Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

mercoledì 30 luglio 2014

No comment...sono in vacanza



Come negli anni scorsi, nel mese di agosto pubblicherò,non tutti i giorni, pezzi di libri,articoli   giornali o riviste che durante gli altri mesi, non trovano spazio perchè chi legge questo blog sa che si da precedenza all'economia e la finanza.
Continuate lo stesso a visitare questo blog,non ve ne pentirete.

martedì 29 luglio 2014

VITTORIO FELTRI:"Israele ha ragione,Hamas uccide i bambini"




I post sui miei commenti rilasciati nei vari siti internet, ritorneranno a settembre.

RISPOSTA ALL'UTENTE TWITTER MAURIZIO@dileguossoi CHE MI SCRIVE:"Caro Thomas,gli argomenti da pollaio,evidentemente li scrivi tu,oppure sei poco informato su politica del M5S"

"Il M5S non attacca il vero potere,solo i ladri di polli".

COMMENTO AL VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANO:"Renzi litiga col sindaco leghista: "Non vuoi i fondi per la scuola? Allora ridacceli"

"Extracomunitari a 3 euro l'ora?Certo, è la dittatura neoliberista.Una volta facendo certi mestieri,ti sentivi un signore,oggi deve lavorare a pochi euro all'ora.La Germania ha abbassato la percentuale di disoccupazione grazie alla legge Hartz cioè 8 milioni di minijob tra i 400 e 600 euro al mese.E' quello che sperano (legge Hartz) anche i piccoli-medi imprenditori italiani altrimenti muoiono tutti."

COMMENTO (via Twitter) AL VIDEO DI DIEGO FUSARO:"Contro la globalizzazione a difesa delle comunità"

"Per difendere la globalizzazione si lasciano andare a palle clamorose.Negano di fronte all'evidenza"

COMMENTO SULLA PAGINA FACEBOOK DI ANTONIO LATINI CHE PUBBLICA UN LINK DAL TITOLO:"Crocifissioni di massa,islamici scatenati":

"Criticano il nazifascismo (giustamente) ma si schierano dalla parte della dittatura islamica,complimenti alla sinistra italiana...

COMMENTO SULLA PAGINA FACEBOOK DI DIEGO FUSARO CHE SCRIVE:Bisogna avere il coraggio di avventurarsi al di là di destra e sinistra, per riscoprire la passione autentica dell'anticapitalismo in cerca dell'umanità emancipata. Sarà possibile? E' condizione necessaria abbandonare le vecchie dicotomie, le vecchie ideologie e il peso morto della patetica generazione sessantottina che ha ipotecato - chissà per quanto tempo ancora - il futuro delle nuove generazioni. E' solo l'inizio di una nuova fase e, come diceva Costanzo Preve, chi oggi ha venti o trent'anni sarà protagonista

"In questo paese è impossibile,il 90% degli italiani sono troppo rincoglioniti da televisioni e giornali (tutti schierati a destra o a sinistra e a favore del capitalismo"

RISPOSTA AL TWEET DI VITTORIO FELTRI CHE SCRIVE:"Sono d'accordo con Furio Colombo: Israele ha ragione. Hamas uccide i bambini .

"Feltri non hai mai azzeccato nulla (ricordiamoci la figuraccia con Di Pietro),figuriamoci di politica estera"

RISPOSTA AL TWEET DI RENATO CAPPELLANI CHE MI SCRIVE:Modifichiamo l'art. 123 del trattato di Lisbona!!

"Il Trattato di Lisbona lo brucerei,quella è vera dittatura firmato sia dalla destra che dalla sinistra..."

RISPOSTA AL TWEET DI EMIDDIO NOVI CHE SCRIVE:Crimini dell'euro. Ogni ora nel Sud chiudono 24 imprese. L'Europa sta desertificando la nostra agricoltura e la nostra industria"

"La maggior parte degli italiani hanno scelto di farsi spennare dalla dittatura europea"

lunedì 28 luglio 2014

La ripresa che non c'è




I pezzi degli articoli piu interessanti dei giornali di economia e finanza torneranno in settembre.
Esatto, la ripresa non ci sarà e il popolo se la prenderà con Renzi,dopo aver avuto fiducia in  Berlusconi e il M5S.Tranne quelli che seguo e che sono orgoglioso di partecipare nei loro gruppi sui social network,il resto del popolo è totalmente disinformato e confuso.L'italiano (la maggior parte) è questo, è sempre stato cosi, pur di avere i soldi per andare al ristorante o al mare, bacia la mano ad un mafioso o al peggior servo dell'oligarchia finanziaria.Grillo non gli dato neanche le briciole (80 euro) Renzi invece glieli ha promessi,e il pollo (41%) ha abboccato senza rendersi conto che con la crescita bassa che ci sarà nei prossimi anni (lo spiega anche l'articolo sotto) e con il Fiscal Compact (taglio alla spesa pubblica di 50 miliardi all'anno per vent'anni) ,questo piccolo pezzo di pane in piu,sparirà, e il Belpaese banane e dei polli, arriverà ai livelli della Grecia.
Renzi può darmi del gufo ,ma chi a voglia (in pochi)di perdere del tempo per leggere libri,articoli,video di esperti che conoscono questa materia molto piu del M5S e di chi li vota, sa che le cose andranno sempre peggio.

