Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 31 luglio 2016

Strage stazione di Bologna 2 agosto 1980.Lo strano caso di Mauro Di Vittorio



Sempre per restare nella città di Bologna, la casa editrice Chiarelettere è la stessa che ha pubblicato il libro di Giovanni Spinosa L'ITALIA DELLA UNO BIANCA.Sia Spinosa che Cutonilli cercano di mettere in discussione le sentenze.Ognuno è libero di dare la propria versione ,giusto leggere e ascoltare tutti (come Anglotedesco fa) ,però sinceramente sono due libri al di fuori della realtà.
Qui pubblico il pezzo dove ricorda Mauro Di Vittorio ultima delle 85 vittime scoperte, che i suoi genitori credevano fosse a Londra e dunque sono stati gli ultimi ad interessarsi ,magari non lessero neppure i giornali.Non è un caso che l'autore del libro cita Enzo Raisi tanto per far capire da che parte sta...
In un altro capitolo del libro, altro tentativo per confondere la gente,Cutonilli parla della misteriosa scomparsa del corpo di Maria Fresu madre della piccola Angela, la vittima piu piccola.Sappiamo tutti che il corpo di Maria Fresu fu disintegrato perchè si trovò proprio a pochi cm dalla bomba.


da I SEGRETI DI BOLOGNA-Valerio Cutonilli (Chiarelettere)

Mentre in carcere si svolgono i colloqui tra Russomanno e il falso testimone,nell'obitorio di Bologna  accade un fatto che resterà sconosciuto per oltre trent'anni.Nella camera mortuaria giace un ultimo cadavere senza nome.Potrebbe trattarsi di uno straniero,considerato che a distanza di giorni nessuno lo ha reclamato.Il maresciallo Gianfranco Ceccarelli, il carabiniere in servizio all'obitorio,nota due giovani che si comportano in modo strano.Una donna e un arabo che, alla vista della salma,hanno un soprassalto.Il sottoufficiale si avvicina per chiedere spiegazioni,ma la coppia sfugge via improvvisamente.Verrà inseguita per strada da Ceccarelli e dal professor Giorgio Sabattani.Il militare e il medico ce la mettono tutta per fermare gli sconosciuti,ma la differenza di età è troppa e i giovani riescono a dileguarsi.L'episodio suscita inevitabile clamore nel dipartimento di Medicina legale,ma non riscuoterà alcun interesse negli inquirenti.Solo l'8 aprile 2012,l'ex parlamentare Enzo Raisi rende il fatto pubblico in un'intervista a "il Resto del Carlino".Le parole del deputato provocano la reazione immediata di Sandro Padula,ex brigatista e marito di Margot Frohlich,all'epoca militante del gruppo Carlos.
Il 12 agosto 1980 il cadavere senza nome viene finalmente identificato.Apparteneva a Mauro Di Vittorio,un ragazzo romano residente nel quartiere di Tor Pignettara.Raisi sostiene che il giovane gravitava nell'area di Autonomia operaia.Padula replica accusando il deputato di speculare su una vittima dell'attentato di Bologna.Di Vittorio,infatti, era stato un semplice simpatizzante del movimento del 77".Uno dei tanti ragazzi dell'epoca,con idee di sinistra, che non conduceva attività politiche.Raisi viene subito convocato in procura.Il pm Enrico Cieri e la Digos di Bologna vogliono capire quanto ha scoperto sulla vicenda dell'obitorio.Le successive indagini sul caso Di Vittorio porteranno a ritenere infondati i dubbi di Raisi.Il giovane,incensurato, risultava persona orientata verso il movimento Lotta continua,di cui però non faceva parte.L'informazione risale sicuramente agli anni precedenti la strage di Bologna,in quanto nel 1980 Lc non esiste piu come organizzazione,ma si limita a pubblicare l'omonimo giornale.Cieri,tuttavia, accerta che l'episodio rivelato da Raisi è avvenuto realmente.All'istituto di Medicina legale se ne parla da sempre.
Sulla salma del giovane romano non è stata eseguita l'autopsia.Il verbale di descrizione,ricognizione e sezione del cadavere certifica un trauma aperto del capo con dispersione di materiale encefalico e unioni estese a larga parte della superficie corporea,con tratti di carbonizzazione primaria sulla cute del viso,sul dorso e sugli arti di destra.Dati da cui potrebbe ricavarsi solo che il ragazzo era molto vicino al luogo dell'esplosione.
Il 23 marzo 2013,Anna Di Vittorio,sorella della vittima,ha reso dichiarazioni volontarie alla procura di Bologna.Da tempo la donna è nota per un encomiabile impegno civile.Contraria alla strumentalizzazione politica delle commemorazioni,ha lanciato  numerosi appelli alla pacificazione nazionale.anna Di Vittorio ha replicato in modo cortese ma deciso ai dubbi sollevati da Raisi sul conto del fratello.Ha spiegato che,nei mesi precedenti la morte,Mauro si era trasferito a Londra.A fine luglio del 1980,dopo un breve soggiorno a Roma,aveva deciso di tornare in Inghilterra partendo in automobile assieme a un certo Peppe.Quest'ultimo,purtroppo, non ha potuto confermare la circostanza in quanto deceduto a sua volta  nel periodo successivo alla strage.In assenza di testimoni,il viaggio di Mauro Di Vittorio verso Londra è stato ricostruito grazie a un diario rinvenuto tra le macerie della stazione assieme alla carta d'identità.Nel quaderno,il giovane aveva riassunto parte delle ultime giornate di vita.Al confine tra la Svizzera e la Germania,Peppe era stato fermato dalla polizia per una morosità.Due anni prima,infatti, non aveva pagato  un biglietto della metropolitana di Monaco.Di Vittorio,rimasto solo,avrebbe proseguito il viaggio in autostop.Il breve riassunto termina con la visione, dalla prua della nave, delle bianche scogliere di Dover.
Quanto avverrà dopo resta avvolto dall'incertezza.I familiari ritengono che il ragazzo sia stato respinto alla frontiera britannica,per non aver saputo indicare domicilio e mezzi di sostentamento necessari per il soggiorno a Londra.L'unica certezza è rappresentata dal passaggio in Francia,provato da un biglietto della metropolitana di Parigi che era nelle tasche della vittima.Tornato in Italia,Di Vittorio si è trovato per caso alla tazione di Bologna.Nella richiesta di archiviazione dell'indagine sulla pista della ritorsione palestinese,depositata il 30 luglio 2014,il pm Cieri ha ritenuto gli elementi emersi  del tutto insufficienti per collegare il giovane alla strage di Bologna con una qualità diversa da quella oggettiva di vittima.Una conclusione ineccepibile.Un attentato "kamikaze",da parte di una formazione marxista,è un'ipotesi del tutto inverosimile.

venerdì 29 luglio 2016

Istupidire le masse,l'èlite dei potenti ci sta riuscendo alla grande...



Quello che scrive Mike Adams è vero ,ci aggiungerei anche l'istupidimento tramite tv spazzatura, eccessivo benessere, tecnologia, malainformazione,menefreghismo della classe politica e anche la finanziarizzazione dell'economia, sopratutto questa,  che purtroppo solo il 5% riesce riesce a capire.
Mai una volta sull'autobus, in un centro commerciale, per strada, riesci a trovare qualcuno che azzecchi il motivo di questa crisi sopratutto del ceto medio-basso.Ignoranza totale, quella che porta anche a fare certe stragi o l'aumento di azioni inspiegabili ...

L'ESPOSIZIONE MASSICCIA A VELENI NEUROTOSSICI STA CREANDO UNA GENERAZIONE DI ELETTORI "MILLENNIAL" INCAPACI DI QUALSIASI PENSIERO CRITICO ?

Secondo recenti studi scientifici, il 90% delle donne in gravidanza negli Stati Uniti presenta "livelli rilevabili" di 62 sostanze chimiche in grado di danneggiare i cervelli in fase di sviluppo. Come documentato dal Progetto TENDR ("Targeting Environmental NeuroDevelopmental Risks"), ad oggi esistono "solide prove scientifiche che collegano le sostanze chimiche tossiche ai disturbi dello sviluppo neurologico quali i disturbi dello spettro autistico, deficit di attenzione, iperattività, disabilità intellettiva e disturbi dell'apprendimento."       


Dal Daily Mail:              

Le sostanze chimiche usate nelle bottiglie di plastica, l'inquinamento e persino i cosmetici stanno danneggiando i cervelli dei feti e dei bambini in crescita, secondo nuovi studi. 

Gli scienziati affermano che i prodotti chimici possono abbassare il QI dei bambini e vengono introdotti nelle vite delle persone senza esaminarne i rischi associati.       

Le sostanze chimiche più preoccupanti sono piombo e mercurio, i pesticidi organofosforici impiegati in agricoltura e nei giardini, gli eteri di bifenile polibromurati (PBDE) contenuti nei ritardanti di fiamma, e gli ftalati, presenti nelle bottiglie di plastica, nei contenitori per alimenti e nei prodotti di bellezza.

Anche i ritardanti di fiamma, l'inquinamento da traffico e da fumo di legna possono danneggiare lo sviluppo del cervello sia in utero che durante l'infanzia, secondo questo nuovo rapporto.
Prima li chiamavano ritardati mentali... adesso li chiamano "millennial"
In effetti, questa esposizione chimica sta creando un enorme numero di giovani americani che non sono in grado di elaborare le informazioni, di pensare in modo critico o di cimentarsi in una riflessione indipendente. Il nome politico per definire queste persone è, ovviamente, "millennial", i quali tendono a votare quasi al 100% per i democratici. E sono facilmente manipolati e controllati da una elite di Washington che dipende dal voto di elettori incapaci di elaborare razionalmente le informazioni o di fare un ragionamento critico.   

Come prova della loro credulità, pensate che praticamente tutti i giovani pensavano davvero che Bernie Sanders si candidasse contro Hillary Clinton mentre in realtà inscenava un teatrino per poi appoggiarla. Ne ho parlato, per inciso, in un podcast dell'8 gennaio 2016 intitolato Bernie Sanders NON sarà il candidato democratico. Questo podcast ha generato odio e stupidità deliranti da parte dei giovani di sinistra più di ogni altro podcast che io abbia mai postato. E tuttavia era corretto al 100%, come ormai sappiamo.   

