci torna indietro tramite fondi europei. Dal 2000 ad oggi abbiamo un saldo negativo totale di 72 miliardi di euro (dati Ragioneria dello Stato). Solo nel 2014 per contribuire al bilancio dell’Ue abbiamo perso 20 milioni di euro al giorno provenienti dalle tasse di noi cittadini italiani.

5) Perchè grazie alla partecipazione al Meccanismo Europeo di Stabilità (Fondo SalvaStati), abbiamo sborsato ben 14,33 miliardi di euro dal 2012 al 2015, soldi prestati a paesi in difficoltà finanziarie come Grecia, Irlanda, Spagna affinché restituissero i crediti che le banche francesi e tedesche avevano loro incautamente prestato. Il nostro paese, in crisi economica da anni, con la partecipazione ai trattati Ue è stato costretto a dare genialmente miliardi e miliardi di euro all’estero, anzichè investirli nell’economia reale interna. In cambio della nostra contribuzione al MES non abbiamo ottenuto alcun vantaggio.

6) Perchè i vincoli di bilancio, la contribuzione ai fondi europei e ai fondi salva stati sopra enunciati, hanno incidenza DIRETTA sulle tasse di tutti noi, cittadini italiani. Gli aumenti dell’Iva, dell’Imu e tutte le nuove tasse che il governo italiano deve ideare sono necessari al fine di mantenere l’enorme spesa della contribuzione al bilancio europeo e a mantenere un rapporto deficit/pil inferiore al 3%, ovvero a mantenere le entrate dello stato (tasse) praticamente alla pari delle uscite (spesa pubblica). In anni di crisi economica, bisognerebbe invertire la tendenza con nuove politiche economiche, ma l’Ue ci lega le mani.

7) Perchè l’Unione Europea ci impone riforme strutturali che sono volte a favorire una sempre maggiore precarizzazione del mondo del lavoro, e in un momento di crisi di domanda aggregata (i consumi non ripartono) fare politiche di flessibilità del mercato del lavoro è controproducente. Le famose riforme strutturali fatte dalla Germania nei primi anni dell’Euro hanno ridotto la quota salari di 7 punti in 4 anni, mentre in Spagna le riforme non hanno risolto il problema occupazionale ma hanno solamente fatto aumentare i precari. E in Italia l’introduzione del Jobs Act ha fatto aumentare il precariato, secondo l’Università di Torino.

8) Perchè l’Unione Europea impone un vergognoso sistema di due pesi e due misure. Si pensi alla questione degli aiuti di Stato: nonostante questi siano vietati dall’Ue perchè visti come misura che mina la libera concorrenza, l’Ue stessa ha permesso alla Germania di mettere a disposizione del proprio sistema bancario in crisi circa il 10% del proprio Pil, per una cifra complessiva pari a circa 250 miliardi di euro dal 2007 fino ad oggi, mentre l’Italia per il proprio sistema bancario ha messo a disposizione l’1% del proprio Pil, pari a poco più di 4 miliardi di euro. Questo ha determinato un pesante effetto distorsivo della concorrenza tra paesi membri, nonostante i trattati dicano, a parole, di voler eliminare tutte le distorsioni nel mercato unico. Non solo: l’Unione Europea ha messo sotto indagine l’Italia perchè dal 1990 al 2009 avrebbe fornito aiuti di Stato ad imprese coinvolte in calamità naturali, come ad esempio le esenzioni fiscali per le imprese coinvolte nell’alluvione piemontese del 1994. Ora l’Ue richiede alle aziende – molte ormai scomparse, altre incalzate dalla crisi – di restituire le agevolazioni: svariati milioni di euro. Ecco la solidarietà europea.

9) Perchè nonostante siamo un paese leader mondiale per quanto riguarda la produzione e la cultura agroalimentare, tecnocrati finlandesi, lettoni, lituani, tedeschi ci impongono da Bruxelles misure strette da rispettare per quanto riguarda i cibi che mettiamo in tavola. I limiti di Bruxelles sono stabiliti dal Regolamento 543 del 2011. Le mele devono avere “3/4 della superficie totale di colorazione rossa per le mele del gruppo di colorazione A”, 1/2 per le B e 1/3 per le C. Ma questo solo per la categoria “extra”, per le altre le percentuali sono differenti. Quanto alle dimensioni, minimo servono 60 mm di diametro o 90 di peso. La natura concepita come una produzione in serie di prodotti tutti uguali. Guai ai difetti della buccia: basta una macchiolina un po’ più grande e quella mela non è più una più mela. Burocrazia anche per altri frutti: 45 mm di diametro minimo per limoni e mandarini, 35 mm per le clementine, 53 mm per le arance. Per i kiwi si è invece ricorsi al peso: minimo 90 g per la categoria “extra”, 70 e 65 per quelle inferiori. Per pesche e pesche noci, è richiesto un calibro minimo di 56 mm per le extra e 51 mm per le altre; per le pere (60 mm per le extra, 55 per le altre); le fragole (25 e 18 mm); e l’uva da tavola (minimo 75 g a grappolo). Infine, i peperoni, la lattuga e i pomodori hanno il loro bel carico di misure burocratiche europee. Con evidenti problemi soprattutto per la vita dei produttori agricoli, già resa difficile dalla terribile crisi economica garantita dall’Ue. Anche i pescatori hanno la loro dose di burocrazia europea, con la dimensione minima delle vongole di 25 mm, nonostante la media italiana sia di 22 mm. In caso di vendita di vongole più piccole di 25 mm, il pescatore rischia multe di 4000 euro. Con danni al lavoro e all’occupazione dei pescatori evidenti.