da REPUBBLICA AFFARI E FINANZA del 21 luglio 2014-Federico Fubini

L'Europa questa settimana (la scorsa visto che l'articolo è del 21 luglio) festeggerà un'anniversario.Niente di cui andare fieri due anni fa Mario Draghi disse che avrebbe fatto "qualunque cosa" per fermare la crisi." e credetemi sarà abbastanza".Quelle parole cambiarono la psicologia dei mercati e inaugurarono una lunga discesa degli spread fino ai livelli attuali.Un titolo di stato decennale dell'Italia,un paese il cui debito sfiora il 135% del Pil,oggi rende appena il 2,8%.Questo significa che l'area euro è pronta a festeggiare la svolta di Draghi con un'estate tranquilla? In apparenza si,eppure i segnali della fragilità dello stato di calma raggiunto sono troppi per poter essere ignorati.
Il centro studi di Confindustria stima che nel secondo trimestre il settore manifatturiero sia stato in arrettramento dello 0,5%.Un calo piu marcato di quello dello 0,1% del primo trimestre.Nel frattempo l'indice dei prezzi dei beni all'uscita dai cancelli delle fabbriche stanno scendendo.Gli imprenditori sanno che hanno costi per la materia prima e i macchinari piu alti dei prezzi a cui riusciranno a vendere i prodotti.Se questa è una ripresa in un contesto di stabilità finanziaria,il secondo compleanno della svolta di Draghi poteva essere festeggiato piu degnamente.Non stupisce che la scorsa settimana Pier Carlo Padoan abbia manifestato molta cautela in proposito."I dati piu recenti indicano un ritardo nel ritorno della crescita in Europa e altrove,ha detto il ministro dell'Economia,e l'Italia non fa eccezione".
Nel secondo trimestre la Cina è cresciuta a un rispettabile 7,5% annualizzato,oltre le aspettative,ma il boom di acquisti di beni d'investimento tipicamente tedeschi non tornerà presto.Negli ultimi anni la Germania ha lavorato a riorientare radicalmente i mercati di sbocco,dell'area euro verso i mercati emergenti.Ma ora la frenata di questi contribuisce a rallentare l'economia tedesca e,con essa,la domanda di beni intermedi del made in Italy.Questa filiera dunque farà si che la ripresa in Italia,se ci sarà,non sarà pronunciata.
L'Europa è l'Italia oggi si stanno muovendo in un mondo senza locomotive.Un crollo dell'economia come quello degli ultimi anni in teoria dovrebbe essere seguito da un rimbalzo quasi altrettanto forte,ma per ora non lo si vede.Il governo aveva messo in conto una crescita dello 0,8% per quest'anno e,se va bene,non supererà lo 0,3%.Con 3 milioni di disoccupati ufficiali,ma di fatto il doppio,l'Italia non se lo potrebbe permettere.I numeri raccolti da Creditr Suisse dicono che la crescita media del paese dal 1990 al 2012,una fase che include lunghi periodi di boom globale,è stata di appena lo 0,9% l'anno.Nello stesso periodo la Spagna è cresciuta del 2,3%,la Grecia dell'1,3%,la Germania dell'1,7% e la Francia dell'1,6%.Ciò significa che,per gli italiani,aspettare per il resto del mondo, li tiri fuori dai guai non è piu un'opzione.Se nulla cambia nel paese,la ripresa che arriverà sarà comunque insufficiente a riassorbire la disoccupazione e contenere il debito pubblico.Niente di tutto questo dovrebbe bastare a destabilizzare i mercati finanziari a fine luglio e in agosto,se le tensioni di guerra in Ucraina e in medio oriente non si faranno piu gravi.E' probabile che il governo di Matteo Renzi potrà godere di un'estate di lavoro senza le armi dei mercati puntate contro di sè,in una fase di semi-stagnazione dell'economia e di gelata dei prezzi.

domenica 27 luglio 2014

Brevi l'INTERNAZIONALE.Come il capitale domina la politica



Fino a domenica 7 settembre non pubblicherò piu i pezzi degli articoli piu interessanti dell'Internazionale o di giornali e riviste finanziarie,ad agosto su questo blog troveranno spazio altre cose.
Interessante l'articolo scritto da Slavoj Zizek, un "Diego Fusaro slovacco".Buona lettura.

LA CRISI IN MEDIO ORIENTE NASCA DAL COLONIALISMO

Tra pochi giorni si celebrano 100 anni dall'inizio della prima guerra mondiale,e per comprendere meglio la situazione di quell'epoca possiamo osservare gli eventi in questi giorni in Palestina.Il comportamento di Israele offre una finestra perfetta sulla mentalità delle potenze occidentali coloniali di un secolo fà,quando meglio armate e convinte della propria superiorità nazionale uccidevano,occupavano, incarceravano, confinavano,massacravano, esiliavano,gassavano e in generale vessavano a piacimento gli arabi,trattandoli piu come bestie che come esseri umani.Oggi Israele si comporta con i palestinesi come le potenze coloniali francese,britannica, e italiana si comportavano con gli iracheni, i siriani, gli egiziani,gli algerini e i libici un secolo fa.La sua colonizzazione di territori arabi e la sproporzionata furia militare contro i civili palestinesi sono una lezione di storia dal vivo su come le potenze coloniali trattavano i nativi,considerati servi o sovversivi  senza diritti,di cui occuparsi sopratutto attraverso continue dimostrazioni di forza senza ricorrere alla mentalità coloniale,vedo solo due modi di spiegare perchè a intervalli di pochi anni Israele scateni la sua macchina militare su una popolazione civile sostanzialmente indifesa contro i bombardamenti aerei.O gli israeliani sono un popolo talmente stupido da non capire che i suoi ripetuti attacchi non bastano a ottenere la sottomissione,la passività e il servilismo dei palestinesi, oppure sono dei killer patologici che adorano la vista di case palestinesi bombardate,madri in lacrime e corpi straziati di decine di bambini.So che gli israeliani non sono nè l'una nè l'altra cosa.Sono un poolo come tutti gli altri.Allora perchè continuano a fare quello che stanno facendo,ossia scaricare nel giro di 36 ore 400 tonnellate di bombe e sulle famiglie infermi di Gaza?
Perchè tornano a farlo a intervalli di pochi anni,nel continuo tentativo di fermare la resistenza armata dei palestinesi all'occupazione e all'assedio israeliani questa politica della guerra a ripetizione,rendendola una peculiarità nazionale invece che la folle aberdazione di un pugno di estremisti al potere?
Tutto questo succede perchè è intrappolato in quello che è forse il piu lungo conflitto coloniale della storia,quello tra il nazionalismo/sionismo ebraico e il nazionalismo arabo-palestinese.

RAMI KHOURI


COME IL CAPITALE DOMINA LA POLITICA

Il 19 giugno Wikileaks ha reso pubblica la bozza segreta dell'allegato sui servizi finanziari del Tisa (Trade in Services Agreement,l'accordo sugli scambi di servizi).Questo testo,risultato dei colloqui che si sono svolti a Ginevra dal 28 aprile al 2 maggio,coinvolge 50 paesi e gran parte degli scambi mondiali nei servizi.Stabilisce regole che favorirebbero l'espansione delle multinazionali,finanziarie in altre nazioni,eliminando le barriere restrittive.Vieta una maggiore regolamentazione dei servizi finanziari,anche se la crisi scoppiata nel 2008 è stata una conseguenza della mancanza di regole.
La bozza di documento prevedeva che il Tisa restasse segreto durante i colloqui e per 5 anni dopo la sua entrata in vigore.I mezzi d'informazione occidentali hanno parlato solo di sfuggita di questi negoziati.Una disattenzione in contrasto con l'importanza dell'accordo:se entrerà in vigore,avrà conseguenze globali,è sarà l'ossatura legale per la ristrutturazione del mercato mondiale.Il Tisa vincolerà i governi e imporrà forti limitazioni al settore pubblico,dallo sviluppo di nuovi servizi alla protezione di quelli già esistenti.I principali colpevoli della crisi del 2008 ora si ripresentano come esperti  in grado di guidarci sul doloroso cammino della ripresa i loro consigli,quindi, dovrebbero avere la meglio sulla politica parlamentare già nel 1998 la linea ci venne dettata da Hans Tietmeyer,allepoca governatore della Bundesbank, che elogiò i governi nazionali perchè preferivano "il plebiscito" permanente dei mercati globali" al "plebiscito dell'urna elettorale.Si noti la retorica democratica di questa affermazione oscena: i mercati globali sarebbero piu democratici delle lezioni perchè il loro processo di votazione è continuo e globale,non si svolge solo ogni quattro anni e all'interno di una nazione.E' questo il vero stato della nostra democrazia e il Tisa ne è l'esemplificazione perfetta.Le decisioni fondamentali sulla nostra economia son negoziate e imposte in segreto,senza un dibattito,e fissano le coordinate per il dominio incontrastato del capitale.In questo modo,lo spazio per le decisioni dei politici eletti democraticamente viene limitato.La pubblicazione  della bozza del Tisa segna quindi una nuova fase nella strategia di Wikileaks:finora l'organizzazione puntava a svelare fino a che punto le nostre vite siano controllate dai servizi di Intelligence (il solito argomento liberale dell'individuo minacciato dagli apparati oppressivi statali).Ora appare vinalità forza di controllo,il capitale,che minaccia la nostra libertà in modo molto più contorto:corrompendo il nostro stesso senso di libertà.