Il risultato di tutto questo è che l'industria dei veleni chimici sta dando origine allla società dell'Idiocrazia crescendo sempre più giovani millennial democratici ritardati, creando generazioni di elettori obbedienti con deficit cognitivi che credono stupidamente qualunque cosa venga detta loro dai media governativi o da politici bugiardi (Lo scopo finale di CNN e MSNBC è la programmazione di menti sempliciotte attraverso la falsa propaganda). In questo stato di ritardo mentale, la popolazione è raggirata e portata a credere le seguenti assurdità:     
  • Bufale scientifiche su anidride carbonica e cambiamento climatico (Verità: la CO2 fa crescere di più foreste e colture alimentari ed è il gas che aiuta a reinverdire i deserti accelerando la crescita vegetale.) Consultate ClimateDepot.com per maggiori informazioni. 
  • La leggenda esilarante secondo cui gli orsi polari non sanno nuotare. (Invece sono fantastici nuotatori) .
  • La leggenda sociale smentita secondo cui i poliziotti bianchi attaccano sistematicamente cittadini neri innocenti e disarmati.
  • La leggenda economica secondo cui i governi possono fornire nuova moneta all'infinito senza conseguenze.
  • L'assurdità biologica secondo cui esiterebbero oltre 30 generi quando, in realtà, ne esistono due. (Leggete la mia storia AMERICA MALATA MENTALE: Le 10 esilaranti richieste di correttezza politica che dovete accettare, nonostante le prove contrarie che avete davanti ai vostri occhi.)
  • L'assurdo concetto per cui nessuna nazione dovrebbe erigere confini di alcun tipo, perché dobbiamo tutti essere "gentili" nei confronti dei terroristi che vogliono occupare e rovesciare i nostri paesi.
  • Il mito economico secondo cui il governo crea occupazione e posti di lavoro piuttosto che distruggerli. (O anche il mito secondo cui aumentando il salario minimo a 15 dollari si mettono più soldi nelle tasche dei giovani. Non è così. Vengono invece licenziati o sostituiti dall'automazione.)
  • La bufala medica secondo cui i vaccini antinfluenzali prevengono l'influenza. (Non è vero. Tutta la storia è una frode criminale perpetrata dagli stessi CDC i cui scienziati sono criminali latitanti ricercati dall'FBI.)
  • La leggenda medica secondo cui assassinare feti e prelevarne gli organi non è una pratica crudele o disumana, bensì una forma di "ricerca scientifica".

Soprattutto, la più grande leggenda in cui credono le persone mentalmente danneggiate dalle sostanze chimiche è quella per cui i politici dicono la verità quando tengono i loro discorsi. Come sanno le persone intelligenti, quasi tutti i politici leggono testi scritti da altri per loro e non credono davvero a nulla di quel che dicono (Hillary Clinton ne è un esempio).        

Ma coloro che sono neurologicamente danneggiati sono più facili da prendere in giro, e cascano tranquillamente nella retorica di "speranza e cambiamento" del 2008 (e ancora non capiscono cosa sia andato storto o perché mai si trovino tutti in condizioni economiche peggiori quasi 8 anni dopo).
I veleni che danneggiano i cervelli e generano millennial ritardati sono definiti sicuri da repubblicani scientificamente analfabeti
Ironicamente, gli stessi veleni dannosi per il cervello che creano più democratici sono promossi dai repubblicani che sostengono l'industria, i quali sono scientificamente analfabeti. Nessun repubblicano dell'establishment ha mai incontrato un prodotto chimico che non gli piacesse, né ha mai fatto mancare ad ogni occasione la protezione sistematica alle industrie tossiche (come Monsanto, DuPont e Big Pharma), incurante del danno biologico ed ambientale causato da questi veleni.

I repubblicani, stranamente, sono perfettamente capaci di pensiero razionale quando si tratta di economia, finanza e difesa nazionale. Tuttavia collassano in una travolgente idiozia quando la conversazione vira su sostanze chimiche agricole, metalli pesanti, OGM e protezione ambientale. In qualche modo queste unità non riescono ad essere "elaborate" dalle menti dei repubblicani istituzionali pro-business.

Il risultato di tutte queste sostanze chimiche è che i repubblicani stanno involontariamente creando sempre più democratici con ritardi mentali che li batteranno alle elezioni e daranno il via ad un'era di vera Idiocrazia mentre gli elettori liberali plagiati dalla CNN si precipitano alle urne per dare sfogo a spinte emotive radicate nelle narrazioni che sono state instillate nei loro cervelli neurologicamente danneggiati.
Questa è anche la ragione per cui così tante storie raccontate dai democratici si basano su cose che non sono osservabili o rilevabili dall'esperienza diretta, come la nozione pseudoscientifica che le emissioni di CO2 porteranno all'estinzione della civiltà umana entro un secolo. Si tratta di una bugia comoda dal momento che nessun cittadino comune ha un'idea di come funzioni davvero la climatologia. (Ma Al Gore sta raccogliendo un sacco di soldi su questa truffa...)
Abbassare il QI dei bambini è utile agli interessi di entrambi i partiti politici
In ultima analisi, entrambi i partiti politici traggono vantaggio da una popolazione resa più stupida e i cui cervelli sono danneggiati dalle sostanze chimiche tossiche. L'ultima cosa che desidera l'establishment è una nazione fatta di persone in grado di pensare.     

Per i democratici, l'idea stessa di individui autonomi è assolutamente terrificante. L'intero sistema di menzogne sul quale si basa il partito democratico dipende costantemente dall'esistenza di persone che siano "vittime" in disperato bisogno di continui interventi governativi e del controllo dello Stato-balia. Se la povertà dovesse mai finire in America, i democratici sono spacciati.
Per i repubblicani, l'idea di individui autonomi è altrettanto terrificante ma per una ragione totalmente diversa: non vogliono che nessuno minacci l'establishment repubblicano e sottragga il potere alla vecchia guardia di "alti prelati" politici antiquati e rammolliti che si aggrappano al potere fine a se stesso. OPS! Hanno già perso il Partito Repubblicano. Donald Trump ha ormai completato la sua scalata politica della macchina repubblicana, e i perdenti incapaci e patetici come Mitt Romney e John McCain saranno presto dimenticati.
L'istupidimento delle masse è intenzionale
Il punto cruciale di tutto questo è spiegare che l'istupidimento della popolazione è consentito e tollerato in quanto funzionale agli interessi dell'elite dei potenti .
Perché pensate che le sostanze chimiche siano ancora permesse nei cibi e nei prodotti di igiene personale?
Perché pensate che il fluoro sia riversato nell'acqua potabile anche quando è scientificamente provato che causa un abbassamento dei livelli di QI?
Perché pensate l'USDA (dipartimento americano dell'agricoltura) e la FDA (Food and Drug administration) non abbiano posto limiti al neurotossico mercurio negli alimenti?
Perché pensate che l'EPA (Environmental Protection Agency) si sia tirata indietro senza fare nulla mentre l'acqua a Flint nel Michigan avvelenava milioni di persone con piombo dannoso per il cervello?         

Perché pensate che a Big Pharma sia consentito drogare i bambini con farmaci psicotropi che alterano la mente?
Perché pensate che gli integratori stimolanti per il cervello siano pesantemente regolamentati, aboliti e criminalizzati?

Perché pensate che la chemioterapia che danneggia il cervello sia promossa in modo aggressivo anche quando causa danno cerebrale permanente? (Chemobrain, definito dai medici "cervello da chemio", è un deterioramento mentale dovuto alla chemioterapia, ndt)  

Perché pensate che bambini e adolescenti vengano sistematicamente sequestrati dagli ospedali per essere obbligati a sottoporsi ai dannosi trattamenti chemioterapici? (Vedi MedicalKidnap.com)           

Perché pensate che molecole psichedeliche come la DMT vengano pesantemente criminalizzate dal governo federale?
Perché pensate che l'intero sistema educativo sia sostituito dallo stupidissimo curriculum Common Core che fa sì che i bambini siano confusi dai numeri e dalla matematica? (Tanto meglio per la truffa del deficit e del quantitative easing su masse analfabete in matematica...)           

Perché pensate che l'EPA abbia fissato un limite massimo per il glifosato tossico di 300 volte superiore a quello di altri paesi come Taiwan?          

Perché pensate che l'EPA stia per elevare il limite massimo di esposizione radioattiva di 300 volte per certi elementi radioattivi ?     

Perché pensate che la CNN debba ripetere continuamente le sue menzogne martellando per imprimerle nelle teste della gente sempliciotta anche se qualunque persona dotata di buon senso dovrebbe sapere che i notiziari televisivi sono zeppi di fandonie?

Lo scopo dell'elite politica in America è RENDERE TUTTI STUPIDI in modo che nessuno si renda conto che Big Government non è altro che una grande truffa ordita da una cricca criminale di grandi parassiti che rubano i vostri soldi, la vostra libertà e la vostra stessa sopravvivenza.

Mike Adams



giovedì 28 luglio 2016

JEAN LOUIS TAURAN:"La risposta al terrorismo è il dialogo,l'incontro"...



Anche la Chiesa non spiega perchè il mondo va in questo modo nonostante il Vaticano riceve uomini della grande finanza.
Il dialogo non serve a nulla il problema è questo mondo marcio dove il 95% degli esseri umani sono stati intontiti dalle grandi multinazionali, false informazioni, tv spazzatura rendendoli degli zombie.Prima o poi salta il tappo...
Il principale colpevole di questo mondo marcio si chiama CAPITALISMO FINANZIARIO.Dar la colpa tutto all'islam è razzista.
Qualche giorno fa un giapponese di 26 anni ha ucciso ben 19 disabili ,il motivo? "Volevo liberare il mondo dai disabili".Questa e la risposta che ha dato alla polizia quando l'hanno arrestato.
Come mai questa notizia è passata in secondo piano? Perchè non è un islamico? Questo è razzismo!!!


da LA REPUBBLICA del 27 luglio 2016- Paolo Rodari

"In generale  coloro che commettono attentati si autodefiniscono soldati, ma mi domando:che tipo di soldati sono?Non c'è risposta.Contro di loro occorre soltanto che noi credenti,tutti i credenti,torniamo a comportarci secondo quanto le religioni davvero insegnano.E la base di ogni insegnamento non è altro che l'amore,la convivenza fra diversi,la fratellanza"

"L'Islam insegna altro, ma qui non credo c'entri la religione.Non è giusto davanti a questi attentati parlare di religione.Si tratta di persone traviate che poco hanno a che fare con l'Islam stesso e con qualsiasi religione.Siamo davanti al nulla e portare tutto sul piano religioso non ha alcun senso.La risposta è sempre e comunque il dialogo,l'incontro.Per interrompere la catena infinita della ritorsione e della vendetta l'unica strada percorribile è quella del dialogo disarmato.In sostanza,a mio avviso, dialogare significa andare all'incontro con l'altro disarmati,con una concezione non aggressiva della propria verità,e tuttavia non disorientati che è l'atteggiamento di chi pensa che la pace si costruisce azzerando ogni verità".