10) Perchè non vogliamo più essere ridotti ad una colonia, governata da commissari Ue non eletti dai cittadini europei, che da una scrivania di Bruxelles redigono direttive e regolamenti vincolanti per il nostro paese, che creano danni economici e regole assurde per interi settori produttivi nostrani. Perchè non è possibile che il nostro governo sia costretto a chiedere l’approvazione preventiva della propria legge di bilancio alla Commissione Europea, così come il permesso per emettere i titoli di stato, come un bravo scolaretto. Perchè non accettiamo più che la Commissione Europea imponga delle nuove tasse se la legge di bilancio non è di suo gradimento. Perché è evidente che sia IRRIFORMABILE un’Unione dove il monopolio dell’iniziativa legislativa è affidato a burocrati non eletti del tutto indipendenti, i quali non accettano consigli o indicazioni da nessuno, men che meno dai governi.

Manifestazioni in Europa contro la Troika
Manifestazioni in Europa contro la Troika
Perchè vogliamo essere un paese sovrano all’interno dei nostri confini territoriali. Liberi di decidere le nostre politiche migratorie. Liberi di decidere di aiutare il nostro popolo, fino al raggiungimento della piena occupazione. Liberi di avere la nostra maledetta sovranità nazionale, come in tutti gli Stati del mondo civile ed avanzato.

Potremmo andare avanti, ma basta. Questa non è democrazia. Questa è una schifosa Tecnocrazia europea.

#ITALEXIT, immediatamente!!

domenica 2 ottobre 2016

NEWS DAL RESTO D'EUROPA.Belgio .minorenni ed eutanasia



Vorrei pubblicarle piu spesso queste news dall'Europa e dal mondo ma salta sempre fuori qualcosa.

L'AFD CRESCE ANCHE A BERLINO

Il 18 settembre a Berlino si è votato per il rinnovo del governo locale.La Spd si è confermata primo partito della capitale tedesca con il 21,7% dei voti,il 6,6% in meno rispetto alle elezioni del 2011.La Cdu della cancelliera Angela Merkel si è fermata al 17,8% ,perdendo il 5,5% rispetto al 2011.La Sud-deutsche Zeitung spiga che il sindaco uscente,il socialdemocratico Micheel Muller potrà continuare a governare formando un'alleanza con i Verdi e la Linke (sinistra radicale).Ma il risultato piu eclatante è quello dei populisti dell'Alternative fur Deutschland (Afd) arrivata al 13,9%.La nuova affermazione dell'AFD ,dopo quella nel land del Meclemburgo-Pomecrania Anteriore il 4 settembre, è stata favorita da una campagna elettorale incentrata sugli attacchi alla politica di apertura ai profughi di Merkel."La stessa cancelliera si è presa la responsabilità della sconfitta e ha ammesso alcuni errori nella politica migratoria".

BELGIO.Minorenni ed eutanasia 

Un malato terminale minorenne è morto il 17 settembre in Belgio ricorrendo all'eutanasia.Lo ha rivelato il quotidiano fiammingo Het Nieuwsblad citando il presidente della commissione nazionale di controllo e valutazione sull'eutanasia.Si tratta del primo caso in Belgio,unico paese al mondo in cui la legge permette a un paziente minorenne colpito da una malattia "grave e incurabile" di mettere fine a "sofferenze fisiche e psicologiche costanti e insopportabili",purchè ne abbia fatto richiesta e i genitori siano d'accordo."E' un caso eccezionale",spiega La Libre Belgique."Lo dimostra il fatto che due anni e mezzo dall'entrata in vigore della legge non era mai successo".


BOSNIA ERZEGOVINA.Il referendum dei serbi

Milorad Dodik,presidente della Repubblica serba,una delle due entità che compongono la Bosnia Erzegovina,ha stabilito che il 21 settemre si svolgerà un referendum per confermare la scelta del 9 gennaio come giorno di festa nazionale.La corte costituzionale bosniaca aveva bocciato la data perchè corrisponde al giorno del 1991 in cui fu proclamata la Repubblica del popolo serbo:l'annuncio precedente la sanguinosa guerra degli anni novanta,un evento divisivo per il paese.La comunità internazionale,con l'importante eccezione della Russia,ha chiesto a Dodik di rinunciare al referendum.Il primo ministro serbo Aleksandar Vucic ,che riceverà Vladimir Putin alla vigilia della consultazione,non ha sostenuto esplicitamente il referendum,preferendo mantenere un basso profilo."Dodik ha indetto il referendum per distrarre gli abitanti dalla disastrosa situazione economica nella Repubblica Serba,scrive Oslobodenje.