SLAVOJ ZIZEK

venerdì 25 luglio 2014

Qualsiasi cosa per esaltare la Germania.Vero Zingales?




Articolo di una banalità sconcertante, pur di difendere la Germania si tira fuori addirittura il calcio.Zingales fa bene, perchè la stragrande maggioranza del popolo-pollaio italiano ,questo sport viene preso in straordinaria considerazione (Berlusconi prese voti nel 1994 sopratutto dai tifosi del Milan, e anche di sinistra ,che adesso negano) e dunque se si vuole ottenere i risdultati dei tedeschi,bisogna copiarli.Cominciamo con una bella legge Hartz creando 8 milioni di mini-job a poche centinaia di euro al mese per far calare la disoccupazione.
Per carità,io del calcio italiano ho sempre parlato male, nei primi blog gratuiti creati da me ad inizio anni 2000,sponsorizzavo alla grande i libri di Carlo Petrini ed Ezio Vendrame e mi presi parecchi insulti, ma poi leggendo anche i libri di Declan Hill capisci che questo sport è sporco in qualsiasi angolo del mondo grazie anche a multinazionali criminali che dopano i calciatori e corrompono.
Non poteva mancare l'immigrazione nell'articolo di Zingales.Gli immigrati servono in tutti i ruoli della società.In realtà per colpa della dittatura neoliberista tanto amata dall'economista padovano, gli stranieri servono solo per fare certi mestieri.La Germania in passato ha vinto europei e mondiali senza bisogno di naturalizzare nessuno.Non voglio offendere gli immigrati ,ma la realtà è questa.

Da l'ESPRESSO- articolo di Luigi Zingales

Nel 2012,nel mezzo della crisi dell'eurozona,la nazionale italiana di calcio vinse contro quella tedesca.Molti videro in quella partita il segno del riscatto dell'Italia.Il segno che i tedeschi ci dominano solo quando sono loro ad imporre le regole.Quando invece si gioca alla pari,l'Italia vince.
Purtroppo la realtà è un'altra.Nonostante il nostro invidiabile record negli scontri diretti,la Germania ha dei risultati calcistici molto migliori dei nostri.Dal dopoguerra ad oggi la Germania si è qualificata tra le prime quattro squadra al mondo in 12 dei 17 mondiali (un'impressionante 70%) contro il 35% dell'Italia.La Germania è stata presente in quasi una finale su due,contro una su quattro dell'Italia.Nel dopoguerra la Germania ha vinto il titolo quattro volte,contro le due dell'Italia.
Il record dell'Italia è complessivamente molto buono:siamo terzi dopo la Germania e Brasile.Ma è in forse discesa.Nelle ultime quattro edizioni,l'Italia è arrivata solo una volta tra le prime quattro classificate,mentre la Germania è arrivata sempre tra le prime tre.Nelle ultime edizioni,poi,l'Italia è uscita addirittura nella fase iniziale.
Riposano sugli allori passati, viene la tentazione di ignorare i segni di questo incipiente declino.D'altra parte nel calcio bastano un paio di partite sfortunate per fare la differenza.Ma se non si trattasse solo di sfortuna? Se fosse il sintomo di una malattia che non colpisce solo il mondo del pallone,ma anche la nostra economia nel suo complesso?
Come in economia,anche nel calcio il mondo è diventato piu piatto.Trent'anni fa sarebbe stato impensabile una Costarica che per poco non arriva in semifinale.L'interscambio di giocatori ed allenatori ha ridotto il vantaggio comparato dei paesi calcisticamente sviluppati,come ha ridotto il vantaggio dei paesi economicamente sviluppati.
Quello che fa sempre piu la differenza è il gioco di squadra.Il Brasile aveva Neymar,ma senza di lui non era nulla.La Germania può permettersi l'assenza di Khedira e la sostituzione di Klose durante la finale.All'Italia i talenti, sia economici che calcistici,non mancano.Ma manca il gioco di squadra:dentro e fuori dal campo.Basta guardare le faide del dopo sconfitta:ognuno contro l'altro.Questo problema ci affligge anche dal punto di vista economico.Abbiamo miriadi di piccole imprese di successo,ma non siamo altrettanto capaci di creare delle grandi organizzazioni.Non è un problema genetico, ma di istruzione.Negli Stati Uniti a scuola si insegna anche a lavorare in team,da noi no.
Il secondo segreto della Germania è la Deutscher Fussbal-Bund,la loro Federcalcio:un'organizzazione meritocratica e non clientelare.Di fronte a uno scandalo (un paio di arbitri venduti) ha agito con determinazione e tolleranza zero.A differenza della nostra Federcalcio,che vive negli scandali.E forse un caso che abbiamo vinto i due mondiali solo quando la federazione ha fatto un pò di repulisti? La Federcalcio fa il paio con il nostro capitalismo di relazione:non solo corrotto,ma distorto nei meccanismi di selezione dalla corruzione.
La meritocrazia tedesca ha permesso anche una piu facile integrazione degli immigrati che rappresentano una fetta consistente della squadra tedesca:da Khedira a Klose,da Ozil a Boateng.A renderli tedeschi è una condivisione di valori,non un assurdo criterio genetico.Tranne qualche oriundo,l'Italia ha solo il povero Balotelli,mai tollerato dalla squadra e dai tifosi.Appena non segna è subito deriso.Forse che Toni (in passato) o Cassano (ora) sono stati molto meglio? Con una popolazione in declino,anche la nostra economia ha bisogno di immigrati, non solo come lavapiatti,ma in tutti i ruoli della società.Ha sopratutto bisogno di diventare una società multietnica,dove la persona di talento (che sia indigeno o immigrato) possa emergere.
Il calcio è solo un gioco.Se i nostri fallimenti si limitassero solo ad esso,potremmo vivere felici.Purtroppo è lo specchio della nostra società.Invece di coprirlo,dobbiamo guardarci dentro,per capire come cambiare.

giovedì 24 luglio 2014

Una provocazione:usare solo le monetine?