"Credo che l'islam prenderà le distanze da questi attentati.Occorre aspettare perchè sarà interessante vedere cosa sarà detto.Comunque, tornando a quanto dicevamo prima, credo che oltre al dialogo vi sia anche un'altra strada.Lo ripeto sempre e non mi stancherò mai di farlo:l'educazione.Occorre un'educazione che parta dalla giovane età.E' il primo e inevitabile strumento per contrastare qualsiasi tipo di estremismo e di follia omicida.Se alle origini dell'esistenza,nella giovane età,educhiamo all'amore tutto sarà diverso.E' un lavoro lungo e dispendioso,ovviamente,eppure assolutamente necessario".






mercoledì 27 luglio 2016

TERRORISMO.Non potevano mancare le banalità di Massimo Cacciari



Le solite banalità di Massimo Cacciari.Sempre le solite cose:bisogna integrarli, cose concrete bla bla bla.
Stiamo assistendo al solito razzismo degli occidentali. Il loro stile di vita è il migliore, è democratico mentre gli islamici sono terroristi ,brutti,cattivi e sono il problema.
Secondo la mia modesta opinione il problema lo ripeto è l'americanizzazione dell'Europa, aver portato nel vecchio continente quello stile di vita sbagliato che provoca grandi disuguaglianze e aumento della criminalità.
Negli ultimi giorni si stanno pubblicando episodi di musulmani per dar come sempre la colpa a loro se il mondo fa schifo e la gente è rincoglionita da 60-70 anni di lavaggio del cervello.Andiamo a vedere anche quello che succede in Italia.Omicidi o gesti senza senso che se lo fa un musulmano è terrorismo mentre gli italiani lo fanno  per colpa della crisi.
A Milano sono 17 giorni che un pazzo colpisce a caso le persone (8 per il momento) e per fortuna che al momento non c'è ancora scappato il morto.Non è un musulmano e dunque sono cose normali...

da LA GAZZETTA DI REGGIO del 27 luglio 2016-Lillo Montaldo Monella

"L'unico baluardo contro la barbarie era un'ideologia ormai "totalmente fallita" ,ovvero quella dell'unità politica,diplomatica e culturale europea.La tragica realtà al momento,però, è che veniamo scossi a ritmo quasi quotidiano da un'entità capace di fare funzionare ottimamente la sua rete di terrore.Una rete  in cui nessun nodo è scollegato dagli altri.Stando così le cose,dunque,non ci resta che pensare in termini strategici e militari,moltiplicando le nostre armi di difesa e contrattacco",

"Quest'azione (attentato di Saint-Etienne-du-Rouvray) assume un rilievo particolare nel gioco dell'Is,che è quello di giungere ad una situazione in cui appaia con sempre maggiore evidenza che si tratta di una guerra di carattere religioso.Lo scopo è quello di scatenare l'islamofobia in Europa"

"Si.Tutti gli obiettivi hanno come comune denominatore l'essere simboli della cviltà occidentale,ma qui siamo in presenza di qualcosa di diverso.Sgozzare un prete in chiesa è una immagine di enorme valore simbolico per noi europei, e l'Is lo sa bene.Basta però con questa storia dei lupi solitari:è evidente che c'è una rete di comunicazione ben funzionante nel cyberspazio ,dove l'Is esiste ed è una entità ben definita.Occorre che ci sia un risveglio dell'intelligence in quanto le falle nel sistema sono palesi".

"Tutto è molto casuale,dipende dalle occasioni che si presentano all'Is e dalla disponibilità di uomini pronti al suicidio.E dipende anche da una certa esigenza di non essere ripetitivi,questo è assodato.Difficilmente vedremo ancora un camion che investe gente ad una manifestazione.Ci sarà  un'escalation anche da questo punto di vista,temo".

"La grande idea era quella dell'Europa di 20 o 30 anni fa:un'egemonia culturale che non esiste al momento e che potesse essere ponte reale ed autonomo con cui fare intendere i grandi imperi.Uno spazio con una grande politica mediterranea di aiuti,di sostegno e di dialogo con quelle forze disposte ad accogliere un processo di modernizzazione (non occidentalizzazione).Questa idea di Europa è totalmente fallita.Adesso non c'è alcuna ideologia,zero di zero:ora bisogna pensare sul piano tattico-militare come rispondere a questo attacco.Come si fa a riprendere questa idea di Europa quando sgozzano i preti per strada? Sarà tanto se non vincono dappertutto i Le Pen,i Salvini e i Trump.Che è palesemente quanto vuole l'Is,esattamente come le Brigate Rosse non volevano il compromesso storico.Il terrorismo gioca sulle lacerazioni dei paesi democratici,da sempre".


martedì 26 luglio 2016

GEERT WILDERS:"Con Trump contro l'immigrazione dei musulmani"



Come fa notare Diego Fusaro in un articolo sul Fatto Quotidiano online, i terroristi se la prendono sempre con persone normali e non politici o uomini della finanza.
Sono per il controllo dell'immigrazione,uno deve essere in regola per entrare e sono sempre stato contrario a spalancare le porte,ma qui il problema è un altro e si chiama globalizzazione neoliberista.
E' una società spaccata in due:ricchissimi da una parte e poveri (ceto medio-basso) dall'altra.Persone diventate degli zombie che vivono nel nome del dio mercato, del dio consumo , cervello azzerato, senza ben che minima capacità di reazione.Certo, poi ci sono anche le guerre e le invasioni inutili però ricordiamoci che nell'Est Europa adesso non c'è nulla e basta guardare il tasso di criminalità che portano in Italia e non solo...

da LA REPUBBLICA del 22 luglio 2016-Francesco Semprini

"E' importante che Donald Trump vince per il popolo americano e per quello europeo.I cittadini,sia lì che qui, non si sentono rappresentati,sono disconnessi da una certa classe politica,abbandonati.Basta guardare immigrazione,terrorismo,criminalità,lavoro".

"Io parlerei di processo irreversibile,il genio non può tornare nella lampada.Penso che sia qui negli Usa che nella Ue ci sarà un profondo cambiamento della politica".

"Io non penso che i musulmani siano cattive persone ed è ridicolo pensare che tutti i musulmani sono terroristi.Quasi tutti i terroristi però sono musulmani.L'abbattimento dei confini in Ue,unito alla dottrina del politically correct a ogni costo, hanno permesso l'ingresso a milioni di persone provenienti da una cultura,quella islamica,che non ha nulla a che fare con i principi di libertà e tolleranza dei nostri Paesi".

"Voglio dire agli amici americani che, se decideranno di accogliere altri musulmani,non dovranno rimanere sorpresi di vedere la sharia a casa loro.E i lupi solitari diventeranno branchi".

"Lo spero.Se il prossimo anno sarò ministro, e i sondaggi fanno ben sperare,la prima cosa che farò sarà lottare per la "Nexit".E' l'unico modo per avere una politica sull'immigrazione forte,cosa impossibile all'interno dell'Ue,perchè Bruxelles non lo permette.Dobbiamo riprendere la sovranità nazionale".

"Non sono contrario al libero scambio,ma deve essere negoziato bilateralmente.La Svizzera è nel cuore dell'Europa ma fuori dall'Ue.Ha maggiore flessibilità per avere accordi con Paesi terzi,ad esempio Cina e a Giappone.Mentre l'Ue sta ancora negoziando,perchè servono anni per mettere d'accordo 28 membri".



lunedì 25 luglio 2016

FABIO BISTONCINI"Davanti a noi lobbisti Di Maio era a suo agio"




Comincia a vedersi la cura Davide Casaleggio, che da quando è morto il padre (anche lui era poco affidabile),il M5S all'improvviso ha cominciato a strizzare l'occhio al potere finanziario.Bellissimo e precisissimo articolo scritto da Claudio Messora sul suo blog (http://www.byoblu.com/post/minipost/lapertura-di-m5s-alle-lobby-e-iniziata-in-europa-parola-di-lobby) che non ha bisogno di commenti.
E il popolo del Movimento 5 Stelle? Lo ripeto:tutto rabbia niente cervello e questi incontri per loro non voglio dire nulla.Sono in difficoltà  per colpa dei ladri che siedono a Montecitorio e palazzo Madama ,prima che arrivassero loro.La finanza per loro non è un problema e certi associazione criminali tipo la Commissione Trilaterale, non sanno neppure cosa sia.


da LA REPUBBLICA del 23 luglio 2016-Andrea Carugati

"Di Maio? con noi era a suo agio,si è presentato come un politico chi fa i conti con la realtà,che è fatta anche dai gruppi che rappresentano interessi,una componente essenziale di una democrazia.Non è un marziano.Se una forza vuole candidarsi al governo non può tenere conto degli interessi organizzati,a meno che non si voglia relegare in un ghetto la politica".

"Credo che nella loro semplificazione elettoralistica intendessero i poteri forti, i soliti noti.Ma ci sono anche interessi sociali e ambientali che vengono rappresentati.Ora invece ci troviamo d'accordo sulla necessità di una regolamentazione chiara della rappresentanza di interessi.Vogliamo che i registri siano obbligatori,non piu facoltativi.
Sui principi siano perfettamente d'accordo col M5S,e dunque credo la proposta di legge che presenteranno non sarà penalizzante per noi".

"Non è vero che il M5S è un partito  che dice sempre di no, e lo dimostrano in una ricerca del nostro centro studi:nel 25% dei casi in questa  legislatura hanno votato insieme alla maggioranza.Hanno fatto approvare 800 loro emendamenti.Per questo studio abbiamo esaminato  circa 35.000 atti parlamentari.Smentendo alcuni pregiudizi sul M5S".

"Tra i miei clienti c'è molto interesse per il M5S,e questo non deve sorprendere il movimento è uno degli attori principali della politica e delle istituzioni italiane,e l'attività di lobbyng non si fa solo a Bruxelles e a Roma,ma anche nei Comuni.Dopo le vittorie di Roma e Torino i gruppi di interesse sono molto piu attenti alle dinamiche di questa forza politica.A partire dai criteri di selezione delle classi dirigenti.Di Maio ci ha detto che nelle giunte di Roma e Torino ci sono molti assessori esterni,che non sono militanti,e che questa è la direzione che intendono scegliere".

domenica 24 luglio 2016

Un immane esercito di zombie telecomandabili...



D'accordo con  quello che scrive Giulietto Chiesa sul sito http://megachip.globalist.it/ e sopratutto ai commenti che pubblico sotto.
Io sono fiero di non far parte di questo esercito di zombie che si è fatto rincoglionire da 60-70 anni di merda. Anch'io utilizzo internet ma solo per fare ricerche sopratutto di quel 5% di persone sveglie che vanno controcorrente.
Dal 1995 ad oggi ho comprato solo due cellulari, il primo nel 1995 che sembrava un telecomando e spesso come un mattone e un tvfonino col collegamento ad internet  nel 2008.Gli altri sono scarti di mio padre che a differenza mia, è un "rincoglionito" e ne cambia uno ogni 2-3 anni.Non ho mai comprato uno smartphone. Uno,che poi ho buttato via perchè si era danneggiata la scheda madre, me lo ha dato mio padre perchè ne ha comprato uno piu moderno e quello che ho adesso perchè me lo hanno regalato per il mio compleanno.Fino ad un mese fa usavo telefonini che potevano navigare (adesso quasi tutti) senza Whatsapp,Twitter, Instagram (ma con Facebook) ,il tempo ogni 3-4 ore, di dare una controllata alle notizie su i siti d'informazione e Come Don Chisciotte.E poi basta.
La cosa tragica è che non stanno subendo il lavaggio del cervello solo i ragazzi giovani ma anche quelli da 30 anni in su...gente impotente ,incapace di usare il cervello che reagisce solo ad insulti, risse oppure come il 18enne tedesco-iraniano di Monaco di Baviera e tanti altri che si sono resi protagonisti di stragi.


SEMINATO IL VENTO, RACCOGLIAMO LA TEMPESTA (Di Giulietto Chiesa)

Anch'io, come Pino Cabras, guardando Nizza (e adesso Monaco di Baviera), più che all'ISIS ho pensato a GTA (Grand Theft Auto). Quando, qualche anno fa, scrissi un articolo contro l'aberrazione dei videogiochi violenti, fui sottoposto a un "shit storm", tempesta di m... organizzata dalle compagnie produttrici di quella m..., utilizzando decine di migliaia di fan dei videogiochi, che protestavano contro la mia proposta di vietarli per legge, in nome della "libertà di gioco", e della "libertà del mercato".


Se guardiamo, di fronte all'ondata assassina di luglio 2016, la Luna invece del dito, capiremo che questo approdo odierno è il frutto della deificazione del Mercato, del Denaro, dell'individualismo sfrenato, della degenerazione libertaria trasformata in arbitrio totale in cui ogni desiderio è diventato legge.
L'impazzimento generale, che attanaglia la società europea è il frutto velenoso di un "modello" sociale e politico disumano, dove l'egoismo, la competizione sfrenata, la violenza sono la regola, mentre la solidarietà e l'amicizia, l'onestà e la civile convivenza sono stati banditi come obsoleti e non "divertenti".
Tutto si tiene. E, anche quando "non si tiene", c'è chi usa il tutto ai suoi fini. Il pazzo che spara a Monaco non è probabilmente, un terrorista, men che mai islamico. È solo un povero disgraziato demente gettato ai margini della società, che "si vendica" in un colpo solo di quello che ha subito. Ma i creatori di questo mostro, i creatori del Dio Mercato, usano le creature impazzite (che loro stessi hanno prodotto su scala planetaria) per cambiare l'assetto sociale. Il terrorismo viene da quella sorgente. E usa il caos che ha prodotto per trarre il massimo profitto politico.
C'è un filo che lega Charlie Hebdo, Bataclan, Bruxelles, Nizza, Monaco, il golpe turco, Daesh, Afghanistan, Libia, Siria, il nazismo di Kiev, l'esclusione della Russia dalle Olimpiadi? Io credo che ci sia. È la crisi, temo finale, dell'Occidente e dell'Impero.
I padroni universali hanno una ricetta: preparare alla guerra, attraverso la paura, i popoli dell'Occidente, per scagliarli contro Russia e Cina. Prima che Russia e Cina siano in grado di fermare la loro follia.
Ragionando in grande - solo ragionando in grande - si vede il disegno. E questo disegno prevede prevede la guerra, come passo obbligato. 


COMMENTI CHE CONDIVIDO AL 100% CHE TROVATE su www.comedonchisciotte.org

GIANNIS: concordo su tutto , 50 anni televisione , 30 di videogiochi e adesso internet, smartphone e facebook ci hanno danneggiato il cervello , la civilta' occidentale fa schifo , siamo un ammasso di rincoglioniti viziati.

1AL:In poche parole, si è creato un immane esercito di zombie telecomandabili, insensibili e pronti a tutto. Decenni di martellante tv spazzatura, falsità, indottrinamento, lavaggio del cervello, rovesciamento di tutti i valori, hanno creato generazioni di decerebrati indolenti nichilisti. In pratica gli hanno formattato i cervelli a zero.
Personalmente, non vedo questa differenza sostanziale, tra il pazzo isolato o il commando di terroristi, l'origine è la stessa, la follia pure, come il risultato finale. E dietro tutto questo, c'è sempre la stessa malefica entità.

venerdì 22 luglio 2016

A Nizza come a New York, bruciate certe registrazioni...




Maurizio Blondet sul suo blog:

"Il municipio di Nizza ha ricevuto una ingiunzione di sequestro dalla Procura di  Parigi:   cancelli  “completamente” le 24 ore di immagini riprese da sei telecamere di sorveglianza (specificamente nominate e  numerate) che hanno ripreso l’attentato del 14 luglio, e anche “tutte le scene che dall’inizio dell’attentato hanno avuto luogo sulla Promenade des Anglais”.
Lo denuncia il Figaro – si noti, il più mainstream del giornali – riportando una frase pronunciata da una (anonima)  fonte  del Comune di Nizza: “E’ la prima volta che ci si chiede di distruggere delle prove”. Aggiungendo: “La città di Nizza e il centro di videosorveglianza potrebbero essere perseguiti se lo fanno, e del resto gli agenti responsabili del dispositivo non hanno la prerogativa di fare tali operazioni”.  La richiesta (continua ilFigaro) sembra tanto più stupefacente  perché lo SDAT (Sotto-Direzione Antiterrorismo, una specie di Digos) ha inviato da venerdì del personale allo scopo di recuperare le 30 mila ore di videosorveglianza legata  ai noti eventi.  La Procura di Parigi (il Parquet)  richiesta di spiegazioni dalFigaro, ha spiegato che la misura mira a “evitare la diffusione non controllata e non padroneggiata  di immagini”  (sic).  Quanto alla polizia nazionale, ecco la sua ‘spiegazione’, se così si può chiamare: “Sulle mille telecamere istallate a Nizza, 140 presentavano   elementi d’inchiesta interessanti. La polizia giudiziaria ha recuperato il cento per cento di queste immagini. La Polizie e il Parquet hanno chiesto di cancellare le immagini di queste 140 per evitarne l’utilizzo malevolo, preoccupati per la dignità delle vittime e la ripresa di queste immagini   da siti jihadisti a scopi di propaganda”.  La distruzione deve essere ‘completa’ perché,  ecco completata la spiegazione, è impossibile procedere a distruzione parziale di questo tipo di materiali"

Anglotedesco pensa che sia tutto organizzato per gettare fango addosso agli islamici, a partire dall'11 settembre 2001.Anche li verrenno bruciate delle registrazioni che mettevano in discussione la versione ufficiale.Leggete:

da CENSURA 2009 (Peter Phillips e Project Censored)-Nuovi mondi
VERSIONI ALTERNATIVE:INSABBIAMENTO DELLE TESTIMONIANZE DEI PRIMI SOCCORRITORI
Per avere un'opinione sulla causa del crollo degli edifici,i giornalisti avrebbero dovuto intervistare i primi soccorritori,invece di limitarsi a fermare i passanti.Quando ci parlarono,però, si concentrarono sulle loro gesta eroiche e sulla loro terribile esperienza.Infatti,quasi senza eccezione, nessuna testata d'informazione riportò il vasto numero di testimonianze relative alle esplosioni avvertite prima e durante la caduta delle Torri.Alcuni soccorritori ebbero, però,l'accortezza di registrare le proprie.Decine di vigili del fuoco raccontarono delle esplosioni avvertite prima e durante la caduta delle Torri.Alcuni soccorritori ebbero ,però, l'accortezza di registrare le proprie.Decine di vigili del fuoco raccontarono delle esplosioni che udirono,in particolare del rumore che sentirono quando le Torri cominciarono a crollare,come un "bum bum bum".Solo a partire dal 202 certi particolari emersero durante le interviste.Thomas Turilli,ad esempio, raccontò che il rumore che aveva sentito ricordava e l'esplosione delle bombe,un bum bum bum ripetuto sette o otto volte,e poi ci fu come una spaventosa ventata e il mio capo ci prese tutti e ci buttò a terra e saltò su di noi,si sdraiò su di noi"Questa è solo una delle decine di testimonianze raccolte fra i primi soccorritori: tutti parlano di esplosioni.
Subito dopo gli attacchi,la città di New York requisì i nastri con le testimonianze degli agenti e il Dipartimento dei Vigili del fuoco proibì a tutti di parlare dell'accaduto,perchè quei nastri si sarebbero potuti usare come prove nei processi.Anche i sindaci successivi,Rudy Giuliani e Michael Bloomberg,continuarono a nascondere le prove.Solo tre anni dopo,in seguito alla continua pressione da parte delle famiglie delle vittime e all'azione legale intrapresa dal New York Times, la città permise finalmente la diffusione delle testimonianze registrate"Per via del modo in cui gli edifici si disintegrarono e crollarono,anche gli altri osservatori avanzarono il sospetto che non si trattò di un semplice "collasso" delle strutture.Infatti,il presentatore della CBS Dan Rather disse che "quel crollo ricordava l'abbattimento di un edificio per mezzo di cariche di dinamite".Peter Jennings ,della ABC News, notò la stessa affinità. Dall'11 settembre ,comunque,nessuno fra gli organi d'informazione controllati dalla corporate ha mai sottolineato questa analogia".




giovedì 21 luglio 2016

BREXIT.Intervista ad un trader italiano che lavora nella City




Il trader si chiama Federico Ferrari nato a Parma,laureato alla Bocconi di Milano,da un anno lavora nella City di Londra.

da LA GAZZETTA DI PARMA del 19 luglio 2016-Patrizia Ginepri

"Dopo l'esito del referendum,ha prevalso inizialmente lo sgomento generale.Sopratutto perchè nei giorni precedenti tutti scherzavano sulla Brexit,ma nessuno aveva pensato a una vittoria del "leave".Anche a distanza di qualche settimana,i colleghi inglesi sembravano quasi vergognarsi dell'accaduto,come se si sentissero ,in qualche modo i responsabili di un misfatto".

"Dal punto di vista del business che riscontro nel mio lavoro posso dire che si è registrata una sorta di congelamento degli investimenti in strutture legalmente piu complesse,con molti flussi,al contrario. La verità è che, mentre prima si poteva associare l'incertezza a un evento preciso,adesso non siriesce a capire quanto e come effettivamente possa evolvere la situazione".

"Diversi colleghi stanno iniziando a preparare piani nel caso si dovesse ricevere un invito/ordine a spostarsi da Londra.Per i ragazzi all'inizio della loro carriera può essere qualcosa di non particolarmente traumatico e lo stesso vale per chi è a livello dirigenziale,il vero problema è per chi si trova  in una fascia intermedia chi ha risparmiato e investito in una casa a Londra,ad esempio, con lo spettro di una perdita di valore consistente che non è del tutto improbabile visto quello che stanno realizzando i fondi di investimento nel real estate Uk chi si trova in quella posizione è spiazzato di fronte alle difficoltà che comporterebbe uno spostamento"

"A mio avviso,lo status internazionale della città non cambierà.Qualche azienda si sposterà del tutto o in parte,ma i contraccordi non saranno eccessivi per i giovani stranieri rimarrà comunque un polo d'attivazione importante,anche perchè penso che la Gran Bretagna troverà un accordo soft per la circolazione delle persone in ambito Ue. Un fattore che può frenare i flussi migratori verso Londra (oltre a eventuali incertezze legate a visti/permessi  di soggiorno) è la sterlina debole un motivo che rendeva interessante spostarsi a Londra era il fatto di riuscire a guadagnare di più e risparmiare qualcosa.Con il calo della sterlina,questo incentivo venne a mancare.Rimane tuttavia,l'attrattiva della città e il fatto che offra possibilità di crescita professionale maggiore che in altri contesti europei".