Io a dir la verità non ho avuto bisogno del suggerimento di Andrea Bizzocchi (gli faccio i complimenti per i suoi libri), l'ho faccio da un bel po di tempo tranne in quei casi dove si è quasi obbligati ad usare le banconote.

ANDREA BIZZOCCHI NEL SUO LIBRO SCRIVE:

"Poichè le banconote e il denaro elettronico emessi dalla BCE sono gravati di interesse,mentre le monete metalliche (gli "spicci") coniate dalla Zecca di Stato non lo sono, proponiamo di utilizzare solo monete metalliche.Sarà un bel pò scomodo andare in giro con borse e sacchetti pieni di monete,ma perlomeno elimineremmo d'emblèè gli interessi che paghiamo sul debito.

mercoledì 23 luglio 2014

Quelle multinazionali che fanno causa agli stati...e vincono




Già proprio così, la gente però dorme e continua a dar la colpa al pesce piccolo.In questi giorni si è parlato dell'assoluzione in Appello di Silvio Berlusconi per il caso Ruby.Se fosse stato condannato cosa sarebbe cambiato per l'Italia? Ci sarebbe stata piu occupazione, i banchieri e le multinazionali si sarebbero dati una calmata.
Per i miei amici Twitter e Facebook è una cosa normale leggere certe cose,per la maggior parte del popolo italiano no.Qualche mese fa ho trovato su L'Internazionale un articolo interessante della De Zeit che fa alcuni esempi interessanti.
Leggete e cominciate a svegliarvi.Altro che parlamento italiano con il M5S che cerca di combatterlo con argomenti da pollaio:

-La Vattenfall contro la Germania,la Philip Morris contro l'Australia,la Deutsche bank contro la Srilanka:quando pensano cheuna legge li danneggi, i grandi gruppi industriali fanno causa agli stati.E vincono sempre.

-A metà degli anni 90' il numero dei procedimenti arbitrali si è impennato improvvisamente,passando prima a 30,50,80 e poi a centinaia di casi.Il motivo è che dopo la caduto del muro di Berlino i grandi gruppi europei e statunitensi si sono avventurati sempre piu spesso nei mercati dell'Asia ,dell'Africa e dell'America Latina.

-Secondo l'avvocato Happ,gli investitori hanno dei privilegi particolari perchè portano nel paese capitali necessari e  generano ricchezza.Ma secondo pter Fuchs il motivo è un altro:il mondo si è ridotto a un mercato e i governi sono troppo deboli per opporsi al grande capitale.

martedì 22 luglio 2014

Riccardo Pacifici dovrebbe ricordare queste cose...



Come ogni martedi pubblico i commenti che ho rilasciato nei vari siti internet.Un modo sintetico per capire quello che pensa Anglotedesco.

COMMENTO SULLA PAGINA DI FACEBOOK DI PAOLO TINTI CHE SCRIVE:"Mentre nelle cucine del castello la servitù è impegnata a fornire hot dogs e frattaglie varie al popolaccio per tenerlo buono e rincitrullito,(pseudo riforme senato,province,leggi elettorali...campionati mondiali e altre fesserie) ,i signori del maniero si stanno preparando a nostre spese uno dei più succulenti banchetti di ogni tempo che ci renderà tutti dei poveri schiavi derelitti.

"Come nel 1992,stanno svendendo tutto..e per incassare 4 soldi.E fanno credere alla gente (da pollaio) che servono per ridurre il debito pubblico"

COMMENTO SULLA PAGINA FACEBOOK DOVE RIPORTANO LE DICHIARAZIONI DELLA NUMERO DUE DEL GOVERNO NETANYAHU CHE DICE CHE ANDREBBERO UCCISE TUTTE LE MADRI PALESTINESI:

"Non c'è un solo quotidiano che riporta queste dichiarazioni.Giornalai venduti ad Israele..."

COMMENTO AL VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANO DAL TITOLO:"Lavoro, Petrini (Slow food): 'Nei nostri campi persone schiavizzate. Expo? Evento senza anima'

"Si bravo Petrini, certi lavoro li fanno gli stranieri.Lo sai perchè? perchè lo vuole quella dittatura neoliberista che voi appoggiate"

COMMENTO AL VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANO DAL TITOLO:Sit in pro Israele a Roma: "Stop a propaganda di Hamas"

Riccardo Pacifici dovrebbe ricordare questo:
""Gli inglesi ci hanno detto che ci sono dei negri in Palestina, gente di nessun valore”. (Nur-eldeen Masalha, Towards the Palestinian refugees, 08/2000) -CHAIM WEIZMANN, FUTURO PRESIDENTE D’ISRAELE
-
IL SIONISTA YOSSEF WEITZ AVEVA PREPARATO UNA LISTA DETTAGLIATA DEI VILLAGGI PALESTINESI DA DISTRUGGERE, CON NOMI E COGNOMI DI UOMINI DONNE E BAMBINI DISARMATI, E QUESTO ANNI PRIMA DEI PROTOCOLLI DI WANNESEE COMPILATI DAI NAZISTI PER STERMINARE GLI EBREI IN EUROPA.

Adesso anche gli ebrei si sono comportati (contro i palestinesi) come i nazisti, e tutta la mia anima ne è turbata." (Minutes of Israeli cabinet meeting, 17 nov. 1948, Kibbutz Meuhad Archive, section 9 container 9 file 1) AHARON CIZLING, MINISTRO DEL PRIMO GOVERNO D’ISRAELE NEL 1948
"“C’è bisogno di una reazione brutale. Dobbiamo essere precisi su coloro che colpiamo. Se accusiamo una famiglia palestinese non c’è bisogno di distinguere fra colpevoli e innocenti. Dobbiamo fargli del male senza pietà, altrimenti non sarebbe un’azione efficace”. (Ben Gurion’s Diary, 1 Jan. 1948)-I PRINCIPI ISPIRATORI DEL SIONISMO CONTRO I PLESTINESI.

COMMENTO AL VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANO:Pacifici contro Vattimo: "Paragone Israele-Hitler abominevole. E' odio razziale"

"Eccoli li i soliti RADICALI che stanno sempre dalla parte del potere"

COMMENTO SU FACEBOOK ALLA FRASE DI LAURA BOLDRINI:"Nessuna invasione,ne sono arrivati solo 78.000"

"Non è un caso che lo stesso discorso lo faceva Berlusconi quando era al governo..."