"Per quanto riguarda l'attenzione verso le banche italiane,sicuramente è uno dei temi principali del momento;in un mercato in cui sembra prevalere un ottimismo ingiustificato,il minimo segnale di cedimento potrebbe dare inizio a una reazione a catena potenzialmente difficile da arginare,visto che le banche centrali stanno facendo già pieno uso degli strumenti a loro disposizione.Ogni notizia in ambito europeo viene pesata e le nostre banche e la nostra politica economica dell'Unione Europea,visto che eventuali salvataggi non dipenderebbero solo da noi".

mercoledì 20 luglio 2016

Si assume solo coi voucher (56,7 milioni venduti)



Non sono affatto sorpreso da questo precisissimo articolo scritto da Antonio Castro.Lo ripeto per l'ennesima volta:con il modello economico neoliberista i ceti medio-bassi si dovranno accontentare fino alla morte, di contratti brevi,precari, la festa è finita otto anni...Per cambiare il mondo ci vuole la guerra...e purtroppo con molti morti...


da LIBERO del 20 luglio 2016-articolo di Antonio Castro

Era prevedibile ma l durezza del dato convalidato (primi 5 mesi dell'anno) la dice lunga sulla fantomatica ripresa (che non c'è),e sulla reale consistenza degli interventi,in politica economica di rilancio.L'Osservatorio sul precariato dell'Inps (quanti Paesi Ue hanno un ufficio solo per monitorare i precari),scandisce che tra gennaio e maggio 2016 le assunzioni hanno subito un brusco calo.
Tra gennaio e maggio,puntualizza l'Inps ,"quelle riferite ai soli datori di lavoro privati,sono state 2.076.000 con una riduzione di 263.000 unità rispetto al corrispondente periodo del 2015 (-11,2%).Questo rallentamento ha coinvolto essenzialmente i contratti a tempo indeterminato: -280.000 ,pari a -34% sui primi cinque mesi del 2015".
Certo, è pur vero che nel 2015 il generoso bonus assunzioni (oltre 8.060 euro per 3 anni) aveva fatto da carburante,sopratutto a fine anno quando già si intuiva che il governo avrebbe ridotto lo sconto speso a quasi 3.000 euro per un biennio.
Sta di fatto che pure le trasformazioni da tempo determinato a indeterminato (con il Jobs Act Renzi cambia solo l'entità dell'indennizzo in caso di licenziamento),sono diminuite.E infatti il "flusso di trasformazioni a tempo indeterminato" è diminuito del 37%.
E infatti nei primi 5 mesi 2016 le assunzioni con esonero contributivo biennale,come previsto dalla legge di Stabilità 2016,sono state pari a 158.841,le trasformazioni di rapporti a termine che beneficiano del medesimo incentivo ammontano a 43,426,per un totale di 202,267 rapporti di lavoro agevolati.Insomma,il 30,0% del totale delle assunzioni/trasformazioni a tempo indeterminato,ha una percentuale pari alla metà di quella registrata con l'esonero contributivo triennale nel corso del 2013 (60,8%).
E' significativo che "i contratti a tempo determinato,nei primi cinque mesi del 2016,registrano 1.441.000 assunzioni,in linea con gli anni precedenti (+0,6 sul 2015,e +1,2% sul 2014).Le assunzioni con contratto di apprendistato sono state 90.000,con un incremento del 10,4% sul 2015.Le cessazioni complessivamente risultano diminuite risultano diminuite dell'8,9%.
Interessante anche la distinzione per classi di reddito dei nuovi assunti:delle 544.621 a tempo indeterminato avviate nei primi 5 mesi del 2016,solo 14.196 prevedono una retribuzione lorda superiore ai 5.000 euro.25.335 sono invece quelle sotto i mille euro.Tra i 251 e 1.750 euro lordi, si concentra quasi la metà delle assunzioni,ovvero 248.963 posizioni pari al 45%.Nel totale delle assunzioni,ovvero comprendendo quelle a termine e gli apprendisti,tali fasce riguardano 903.829 posizioni sul totale di 2,076,405 pari al 43%.Un posto di lavoro certo,ma non compensi modesti che lasciano ben poco spazio per rilanciare gli attesi consumi.
Che ci sia una maggiore attenzione a impegnarsi,nonostante la nuova facoltà di licenziamento, è dimostrato dal continuo boom dei voucher.Infatti nello stesso periodo sono stati venduti 56,7 milioni di voucher (da 10 euro),destinati al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio.Nonostante il dibattito politico,gli interventi promessi e attuati nel 2016,è continuato a crescere il ricorso ai buoni lavoro (+43%).Non a caso la Cisl parla di voucher che coprono "lavoro nero e grigio",e la Confervescenti ammette che l'incertezza della ripresa fa da traino a questi sistemi di pagamento e lavoro.

martedì 19 luglio 2016

STRAGE DI NIZZA.Presto risarcimento per le famiglie delle vittime



Con l'attacco di Nizza dove sono morte 84 persone ( 6 italiani) e piu di 200 feriti e migliaia in stato di shock,il FGTI (Fondo di garanzia di terrorismo e altri reati) è l'organismo incaricato per prendersi cura finanziariamente delle vittime e cercherà di farlo al piu presto dice il governo francese.
Per la Francia il 2015-2016 è stata un'annata davvero devastante.Oltre alla strage di Nizza bisogna aggiungerci Charlie Hebdo (12 morti), Hyper Hide nel gennaio 2015 (4 morti),la tragica sera del 13 novembre 2015 dove persero la vita ben 130 persone tra Stade De France per l'amichevole Francia-Germania e la discoteca Bataclan.
Secondo il FGTI   a luglio le richieste di risarcimento sono 2600 e solo per le vittime del 13 novembre sono stati pagati 37 milioni di euro.
Sempre secondo il FGTI il fondo a disposizione per il risarcimento è di 1,3 miliardi di euro.Già entro la fine di questa settimana si dovrebbe fare qualcosa per i familiari della tragedia di Nizza.


lunedì 18 luglio 2016

11 miliardi di bond "sottozero".Tremate gente tremate!



Questi sono gli articoli da leggere, sono noiosi ma dicono la sacrosanta verità su chi comanda il mondo e perchè viviamo un momento drammatico che poi porta anche agli attentati.Tutto per colpa della finanza, degli speculatori finanziari, dei mercati.
Il 95% degli esseri umani ha il cervello manipolato, prendono di mira sempre i bersagli sbagliati.Mettetevi il cuore in pace, per voi (Anglotedesco compreso, anche se io mi adatto a tutte le stagioni,mi ritengo una persona intelligente che non si fa condizionare da nessuno) non c'è piu nessuna speranza e sarete costretti a  cercare l'elemosina sui treni,davanti alle chiese oppure a fare gli "artisti di strada".
I principali mercati che tengono in piedi l'economia mondiale stanno crollando ed è in arrivo una crisi peggiore di quella del 2008....
Scagliatevi uno contro l'altro come Pitbull...

da REPUBBLICA AFFARI E FINANZA del 18 luglio 2016-Pezzo di articolo di Federico Rampini

Paul Krugman e molti altri stanno insistendo su questo tema:che cosa sta cercando di dirci il mercato mondiale dei bond (titoli pubblici,obbligazoni)? Come decifrare i suoi segnali, apparentemente impazziti? Una premessa: piu delle Borse,le cui osciliazioni sono spesso prive di significato come indicatori di lungo termine sulla salute dell'economia reale,è il mercato dei Bond il barometro piu affidabile per capire dove va l'economia mondiale.Per una serie di ragioni perchè il mercato dei Bond è piu grosso,poi perchè tratta titoli che rappresentano un anello di collegamento fra lo stato delle finanze pubbliche o aziendali da una parte,dall'altra le scelte di medio-lungo periodo di investitori istituzionali come i fondi pensione e le compagnie assicurative.Fatta questa premessa,il passo successivo non è rassicurante in questo momento se preso alla lettera,un mercato dei bond dove 11.000 miliardi di dollari di titoli hanno rendimento negativo,è un preannuncio di recessione mondiale.Nonchè di deflazione a perdita d'occhio.Tuttavia qualcosa è cambiato nella natura stessa di questo mercato per effetto delle politiche di "quantitative easing" delle banch centrali,sicchè non sappiamo che sta prevedendo con certezza una recessione,o se invece ci sta dicendo che le nuove politiche monetarie hanno scatenato una rivoluzione copernicana in tutte le aspettative degli investitori. Se questo è vero, il barametro dei bond sarebbe diventato molto meno affidabile di una volta,o quantomeno non potremo fare analogia tra le sue previsioni di oggi e quelle di ieri,perchè un attore importante come le banche centrali ha in qualche modo truccato il barometro interferendo pesantemente col suo funzionamento,ancorche a fin di bene il capitalismo ha generato benessere diffuso grazie a queste due spinte propulsive.Che si sono esaurite ,o si stanno esaurendo ,entrambe.La popolazione ha smesso di crescere da tempo nei paesi avanzati,ma ormai anche la Cina è sotto l'effetto della denatalità e subisce un veloce  invecchiamento della sua forza lavoro.Nel breve termine c'è chi riesce a contrastare o attituire la proprio denatalità facendo ricorso all'immigrazione,per esempio gli Usa.
Ma l'apertura all'immigrazione incontra resistenze politiche sempre piu forti.E comunque, se a livello planetario rallentano le nascite,prima o poi anche il ricorso all'immigrazione non potrà compensare una demografia stagnante.In quanto al progresso tecnologico, è il grande mistero del nostro tempo.Se ne parla tanto,se ne vede poco.O meglio,sono invisibili i suoi effetti sulla produttività.

domenica 17 luglio 2016

Il mondo ai tempi del tasso zero




Il tasso zero è un mondo nuovo.Da quando il capitalismo esiste,il denaro aumenta da solo.Oltre al capitale,ci sono gli interessi sul capitale e gli interessi sugli interessi.Il capitale  si muove da solo.L'interesse  da forza ai creditori e fa avanzare i debitori.Per questo il tasso zero fa esultare gli avversari del capitalismo.E' qualcosa di piu grande di un paio di scaffali vuoti in un supermercato del Venezuela,solo che fuori del mondo della finanza nessuno lo ha ancora capito.Il tasso d'interesse è insito in tutto ciò che è capitalismo visto che il ciclo  economico si basa sul denaro.Ogni nuova azienda,ogni nuovo prodotto devono garantire un rendiconto piu alto del tasso d'interesse.Altrimenti,invece d'investire,un creditore potrebbe depositare il suo denaro in banca e limitarsi a incassare gli interessi.Se il tasso d'interesse non esiste piu,allora meglio andare in vacanza che in banca.
La terra ruota alla velocità voluta dal tasso d'interesse.Piu è alto, piu vale la pena di aspettare domani.I tassi d'interesse misurano il valore del futuro.Sono l'occhio con cui il capitale guarda al futuro.Evitare di mangiare il chicco di grano oggi e conservare il raccolto domani:è questo l'inizio della nostra  civiltà.
Ma senza tassi d'interesse non ci sarebbero debiti perchè denaro si presta  solo per ricavarne qualcosa in cambio.Forse è stato questo che ci ha frenato dal fare subito tutto quello che ci veniva in mente, che ci ha fatto sviluppare leggi, stati e reazioni.Qualunque sistema vigesse e qualunque potere governasse,il punto è sempre stato l'amministrazione del futuro.Così è sorto il mondo in cui viviamo.
Ma nel 2007,il futuro è imploso.Il valore di tutti i titoli finanziari che all'epoca erano venduti e comprati ovunque,documenti Pdf pieni di percentuali che promettevano futuri migliori,lunghi contratti che risucchiavano capitale come spugne, è diventato incalcolabile.Allora il contenuto di questi documenti è diventato all'improvviso oscuro.Bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno?
Nessuno lo sapeva piu:il valore si disgregava.Da qualunque parte si guardasse,il dubbio riduceva in polvere qualsiasi futuro.Così è arrivata la crisi finanziaria,che si è trasformata in uno Stato d'emergenza permanente.A un certo punto i ministeri dell'economia non hanno piu saputo cosa fare e si sono rivolti alle ultime istituzioni che potevano ancora fare qualcosa:le banche centrali.
Gli organismi che stampano il denaro e determinano i tassi d'interesse:i custodi dell'economia di mercato.Le banche centrali hanno  analizzato la situazione e hanno optato per il tasso zero.Prima negli Usa e poi in Europa.
Il tasso zero regna nell'Unione europea,in Svizzera,in Giappone e, piu o meno anche negli Stati Uniti.E' un fenomeno relativo a quelle società che hanno vissuto bene e abbastanza a lungo del loro denaro,e dove ora vengono evocati il futuro e il passato allo stesso tempo:postmoderno,post comunismo, postpunk,postcapitalismo.Tutto sembra finito,il domani è in vista,ma non arriva mai.

HANNES GRASSAGER,ONEPAGE-Traduzione l'INTERNAZIONALE

venerdì 15 luglio 2016

PAOLO BECCHI:"Spendiamo di piu restare in Europa che per le ferrovie"



Tutto vero quello scritto dall'ottimo (come sempre) Paolo Becchi:è piu quello che l'Italia da che quello che riceve.Però qui c'è da dire una cosa.Sovranità monetaria o no, Banca d'Italia pubblica o no, c'è sempre stata un enorme differenza tra il Nord e Sud.Mio padre nel 1972 ci fece il militare da quelle parti (per la precisione a Barletta), e anche senza i vari trattati europei, la situazione era quella che era.Colpa ovviamente dei politici .Non si può dire che i soldi da quelle parti lo Stato non gliele abbia mai mandati...


da LIBERO del 15 luglio 2016

La terribile tragedia ferroviaria in Puglia riapre come per magia la stucchevole polemica "sull'Unione Europea buona che stanzia fondi per adeguare le infrastrutture mentre la nostra classe dirigente lazzarona.Non li spenderebbe.Al netto delle deprecabili lungaggini burocratiche che soffocano il nostro Paese,occorre dare un pò di chiarezza.Che i fondi della UE non spuntino fuori dalle miniere di carbone di Charlie-Roi dovrebbe essere abbastanza evidente.Ed è altrettanto evidente che i fondi che la Ue mette a disposizione dei singoli Stati non possono arrivare dai bilanci dei Paesi aderenti e scopriremo alla fine in quale misura per quanto riguarda l'Italia.Ma ciò che molti in buona fede ignorano è che gli enti locali destinatari dei fondi europei (che ripetiamolo,sono soldi nostri) sono quasi sempre obbligati a "cofinanziare" i progetti di investimento con altrettanti fondi da attingere al bilancio della collettività.In altre parole la Ue ci restituisce grosso modo la metà dei nostri soldi,ci dice pure li dobbiamo spendere e non paga di tutto ciò ci impone di mettere altrettanti soldi nostri per realizzare quelle opere.Non dovrebbe sfuggire a nessuno, credo,che spesso gli enti assegnatari non abbiano purtroppo la disponibilità per "cofinanziare" le opere in quanto torturati da politiche di bilancio restrittive:il patto di stabilità interno, non dimentichiamolo,obbliga tutti gli Enti a razionare ogni e qualsiasi spesa (inclusi gli investimenti),pur di rispettare il demenziale vincolo che impone al deficit di non superare la mistica soglia del 3% del Pil.

Ciò che spesso purtroppo nei dibattiti si trascura e l'effettiva entità del costo dalla Ue sul bilancio della nostra Repubblica.Vi dò in proposito alcuni numeri rielaborati dal gruppo "Telegram Me No-Europa" sulla base dei dati forniti dalla Ragioneria Generale dello Stato,dal 2001 al 2014 l'Italia  ha versato all'Unione quasi 71 (settantuno) miliardi in piu rispetto a quelli che sono stati riaccreditati sui bilanci  degli Enti per finanziare (pardon cofinanziare) le tante infrastrutture del nostro Paese.A detta cifra si aggiungono i fondi che l'Italia ha prestato a vario titolo agli Stati in difficoltà come Grecia e Irlanda affinchè rimbossassero i prestiti incautamenti erogati dalla banche tedesche e francesi.Tutti i soldi cioè che l'Italia non ha destinato al finanziamento della propria economia.La Banca d'Italia ci dice che al 31 dicembre 2014 detti crediti erano 60 miliardi.In pratica ,dal 2001 al 2014 abbiamo versato all'Unione Europei quasi 131 miliardi in piu rispetto a quanto l'Unione ce ne ho restituiti;ossia piu di 25 milioni al giorno.
A fronte di queste cifre, volete sapere quanto sarebbe costato il raddoppio della tratta Corato-Andria interessato dal tragico incidente ferroviario del 12 luglio? Vi riporto le testuali parole di questo articolo pubblicato dal Sole 24 Ore il giorno 10 marzo 2016 a firma di Vincenzo Rutigliano:"Sarà messo in gara dopo il via libera della Regione al progetto definitivo,un altro lotto del Grande Progetto,quello del raddoppio del tratto Corato-Andria,in tutto 25 milioni di euro".Avete capito bene? Il raddoppio della tratta ferroviaria Corato-Andria costerebbe quanto un semplice giorno di permanenza dentro l'Unione Europea.

giovedì 14 luglio 2016

NICOLA STURGEON:"La mia Scozia vuole restare nella Ue"




Peggio per voi cari scozzesi, vuol dire che volete restare schiavi degli Usa-UE per sempre. Avete votato per restare nella Gran Bretagna, adesso dovete accettare il risultato...

da IL RESTO DEL CARLINO del 14 luglio 2016-pezzo di intervista di Deborah Bonetti

"Rispetto molto la nuova premier britannica e spero che potremo lavorare bene insieme.Sulla Brexit,riconosco che li ha un mandato, almeno per quanto riguarda l'Inghilterra ,il Galles,che hanno votato per lasciare la Ue,ma la Scozia ha votato per restare e io ho il dovere di proteggere il nostro status all'interno della Ue.Le chiederò di mantenere aperte tutte le nostre opzioni,da quella di un nuovo rferendum sull'indipendenza ad altre possibilità,che saranno tutte eliminate,come lo status delle isole del canale; di Gibilterra o di altri come Norvegia,Svezia o Groelandia".

"Nel 2104,gli scozzesi hanno votato per restare in un Regno Unito che era parte dell'Ue.Ce l'avevano proprio promosso:"votate per l'Unione e restare nella Ue.Adesso,invece,è tutto cambiato e quello  per cui abbiamo votato non esiste piu.Un nuovo referendum sull'indipendenza non è l'unica opzione ma,se dovesse essere l'opzione migliore,gli scozzesi hanno il diritto di sceglierla".

"Per Theresa May il significato Brexit è diverso dal mio.Per me Brexit non vuol dire Brexit,perchè non riflette il voto degli scozzesi.Io rappresento la Scozia e il volere del mio popolo.Il Regno Unito è un'unione di stati, che in questo caso hanno votato in modo  molto diverso.Non ci possono forzare la mano.Possiamo rivedere la situazione insieme".

"Theresa May dice di essere stata pro-Remain,ma era piu visibile per la sua assenza durante tutta la campagna referendaria.Mi auguro che sfoggi maggiore leadership adesso che è diventata primo ministro per la Scozia,come io rispetto il suo.Ma possiamo restare nella Ue tutti assieme".


mercoledì 13 luglio 2016

La parentopoli a 5 Stelle...



Chi vota Movimento 5 Stelle è una persona arrabbiata e con poco cervello, che non capisce in che mondo vive e chi sono i veri responsabili di questa situazione.Un popolo di menefreghista come quello italiano (almeno il 95%), intontito da 70 anni di scemenze, si merita questo mondo.Se oggi ci fossero persone straordinarie come Niccolò Macchiavelli,Antonio Gramsci o Primo Levi,   verrebbe etichettate come persone asociali, noiose da non prendere sul serio.
Tornando alla politica, siamo in difficoltà per colpa della dittatura finanziaria che sta massacrando il ceto medio-basso ma la stragrande maggioranza della gente non lo capisce e se la prende con la Casta.Bisogna mandare affanculo i vecchi partiti e dar fiducia al Movimento 5 Stelle.
A me interessa poco, ma visto che se la prendono con gli altri partiti per i casi di parentopoli, loro non sono da meno...


da LA REPUBBLICA del 13 luglio 2016-pezzo di articolo di Giovanna Vitale

Alla faccia della sbandierata diversità 5 stelle.I quali,per selezionare la classe dirigente,usano ormai lo stesso criterio degli altri partiti:la fedeltà alle persone che contano, prima che ai principi.Capita perciò che l'assistente alla comunicazione del deputato Enrico Baroni,Mario Podeschi,venga nominato assessore al Sociale in V municipio.Mentre l'architetto Giacomo Giususa,consulente per le tematiche ambientali dell'onorevole Vignaroli,compagno della senatrice Taverna,conquisti la delega all'Ambiente e lavori pubblici in XI.Con il dipendente Atac Alfredo Compagna,appena eletto  presidente in XVI,a suo tempo candidato per aver condiviso i banchi di scuola con Andrea Severni,marito separato di Virginia Raggi ,che proprio in quel territorio risiede.Dove è risultato eletto pure il suo avvocato,che però poi ha rinunciato.
E' infatti la famiglia il canale privilegiato dei 5 Stelle per entrare nelle istituzioni.La prova è l'VIII municipio:in consiglio siedono Teresa Leonardi (40 preferenze) ed Eleonora Chisena (91),madre e figlia:Giuseppe Morazzano (41 voti) e Luca Morazzano (34),padre e figlio.Basta vasta parentela,un pò di organizzazione e il seggio è assicurato.Da declinare nella "variante Mastella", ovvero le coppie che fanno carriera insieme.
Daniele Diaco e Silvia Crescimanno erano fidanzati quando, nel 2013,approfittando della doppia preferenza di genere,divennero entrambi consiglieri in XII.Nel frattempo si sono sposati.Oggi lei è presidente del Municipio,lui ha preso uno scranno in Campidoglio.Dove nello staff della neosindaca,sta per entrare Francesco Silvestri,ex collaboratore del senatore Endrizzi,già fidanzato di Ilaria Loquenzi ,capo comunicazione alla Camera. In ossegui alla teoria Nugnes,verace senatrice partenopea: "quando scegliamo il nostro esercito, i soldati devono essere fedeli".