COMMENTO SULLA PAGINA FACEBOOK DI DIEGO FUSARO CHE SCRIVE:"Prima le patetiche Pussy Riots e la pagliacciata dell'Ucraina, ora il fantomatico aereo abbattuto: quali altre mosse di diffamazione preventiva ai danni della Russia dobbiamo attenderci? Perché gli USA e il presidente Obama - imperialista col premio Nobel per la pace - non dicono chiaramente che odiano la Russia nella misura in cui essa non si inginocchia dinanzi alla 'special mission' americana di occupazione del mondo intero? Il clero giornalistico e il circo mediatico assicurano l'ordine simbolico dominante, portando la popolazione occidentale a odiare la Russia e ad amare i carnefici USA.

"Ormai il mondo è una dittatura.Esiste quella "morbida" cioè comandata dall'Ue ,neoliberismo, austerità, ceti medio-bassi che devono adattarsi a stipendi da fame e poi dall'altra c'è la dittatura tradizionale fatta di razzismo,mazzate nella schiena,arresto se ti azzardi a parlare male del dittatore"

lunedì 21 luglio 2014

Le ricette concrete di Giulio Tremonti...imitare la Germania



A Giulio Tremonti non frega nulla dei ceti medio-bassi e non ricorda che grazie alla legge di un "macellaio" di nome Peter Hartz la Germania è passata dal 13% di disoccupazione del 2005 al 5,1% .Grazie ai mini-job  ,7-8 milioni di persone sono costretti a vivere con gli aiuti dello Stato.Questo è il vero motivo piu di quelli elencati dall'ex ministro dell'Economia del governo Berlusconi e presente varie volte alle riunioni del Club Bilderberg.
Renzi comunque ce la sta mettendo tutta, il Job Act è piu o meno la legge Hartz e la priorità è l'immigrazione perchè come in Germania, sono piu disposti a farsi trattare da schiavi e fare certi lavori a 500-600 euro al mese.

da BUGIE E VERITA'-Giulio Tremonti (Mondadori)

Scendendo  ora piu in concreto,si dovrebbe per cominciare di fare in Italia come si fa in Germania.Tra Germania (che ancora un pò cresce) e Italia (che non cresce affatto) le differenze di sistema sono tante,ma quattro in specie sono particolarmente rilevanti, nella strategia dello sviluppo:la Kfw;il sistema dei Max Planck Institute; la scuola professionale;i contratti aziendiali.
E dunque,anche in Italia:

A)introdurre il "contratto della piccola impresa".In Italia lo schema dei contratti di lavoro è molto diverso da quello tedesco, essendo da noi organizzato astrattamente e verticalmente,non in funzione delle aziende ma per grandi settori di attività:metalmeccanico,chimico,tessile,edile,ecc.Settori nei quali sono indifferentemente posizionate, e tutte insieme,le grandi,le medie,le piccole imprese.
Considerando che il prodotto interno lordo italiano è fatto per oltre 90% da imprese piccole e medie,queste,se lo vogliono,possono applicare uno schema contrattuale alternativo e nuovo, una nuova forma di contrattazione, piu vicina alle aziende e ai territori.Un tipo di contratto che,superando la vecchia divisione verticale per settori di attività,ne prescinde,per considerare principalmente la dimensione aziendale (e solo marginalmente il settore di attività).E' questa,dimensionale e non verticale,la logica del nuovo successivo contratto di lavoro della piccola e media impresa.La "ripresa" in Germania si manifesta quando si "aziendalizzano" i contratti di lavoro;

B) va subito costituita una banca di tipo nuovo,una banca nazionale che faccia "Credito per l'economia" (Cpe).
Il modello da adottare è quello della KFW (Kredit fur Wirtschaft,Credito per l'economia),che in Germania è uno dei principali pilastri,spesso il fondamentale pilastro dell'economia (sociale di mercato).E' una banca pubblica,ma non incompatibile con il mercato.Una banca potentissima che, da decenni,fa credito alle imprese,al lavoro e alle comunità,alla produzione e all'export.Da noi non c'è ancora qualcosa di simile,se non in termini sperimentali.
L'economia italiana si basa su due pilastri fondamentali:la manifattura e il risparmio.In questa fase della crisi le piccole e medie imprese italiane sono in crisi (anche) perchè non hanno credito.Per contro,il risparmio è ancora un pilastro (l'altro pilastro) della nostra economia.Serve dunque un forte raccordo tra risparmio e imprese.Se la KFW va bene in Germania,perchè non replicarla subito anche in Italia? Lo si può fare riorganizzando e,fermi il ruolo e la missione delle fondazioni,triplicando in tempo reale le strutture che già abbiamo:Cassa depositi e prestiti + Sace + Export Banca+ i due Fondi strategici.
La CpE,come la KfW,dovrà avere garanzia statale totale,sostenere decisamente l'export,emettere speciali titoli di finanziamento alle piccole e medie imprese e ai distretti e/o reti.Non solo:la CpE ,come la KfW,deve essere sottratta ai vincoli di bilancio europei e deve avere gli stessi aiuti di Stato finora concessi dall'Europa alla KfW;

C)i Max Planck Institut sono,in Germania,il fondamentale anello di congiunzione operativa tra ricerca e industria.Il nostro Istituto italiano di tecnologia,l'Lit di Genova,creato pure nel 2003-2004,è stato costruito su quel modello:oggi,dopo il successo del primo esperimento,ne servono almeno altri dieci,costano poco e rendono molto;

D)le scuole professionali tedesche prevedono,per i ragazzi,uno scambio,un'interazione continua e sistematica tra le aule e i luoghi di lavoro.Da noi non c'è ,a sufficienza,neppure l'istruzione tecnica!Comunque,non ci sono nè quell'interazione nè quello scambio!l centrodestra ha iniziato a invertire la tendenza,ma va fatto molto di più;

E) in aggiunta,e non in parallelo alla Germania,che per sua fortuna non ce l'ha:abrogare subito la legislazione Fornero in materia di lavoro;

F) ancora,immissione immediata nelle buste paga mensili del Tfr (trattamento di fine rapport).Piu soldi ai lavoratori,per contrastare il calo della domanda interna.Il beneficio è immediato.Non ci sarà costo finanziario per le imprese,perchè queste avranno diritto a un equivalente automatico finanziamento da parte della loro banca,a sua volta servita dall'Inps e dalla Cassa depositi e prestiti.Questo subito,per cominciare.
Per quanto riguarda la fiscalità industriale,lo si è già notato sopra,si dovrebbe importare tale e quale la legislazione fiscale inglese.In questo momento la migliore d'Europa.
Quanto segue in aggiunta è una specie di molto piu ampio magazzino di idee e proposte che possono essere sviluppate nel tempo,facendo comunque l'uso piu moderato possibile di nuova legislazione e contando moderatamente sul margine di flessibilità di bilancio che,può comunque essere offerto dal "rimpatrio" del nostro debito pubblico.
Alcune proposte possono sembrare stravaganti,per esempio,quello del doppio voto ai giovani.E' questa,tra l'altro,una proposta che è già stata presentata in Parlamento da chi scrive.Si noti che in Giappone,proprio per far contare maggiormente i giovani,si sta seriamente discutendo l'idea di dare ai genitori un "pezzo" di voto in più anche per i loro figli ancora non maggiorenni.Qui pare migliore la proposta italiana.Ma anche questo è un segno di quanto sia utile aprirsi e discutere,anche fuori dagli schemi convenzionali.

domenica 20 luglio 2014

Brevi l'INTERNAZIONALE numero 1059.Serve l'indulgenza europea




Anche questa domenica pubblico in breve alcuni articoli dell'Internazionale.Interessanti anche se non sempre sono d'accordo.


SALARIO MINIMO PER LEGGE IN GERMANIA-Der Spiegel

Il 3 luglio la Bundestag,la camera bassa del parlamento tedesco,ha approvato la legge che dal 1 gennaio 2015 introduce nel paese un salario minimo di 8,50 euro all'ora.Hanno votato a favore 533 dei 601 deputati presenti in aula,scrive la Suddeutsche Zeitung.Insieme alla coalizione di governo formata da Cdu,Csu e Spd,hanno appoggiato la legge anche i verdi.Secondo il ministero del Lavoro, i 3,7 milioni di lavoratori dipendenti usifruiranno del salario minimo". Si tratta di persone che lavorano in settori,come quello delle pulizie,dove i salari sono molto bassi o i contratti spesso non sono rispettati.

IL SALARIO MINIMO IN ALCUNI PAESI EUROPEI,EURO/ZONA

LUSSEMBURGO  :11,10
FRANCIA               :9,53
GERMANIA           :8,50
GB                           :7,43
SPAGNA                 :3,91
GRECIA                  :3,35
POLONIA                :2,31
BULGARIA             :1,04


ANCHE LO STATO DI WASHINGTON AUTORIZZA LA VENDITA DI DROGHE LEGGERE-The Nation

Negli Stati Uniti i gruppi contrari alla legalizzazione delle droghe leggere sostengono che la marijuana è pericolosa.In realtà ,scrive The Nation,difendono i loro interessi.alcune di queste lobby, tra cui la community Anti-Drug coalition of America e la Partnership for drug-free Kids,ricevono finanziamenti dalle aziende farmaceutiche che producono antidolorifici oppiacei sintetici,come l'Oxycontn.L'abuso di questi farmaci causa 16.000 morti l'anno.Altre,come Project Sam,hanno interessi nei centri di riabilitazione e nei programmi di recupero.Oltre a tenere la concorrenza della marijuana come alternativa agli antidolorifici,questi gruppi non vogliono perdere i finanziamenti federali che ricevono per organizzare attività di prevenzione sull'uso delle droghe."Un circolo vizioso alimentato da chi specula sul flusso di denaro prodotto dalla legge proibizionista",conclude la rivista.Nel frattempo,il 9 luglio lo stato di Washington ha concesso le prime licenze per vendere marijuana a scopi ricreativi.E' il secondo stato, dopo il Colorado, ad autorizzare la vendita di droghe leggere per uso non terapeutico.


L'ARSENALE NUCLEARE IN ITALIA-Hans Kristensen,Federation of American Scientist

Nel dicembre del 1963 una partita di bombe atomiche statunitensi arrivò nella base aerea di Ghedi,in provincia di Brescia.
Oggi,cinquant'anni dopo,l'aeuronautica statunitense continua a conservare gli ordigni nella base italiana,che a gennaio di quest'anno ha celebrato la collaborazione nucleare tra l'Italia e Usa con una targa.Alla "missione Nato" di Ghedi è riconosciuto il merito di aver "protetto le nazioni libere del mondo".
Oggi la missione nucleare sembra essere solo un peso finanziario e politico per la Nato,e sottrae alle sue forze aemate tempo e denaro che sarebbero spesi meglio in altre attività.Inoltre,la presenza delle bombe smentisce la posizione della Nato sul controllo delle armi nucleari e offre una falsa rassicurazione agli alleati dell'Est europeo.
Il governo italiano e quello statunitense non conferivano la presenza di armi nucleari nella base,e sulla targa non figura la parola "nucleare" ,ma solo un vago riferimento alla "missione Nato".Diversi segnali,però, indicano che queste armi ci sono.Uno dei piu ecclatanti è la presenza del 704 squadrone per il supporto alle munizioni (Munss),un'unità delle forze aeree statunitensi composta da circa 134 effettivi che devono proteggere le venti bombe nucleari B61 di Ghedi.Se non ci fossero le armi, non ci sarebbe neanche l'unità Munss.L'aeronautica militare  statunitense ha solo quattro unità Munss,tutte dislocate nelle quattro basi europee dove si trovano le bombe destinate a essere trasportate dagli aerei della nazione ospitante.


SERVE L'INDULGENZA EUROPEA-Florian Eder,Die Welt

L'Italia ha per 6 mesi la presidenza dell'Unione europea e può stabilire l'ordine del giorno.Matteo Renzi ne ha subito approfittato e ha chiesto "flessibilità per ridurre il disavanzo e avere quindi piu denaro per gli investimenti."In Europa c'è un patto di stabilità e crescita",dice Renzi; "se parlano solo di stabilità distruggiamo un pezzo di futuro".I piani del presidente del Consiglio italiano potrebbero essere un affronto per Angela Merkel,che durante la campagna elettorale per le europee ha insistito sul fatto che risparmio e stabilità devono restare le caratteristiche della politica fiscale dell'Unione.Jens Weidmann,presidente della Bundesbank,ha detto che l'Italia deve fare le riforme e Renzi gli ha risposto in modo insolvente affermando che i governatori delle banche centrali  devono occuparsi della vigilanza bancaria.Berlino ha ribattuto con moderazione e ha subito aggiunto che la Germania e l'Italia hanno gli stessi obiettivi:stabilità,crescita e occupazione.Renzi,non vuole cambiare le regole ma solo sfruttare i margini di manovra.L'entusiasmo e la condiscenza verso Renzi hanno un motivo:Merkel spera che il premier italiano riesca con il carisma a rimettere in sesto il suo paese.
L'italia,terza economia dell'area euro,non è un partner affidabile.Cresce troppo poco e ha un tasso di disoccupazione troppo elevato per poter contribuire alla crescita economica dell'Unione europea.E se a Bruxelles e a Berlino molti considerano l'Italia incapace di fare le riforme,negli ultimi anni il paese non ha fatto nulla per smentire questa reputazione.L'Europa ha già sentito molte promesse arrivare dall'Italia.E Renzi lo sa bene.Il suo slancio e il suo istinto politico lo hanno aiutato a conquistare il potere.Ora deve consolidare la sua posizione e per farlo avrà bisogno dell'indulgenza dell'Europa e del sostegno della Germania.