martedì 12 luglio 2016

GIORNALISTI AMERICANI TERRORIZZATI DAL BREXIT.James Surowiecki




Purtroppo il 95% vive da rincogllionito da 60-70 di menefreghismo e non si rende conto in che mondo vive e chi sono i colpevoli, se la prendono tutti con chi è piu facile prendersela.
L'Unione Europea è sotto controllo degli Stati Uniti d'America,la Gran Bretagna è la principale alleata e non vuole perderla.Gli Usa, in primis la marionetta di Wall Street Barack Obama e quasi tutta la stampa sono terrorizzati dal fatto che prima o poi l'Unione Europea di disunisca, che venga totalmente smantellata e che si ribelli a loro.Adesso l'Europa è nettamente inferiore agli Stati Uniti ,nonostante le scemenze di Romano Prodi,ma un domani potrebbe tranquillamente fare a meno del Paese piu prepotente e ipocrita del mondo.

da L'INTERNAZIONALE 

I sostenitori dell'uscita ripetono che ora il Regno Unito potrà liberarsi da obblighi sgraditi,la libera circolazione dei lavoratori,i contributi al bilancio comunitario e le pedanterie normative,senza mettere in pericolo l'accesso al mercato unico europeo.Andatelo a dire al resto d'Europa.I leader europei avevano avvertito che il Regno Unito correva il rischio di restar fuori dal mercato unico.Recentemente,in occasione di un vertice tra i capi di stato dell'Unione,il messaggio è stato ribadito.Queste minacce potrebbero non essere solo un bluff.I mercati intatti, prevedono un atterraggio molto piu duro di quanto promesso." se i britannici credono di poter negoziare un accordo speciale si sbagliano di grosso", mi ha confidato Nicolas Veron del centro studi europeo Bruegel.Lo scenario piu plausibile è che il Regno Unito firmi un accordo simile a quello negoziato di recente dal Canada,che pagherebbe pochissimi dazi doganali e potrebbe venderle i suoi prodotti sul mercato europeo senza accettare la libera circolazione dei lavoratori.In questo modo Londra potrebbe continuare a vendere i suoi impermeabili in Europa e i tedeschi continuerebbero a vendere Bmw ai britannici.Sembra una soluzione ideale,ma per i britannici ci sarebbe un grosso inconveniente:questo accordo non copre i servizi bancari e finanziari.Oggi le aziende che hanno sede nel Regno Unito possono operare liberamente nell'Unione in base a un sistema chiamato passporting.Se il Regno Unito perderà questo diritto,è probabile che le banche spostino le loro attività da Londra a Parigi, a Francoforte o ad Amsterdam.Questo danneggerebbe gravemente l'economia britannica,perchè i servizi bancari sono una delle principali industrie del paese.Ridurre la dipendenza dai servizi bancari potrebbe essere un bene,ma la transizione sarebbe devastante-

lunedì 11 luglio 2016

JUVENTUS.Accordi tra dirigenti(qualcuno), ultrà e n'drangheta




E le società hanno il coraggio di dire che non conoscono gli ultrà? Quante volte lo abbiamo sentito da quando è nato il calcio...in realtà hanno sempre fatto affari loschi con la tifoseria organizzata e l'articolo che pubblico sotto preso dal Corriere della Sera di oggi è l'ennesima prova.
Oggi mi sono dedicato all'argomento calcio perchè proprio ieri sono finiti i mediocri campionati europei con giocatori di livello vicino allo 0 e poi  vedere delle persone diversamente intelligenti (per non dire altro) piangere perchè la propria nazionale di pallonari corrotti, omertosi e che hanno rapporti con tutti i tipi di delinquenza, è stata eliminata ai rigori dalla Germania.
Come gioco il calcio mi piace, la domenica se non ci sono manifestazioni o convegni da seguire, lo guardo (piu calcio inglese,spagnolo,tedesco che italiano),mi piacciono le giocate, le mosse tattiche degli allenatori, ma finito il match spengo il televisore e di commenti non ne voglio proprio sentire.Ogni tanto sull'autobus ne parlo con una persona, però gli concedo sempre 61 secondi e non di piu.
Il problema è che tutti sono rincoglioniti da questo sport, pure persone che dovrebbero fare ben altro...

da IL CORRIERE DELLA SERA dell'11 luglio 2016-Gianni Santucci 

Lo storico capo dei Drughi proclama uno sciopero del tifo per Juve-Toro del febbraio 2014.La telefonata interessante avviene due giorni prima.Rocco Dominello,all'epoca 38 anni, figlio di Saverio,apparentemente alla cosca Pesce/Bellocco di Rosarno (il gotha della ndrangheta) si offre  di fare da mediatore.Non chiama un criminale,ne un picchiatore da stadio.Telefona ad Alessandro D'Angelo, "security manager" della Juventus.Ed è proprio quest'ultimo a pronunciare la frase che scolpisce il marcio nei rapporti tra società calcistica e tifosi in Italia".Io voglio che voi state tranquilli e che viaggiano insieme,allora se il compromesso è questo a me va bene! Se gli accordi saltano,ognuno faccia la propria strada".Gli accordi sono :la società (o almeno alcuni suoi dirigenti apicali) concede i biglietti che gli ultrà (o la criminalità) sfruttano per il bagarinaggio; in cambio,ottiene la calma nei rapporti con i tifosi.

Lo Juventus Stadium viene celebrato fin dalla sua costruzione come il simbolo della società che stia traghettando il calcio italiano verso il Rinascimento.Secondo l'inchiesta della Procura di Torino,tra le tribune di quello stadio,si sarebbero invece intrecciati,tra 2013 e 2014,torbidi  accordi tra alcuni dirigenti della società (non indagati), ultrà n'drangheta.
Il 23 ottobre si gioca  Real Madrid-Juventus (Champions League).E' qui emerge una figura chiave nell'inchiesta.Fabio Germani: fondatore di "Bianconeri d'Italia" ,organizzazione no profit di tifosi.E' lui che ha accreditato il giovane Dominello ai piani alti della Juve.Ed sempre lui che, prima della partita di Champions,contatta Giuseppe Marotta,amministratore "massima riservatezza" negli stessi giorni Dominello smercia 10 biglietti e se li fa pagare (750 euro) con un assegno intestato alla Juventus,piu di 200 euro in  contanti,che sono il suo guadagno.Storicamente i gruppi ultrà hanno una primaria fonte di guadagno.Quando le partite sono da tutto esaurito,hanno comunque i biglietti.Potere e guadagni che solo le società possono concedere (o meno).
Secondo  i pm e il gip torinese,in questo caso è stata direttamente la n'drangheta a "fondare" un gruppo ultrà (i gobbi) per entrare nel business del bagarinaggio.Ma ogni tanto qualcosa va storto.A gennaio 2014,un tifoso manda via email alla Juve lamentandosi di aver pagato 640 euro un biglietto per Juve-Real Madrid.La società scopre che quel tagliando rientra nella quota "nera" trattata da Rocco Dominello.Allora Stefano Merulla,responsabile "ticket office"del club chiama il suo contatto Germani e si lamenta:"L'hai portato tu e l'hai presentato in un certo modo.Non so che mestiere faccia,ma ho la percezione che abbia un'influenza abbastanza forte nella curva".
Come dire:lucrare si,ma con cautela.Dalle carte si comprende che alcuni dirigenti della Juve probabilmente non avevano idea dello spessore criminale dell'interlocutore.Il security manager però,spiega il gip, "trovata comunque un espediente per aggirare i divieti ufficiali a favore di Dominello".Il 15 febbraio 2014,in un bar do via duchessa Jolanda a Torino,gli investigatori seguono un incontro tra Germani,Dominello e Marotta secondo la ricostruzione, i tre parlano di un provino alla Juve per il figlio di Umberto Bellocco ,del clan di Rosarno (il ragazzo non verrà presa).

domenica 10 luglio 2016

Perchè gli interventi della BCE sono inadeguati a superare la crisi



La Banca centrale europea (BCE) ha effettuato tre tipi principali di interventi "non convenzionali" (diversi cioè dalle modifiche dei tassi d'interesse) per limitare gli effetti della crisi.
In un primo luogo,ha acquistato grosse quantità di Titoli di Stato italiani, spagnoli,greci,portoghesi e irlandesi per sostenere i prezzi.Se proseguita, questa strategia porterebbe alla transfer union di cui si sono visti i limiti.Infatti è stata fortemente criticata dalla Germania,che allo transfer union si oppone,fino a portare,nel corso del 2011,alle dimissioni dal consiglio direttivo della BCE di due membri tedeschi (Weber e Stark.
In secondo luogo,tra fine 2011 e inizio 2012 sono tate attivate operazioni di LTRO (Long Term Refinancing operations) per circa 1000 miliardi di euro.In pratica,la BCE ha erogato finanziamenti fino a tre anni di durata,al tasso dell'1%,a un ampio ventaglio di banche europee,prendendo a garanzia attività finanziarie quali (principalmente) Titoli di Stato dei vari Paesi.
La LTRO sono state utili perchè molte banche europee rischiavano di non riuscire a raccogliere fondi sul mercato intercreditizio o tramite raccolta dal pubblico, e quindi di avere grossi problemi a rifinanziare impegni in scadenza (tra cui prestiti obbligazionari).Si è quindi evitato il fallimento di qualche grosso istituto.
E' stato notato (e da molti criticato) che le banche non hanno,con queste grandi masse di liquidità,espanso il credito ,ma l hanno lasciate "parcheggiare" (per la parte non necessaria a far fronte a impegni in scadenza) in depositi presso la BCE.
Queste critiche però ignorano un importante elemento.Le politiche di deflazione interna via austerità,come visto, deteriorano consumi,redditi,risparmio,valori immobiliari:tutti i fattori alla base della qualità di credito di aziende e privati.
Di fronte a questa situazione,una banca ha grandi difficoltà ad adottare politiche di espansione del credito.

da LA SOLUZIONE PER L'EURO-Marco Cattaneo e Giovanni  Zibordi (HOEPLI)

venerdì 8 luglio 2016

Il 57% dei giovani è precario.Renzi accontenta la dittatura neoliberista...