venerdì 18 luglio 2014

CHIESA NEWS.Arrestato parroco per Coca-party con i trans




Tutte le volte che troverò questo tipo di notizie, le pubblicherò,a differenza dell'Avvenire o Tempi.
Non posso crederci, nel sacro mondo della Chiesa queste cose non dovrebbero succedere, è da comunisti.Già condannato per truffa ai danni ,fu ovviamente perdonato perchè questa mafietta ci tiene a proteggere i propri disonesti,esattamente come la storia di Rita Milla che in questo blog troverete la storia.Quello che mi stupisce piu di tutto è la maniera in cui moltissime persone riescono a farsi rincoglionire dalla Chiesa e difenderla qualsiasi cosa faccia.Imparate a fidarvi solo di voi stessi e svegliatevi!

da LA STAMPA del 17 luglio 2014-articolo di Carlo Bologna

Era scomparso dalla sua parrocchia venerdi.Per celebrare le messe e due matrimoni nella chiesa di Carciano,frazione di Stresa a balcone sul Lago Maggiore,avevano cercato un sostituto.Poi,lunedi,la telefonata del cappellano del carcere di San Vittore ha svelato il mistero:Don Stefano Maria Cavalletti,45 anni,è stato arrestato a Milano.a un coca party.Il sacerdote è accusato di spaccio e detenzione di droga.I poliziotti sono stati chiamati in un appartamento di piazza Anghilberto dai vicini di casa.Non riuscivano a dormire per le urla,pensavano a un litigio.In realtà uno dei partecipanti al festino si era sentito male:troppa cocaina,dava in escandescenza.Gli agenti hanno trovato la polvere bianca un pò in tutta la casa,molti soldi in contanti e abiti femminili.
Particolare,quest'ultimo,che ha fatto ipotizzare anche un risvolto sessuale all'incontro.Ma nell'appartamento,al momento dell'irruzione c'erano solo uomini.
Don Stefano ha tentato di eliminare ogni traccia:ha gettato la cocaina nel gabinetto ed ha stracciato il passaporto.Tutto inutile:il pm Cristiana Roveda ha chiesto e ottenuto la convalida dell'arresto al gip Paolo Guidi che ha disposto il carcere.Il sacerdote ha ammesso le contestazioni.Ha raccontato che i suoi guai con la droga sono iniziati nel 2013,dopo la condanna per truffa ai danni di un'anziana, "invitata" a versargli 22.000 euro sul conto corrente.Dopo quei 5 mesi e 10 giorni rimediati nel processo di primo grado aveva iniziato-ha raccontato- a fare uso di cocaina come fosse una terapia antidepressiva.Il suo legale,Monica Rossi,intanto chiederà l'immediata scarcerazione al Tribunale del Riesame.
Anche in questo caso la Diocesi di Novara (già intervenuta in passato su una vicenda di pedofilia) ha scelto la trasparenza.Il vescovo Franco Giulio Brambilla,appena appresa la notizia dell'arresto,ha diffuso un comunicato per esprimere sprofondo  sconcerto e grande dolore per la custodia cautelare di don Stefano.Siamo in attesa di conoscere le motivazioni che hanno reso necessario il grave provvedimento a carico del sacerdote diocesano.Intanto lo affidiamo nella preghiera al Signore e attendiamo che si faccia chiarezza sull'accaduto".Il vescovo sta preparando un messaggio per i federali di Stress.Cercherà di dargli conforto per dimenticare in fretta una vicenda che negli ambienti stessi della Diocesi non esitano a definire di "profondo degrado".

giovedì 17 luglio 2014

Capitalismo e immigrazione, l'analisi perfetta di Diego Fusaro




Su questo argomento si sentono molti discorsi ipocriti,quello di Diego Fusaro in questo video spiega alla perfezione come stanno le cose.
La maggior parte degli eccessi del capitalismo finanziario sta venendo fuori su scala mondiale:in un contesto di deregolamentazione e liberalizzazione dei mercati, la mobilità del capitale finanziario e industriale a livello globale è in grado di aggirare e rendere inutili le politiche economiche messe in atto a livello nazionale;in un numero sempre in aumento di settori finanziari o industriali c'è una forte tendenza verso strutture dittatoriali,con la scusa della necessità di favorire la competitività di certi sistemi sovranazionali.
L'immigrazione serve perchè la dittatura neoliberista chiede  che certi lavori vengono fatti per quattro soldi.La disponibilità di nuove opportunità di profitto tendono a rafforzare la posizione dei datori di lavoro nei confronti dei lavoratori,con il ricatto che altrove esistono costi della manodopera piu bassa.
"La diversità è ricchezza, gli stranieri sono una risorsa, gli italiani certi lavori non li fanno piu ecc ecc,sono tutte cavolate".

mercoledì 16 luglio 2014

La verità sui nuovi prestiti della Bce.Fatelo circolare il piu possibile!




Questo articolo scritto dal professor Angelo Baglioni dovrebbe apparire su tutti i principali quotidiani e siti d'informazione perchè spiega l'ennesima presa in giro della BCE nei confronti delle aziende e famiglie.Il problema è che moltissimi piccoli e medi imprenditori citrulli, hanno votato Matteo Renzi perchè è quello in grado di dialogare con l'Europa senza rendersi conto che di loro la dittatura europea,la Banca Criminale Europea, non gliene frega un bel niente.
Tutte le volte che vi ripetono che grazie ai nuovi prestiti della BCE, piano piano ci sarà la ripresa, rispondetegli con questo articolo:

da www.lavoce.info

articolo di Angelo Baglioni

Resoconti e commenti sulle nuove operazioni di prestito della Bce stanno creando un mito: alle banche della zona euro arriveranno mille miliardi di euro, con il vincolo che siano prestati alle imprese. Non è vero. Anche i nuovi finanziamenti potranno essere usati per comprare titoli di Stato.