Operai, impiegati di banca, tutto il ceto medio-basso, mettetevi il cuore in pace:è finita.Con questa dittatura neoliberista dovrete vivere o da precari o da disoccupati.Gli operai poi saranno quelli messi peggio, vivrete come "ergastolani in libertà", due settimane di qua, tre di là , anni disoccupati e mai un posto fisso.Vi ricordate nei telefilm degli anni 70' quando si vedevano gruppi di neri seduti sui gradini sperando che passasse un caporale per farli lavorare e farsi pagare la giornata? Qui in Italia li guardavamo divertiti, non succedeva da noi, avevamo il posto fisso...Adesso è cambiato tutto...
Leggete i dati sotto e mi raccomando, continuate a votare Pd solo perchè è un partito di centrosinistra....


da IL MANIFESTO dell'8 luglio 2016

Il 57% dei giovani italiani under 25 è precario.Secondo l'Employment Outlouk dell'Ocse,presentato ieri a Parigi,la loro percentuale è aumentata tra il 2014 e il 2015 dal 56% al 57,1%.Cresce anche la permanenza del meno di un anno sullo stesso posto di lavoro precario: dal 37,9% del 2014 al 43% del 2015.Peggio dell'Italia fanno solo Spagna e Grecia.Sono i giovani piu colpiti dalla crisi:il loro tasso di disoccupazione era al 40,3% a fine 2015,sotto il picco del 42,7% del 2014 ma doppio rispetto al 2007,il terzo peggiore dell'Ocse dopo Grecia e Spagna.In 10 anni il tasso di occupazione giovanile è crollato:nel 2015 era al 17,3% (dal 17,2% nel 2014) contro il 24,5% del 2007 e il 27,8% del 2000.Siamo penultimi,dopo la Grecia (13%).Questo dato sull'entrata nel mercato del lavoro italiano è confermato da quello registrato sull'altra sponda anagrafica della forza lavoro:i disoccupati di lunga durata,persone alla ricerca di un impiego da piu di un anno:sono il 58,7%,il terzo peggior dato dell'Ocse (la media è del 33,8%) ,inferiore di 3,5 punti rispetto al picco raggiunto nel 2014.Solo Grecia (73%) e Repubblica Slovacca fanno peggio. (62,3%)

giovedì 7 luglio 2016

TONY BLAIR:"Non ho ingannato i britannici"...Vergognati!!!





CRONOLOLOGIA DI 13 ANNI DI VERGOGNA

5 febbraio 2003

Parlando alle Nazioni Unite, l'allora segretario di Stato Usa Colin Powell sostenne la necessità di attaccare l'Iraq per privarlo di armi chimiche agitando una provetta contenente antrace.


20 marzo 2003

Prende il via l'operazione "Iraq freedoom" con una campagna di bombardamenti aerei.La prima a essere colpita è un'area fuori Baghdad dove l'intelligence ritiene erroneamente si celi Saddam.


9 aprile 2003

Il governo di Saddam perde il controllo della capitale Baghdad:le forze americane penetrano nel centro della città.La popolazione abbatte le statue del dittatore.


11 maggio 2003

Il presidente Usa George Bush a bordo della portaerei Lincoln annuncia la fine alle sue spalle la scritta "mission accomplished",missione compiuta.


18 luglio 2003

David Kelly,esperto di armi batteriologiche del governo britannico che aveva espresso seri dubbi sulla presenza di armi in Iraq, è ritrovato morto.La polizia parlerà di suicidio.Molti dubbi.


13 dicembre 2003

Le truppe americane catturano Saddam Hussein.Eea nascosto in una buca nei pressi del villaggio di Adwar,a pochi km dalla sua città natale. Tikrit:sarà  impiccato il 30 dicembre 2006.


CI TENGO ANCHE A PUBBLICARE DICHIARAZIONI DEI VETERANI DELL' IRAQ.LE HO PRESE DA UN LIBRO DI CENSURA DEL 2009:

Clifton Hicks ha guidato carri armati,è stato artigliere sui veicoli da ricognizione humvee e anche fante nella zona meridionale di Baghdad,nel periodo 2003-2004,Vive a Gainsville in Florida.Nella pagina personale IVAW di Clifton si legge:"Tutto questo stramaledetto affare è stato un tremendo spreco di tempo,energia e vite umane.Troppi mii amici e conoscenti sono stati massacrati per niente e troppi mascalzoni smidollati in cravatta hanno tratto profitto del loro sangue".Nel suo profilo personale IVAW,Clifton dichiara:"Troppi miei amici sono stati massacrati per niente e troppi codardi si sono ingrassati con il loro sangue".

L'ex marine Matt Howard ha detto che il corpo dei marine "si basa sulla disumanizzazione,l'asservimento e l'abuso sugli arruolati di grado inferiore per poter funzionare".E' stato ferocemente picchiato in una occasione,subendo vessazioni e violenze da parte dei suoi superiori.Howard ha partecipato all'invasione dell'Iraq.Afferma che il primissimo carro armato è stato distrutto per errore da un elicottero dei marine.Fortunatamente ,nessuno è morto in quell'occasione.Poco dopo,tuttavia,c'è stata la prima vittim di guerra,un soldato che ha calpestato una piccola cluster bomb lanciata dagli americani.Howard sostiene che munizioni e le corazzature americane contenessero tutte uranio impoverito,che è radioattivo.Ritiene che l'uranio impoverito sia l'Agente Orange di questa occupazione" ,e che l'esercito stia avvelenando i suoi soldati,la gente dell'Iraq e il mondo intero con l'uranio impoverito.All'impatto ,minuscole particelle di questa sostanza risalgono nell'atmosfera e finiscono per diffondersi nell'intero pianeta.


da LA REPUBBLICA del 7 luglio 2016-risposte date da Tony Blair a Enrico Franceschini

"Accetto le mie responsabilità per gli errori prescritti dal rapporto Chilcot,ma prenderei di nuovo la decisione di invadere l'Iraq.Riuscirei a dire ai familiari dei soldati uccisi e a chiunque altro:non ho ingannato il mo Paese,ho preso questa decisione in buona  fede e sono la decisione giuta".

"I terroristi attaccano la Francia,il Belgio.Le radici di questo terrorismo sono molto piu profonde della guerra in Iraq.Avremmo dovuto pianificare meglio il dopo guerra.Avrei potuto condividere certi documenti,come il parere sulla legalità della guerra,con tutto il governo.E avrei potuto interagire in modo diverso con gli Stati Uniti".

"Ho convinto Bush a tentare la strada della risoluzione dell'Onu,contro il parere del vicepresidente americano e dei suoi ministri.Ci tenevo molto all'alleanza perchè dopo l'attacco terroristico dell'11 settembre 2001 ho ritenuto che fossimo davanti a una nuova minaccia e che per affrontarla non si potesse lasciare sola l'America".

"Direi che l'Iraq oggi ha un chance e sotto Saddam non ce l'aveva .Fate il confronto con la Siria:due paesi vicini,in preda alla guerra,ma a Baghdad c'è  un governo eletto democraticamente ch si batte contro il terrorismo,a Damasco c'è un dittatore che collabora con i terroristi".

"L'angoscia per la mia decisione controversa resterà dentro di me finchè uno, ma spero che quest rapporto metta la parola fine alle teorie di cospirazioni,menzogne ed inganni.La gente può criticarmi,ma dovrebbe riconoscere che ho agito in buona fede per quello che ritenevo fosse l'interesse del Paese".


mercoledì 6 luglio 2016

PAOLO BECCHI:"I grillini sono troppo ambigui sull'euro"




Grillini, dopo Claudio Messora perchè non denunciate anche Paolo Becchi? Ormai chi vi critica, chi dice cose sacrosante su di voi, li denunciate perchè non avete l'onestà di ammettere che avete dei limiti sopratutto sulle politiche economiche.Sull'euro ha detto tutto Paolo Becchi nel pezzo dell'articolo che pubblico sotto, ma finora l'unica loro proposta è il microcredito alle piccole medie imprese quando in realtà servono oltre alla sovranità anche centinaia di miliardi di euro. Altro che taglio degli stipendi dei parlamentari!


da www.liberoquotidiano.it (pezzo di articolo)

Dopo le elezioni europee, sembrava che il M5S avesse ormai chiarito definitivamente la propria posizione: una proposta di legge di iniziativa popolare per indire un referendum consultivo sull’euro. Grillo ad ottobre 2014 annuncia: «Dobbiamo uscire dall’euro il prima possibile. Raccoglieremo un milione di firme in sei mesi e le porteremo in Parlamento. Chiederemo un referendum consultivo per dire la nostra opinione». Un mese più tardi, ripete: «La cosa straordinaria sarà questa: noi adesso indiciamo con una legge popolare, 50mila firme ci vogliono, noi porteremo invece di 50mila firme, 3-4 milioni di firme, e la legge popolare non ha, il parlamento non ha vincolo di discuterla, come non hanno discusso le nostre 350mila firme del V Day, le hanno messe in magazzino, questa volta anche, il parlamento non è obbligato a discuterla, però 3 milioni di firme con 150 parlamentari che si alzeranno lì e la discuteranno».

Qualcosa cambia. Di Maio comincia a girare mezza Europa, rassicura il mondo finanziario, e si ritrova pure a pranzo con i membri della commissione Trilateral, in compagnia cioè di personaggi - come l’ex rettore della Bocconi - che un grillino «della prima ora» difficilmente avrebbe frequentato. E il referendum sull’euro? Si farà, forse, ma non si sa più esattamente quando. «All’inizio siamo stati troppo duri sull’Europa», dice a marzo scorso Di Maio. In ogni caso, spiega, «nessuna uscita dalla Ue». 
Senza voler fare del complottismo sembra che dal «rigor montis» si stia passando ad una sorta di montizzazione del M5S il quale, ormai, in Europa sostiene la stessa posizione di Monti. È nota l’opinione di quest’ultimo: l’Ue «cerca solo di difenderci da abusi di Stati nazionali». E quella del M5S? A sentire David Borrelli, non è molto diversa: «Il vero problema dell’Ue sono i governi nazionali». Ora, Borrelli non è uno qualunque, uno che parla a «titolo personale»: è un fedelissimo della Casaleggio Associati - tanto da essere stato inserito nella guida della piattaforma di Rousseau. Ma, a sottolineare l’ambiguità della posizione del M5S, basta la «piccola modifica» che è comparsa su uno dei post del Blog di Grillo, in cui si discuteva del problema dell’euro. Nella prima versione, si afferma la necessità di negoziare condizioni favorevoli con l’Ue, tanto da prospettare persino un referendum sulla permanenza dell’Italia nell’Ue. Nella seconda, non solo si nega decisamente la possibilità di abbandonare l’Unione, ma non si cita minimamente l’abbandono dell’euro. 
Insomma: trascuriamo pure la posizione sulla Ue, a noi sembra che la posizione attuale sulla moneta unica sia tutt’altro che chiara e per questo chiediamo pubblicamente a Di Maio di chiarirla. Ma chiediamo soprattutto a Di Maio che cosa stia aspettando il M5S a calendarizzare la legge di iniziativa popolare per un referendum sull’euro, come Grillo aveva proposto. E, se lo vorrà, lo invitiamo ad aderire alla raccolta delle firme che ha lanciato questo giornale.