LE NUOVE OPERAZIONI DELLA BCE

I resoconti giornalistici e alcuni commenti relativi alle nuove operazioni di prestito della Bce stanno creando un mito: quello che stiano per arrivare mille miliardi di euro alle banche della zona euro, con il vincolo che siano prestati alle imprese.
 Le nuove operazioni di prestito (Targeted Longer-Term Refinancing Operations) avranno una scadenza di quattro anni; su di esse le banche pagheranno un tasso molto basso, quello che normalmente versano sulle operazioni con scadenza a una settimana, maggiorato di dieci punti base: attualmente lo 0,25 per cento.
 A fronte di questa agevolazione, si presume che vi sia qualche vincolo o almeno qualche incentivo a utilizzare i fondi per prestarli alle imprese, soffocate dal credit crunch. Questa almeno è la motivazione ufficiale alla base delle operazioni. In linea di principio, le Tltro non dovrebbero essere usate allo stesso modo delle precedenti Ltro, che furono in larga parte impiegate per comprare titoli di Stato e lucrare così la differenza tra il loro rendimento e il tasso di favore pagato alla Bce.
 Purtroppo, il diavolo si nasconde nei dettagli: se si va a leggere il documento della Bce, che spiega le technicalities delle operazioni, si scopre che potranno essere utilizzate proprio come le precedenti Ltro, cioè per comprare titoli di Stato, visto che non c’è alcun vincolo a usarle per fare prestiti alle imprese. Vediamo perché.
 Le prime due tranche di finanziamenti saranno erogate nel settembre e nel dicembre di quest’anno, per un ammontare complessivo di circa 400 miliardi (per l’intera zona euro). Ciascuna banca potrà prendere a prestito dalla Bce una somma pari al 7 per cento dello stock di prestiti in essere alla fine di aprile 2014. Ovviamente, questo è ormai un dato storico, nella sua prima parte il provvedimento non crea dunque nessun incentivo ad aumentare i prestiti alle imprese.
 Qualche incentivo in più viene dal meccanismo con il quale saranno determinate le sei tranche successive, che verranno erogate ogni trimestre, dal marzo 2015 al giugno 2016, per un ammontare complessivo stimato in circa 600 miliardi. La somma che ciascuna banca potrà prendere a prestito sarà proporzionale al flusso netto di nuovi prestiti erogati nel periodo che va dal maggio 2014 al mese (T-2) dell’operazione: ad esempio, da maggio 2014 a gennaio 2015 per l’operazione che verrà fatta nel marzo 2015, e così via. (1) L’incentivo viene dal fatto che, aumentando il flusso di nuovi prestiti nel periodo corrente, una banca aumenta la somma che potrà prendere a prestito dalla Bce nei periodo successivi. Va però sottolineato che non c’è nessun vincolo nella destinazione dei prestiti ricevuti dalla Bce: possono essere usati a discrezione della banca che li riceve.

COSA FRENA IL CREDITO

In realtà un vincolo ci sarebbe, ma è estremamente debole. Consiste nel benchmark che ogni banca dovrà rispettare, pena la restituzione anticipata (a settembre 2016) dei soldi presi a prestito. Il benchmark definisce una crescita minima dei prestiti nel biennio maggio 2014–aprile 2016. Peccato che la crescita minima sia pari a zero per alcune banche (quelle che hanno aumentato i loro prestiti nell’anno precedente il maggio 2014) e sia addirittura negativa per altre (quelle che hanno ridotto i loro prestiti nell’anno precedente il maggio 2014). (2) Il rispetto del benchmark è quindi compatibile con il fatto che una banca utilizzi i soldi presi in prestito dalla Bce per comprare, ad esempio, titoli di Stato, senza aumentare di un euro i prestiti alle imprese. Va aggiunto che se anche una banca riducesse i suoi prestiti in misura tale da dovere restituire le Tltro in anticipo, avrebbe comunque ottenuto finanziamenti a tasso agevolato per due anni (anziché quattro).
 Per questi motivi, è lecito dubitare della efficacia delle nuove operazioni Tltro. Non è la scarsità di liquidità che frena i prestiti bancari alle imprese, tanto che molte banche (anche italiane) stanno restituendo da tempo i soldi ricevuti con le precedenti Ltro. Il freno maggiore deriva piuttosto dal rischio di credito e, per alcune banche, dal vincolo patrimoniale (soprattutto dopo che saranno resi noti i risultati della Asset Quality Review e dello stress test condotti dalla Bce). Sulla dinamica del credito influisce naturalmente anche la debolezza della domanda di prestiti, dovuta alla scarsa attività di investimento delle imprese. Il pericolo che anche le Tltro si traducano in una nuova ondata di carry trades (prestiti Bce usati per compare titoli di Stato) è perciò elevato. Come già abbiamo sostenuto in un precedente articolo, maggiori speranze possono essere riposte nei futuri possibili sviluppi della politica della Bce, che rafforzino il mercato delle Asset Backed Securities e vadano nella direzione del quantitative easing già attuato da tempo da altre banche centrali, con la finalità di potenziare il canale non bancario di finanziamento alle imprese.

martedì 15 luglio 2014

Se del Signoraggio parla anche Luigi Zingales...




Come tutti i martedi pubblico i commenti che ho rilasciato in alcuni siti.Un modo veloce per sapere quello che pensa Anglotedesco.


RISPOSTA AL TWEET DI MATTEO SALVINI CHE SCRIVE:Secondo il direttore di Avvenire, quotidiano dei Vescovi, gli immigrati che accoglie l'Italia sono troppo pochi. Non ho parole! #Salvini

"Alla chiesa fanno comodo, si possono sfruttare per un pezzo di pane..."


COMMENTO SULLA PAGINA FACEBOOK DI DIEGO FUSARO CHE CRITICA GLI INTELLETTUALI:

"Gli intellettuali sono pericolosi.Quando esce un articolo sulle baby gang che purtroppo continuano ad aumentare e stiamo raggiungendo il livello degli Stati Uniti, sotto trovi sempre l'articolo dell'intellettuale che li giustifica,che da la colpa al mondo difficile.Si certo, quel mondo che gli intellettuali vogliono cioè con un padrone solo che comanda: IL MERCATO.Per questi ipocriti,il giovane non si deve dar da fare (a meno che studi per diventare manager o banchiere) gli devi legalizzare qualsiasi robaccia .Se ci fate caso, parlano sempre e solo della criminalità organizzata italiana,ma non si azzardano mai a toccare quella finanziaria.Fanno schifo."

COMMENTO SULLA PAGINA FACEBOOK DI DIEGO FUSARO CHE SCRIVE:"Ma che fine hanno fatto tutti quelli che, ai tempi di Berlusconi, scendevano istericamente in piazza un giorno sì e l'altro anche in difesa della Costituzione minacciata? Oggi la Costituzione è calpestata quotidianamente dalle sacre leggi del 'ce lo chiede l'Europa' e nessuno dice nulla. Non uno in piazza. Stupidità o tradimento?


"Sono tutti servi della dittatura neoliberista.Il mercato è l'unico "governo" credibile..."


RISPOSTA AL TWEET DI SALVO MANDARA' CHE SCRIVE:"Abbiamo di che essere orgogliosi. I nuovi caccia in mano al criminale esercito israeliano sono italiani!

"Israele è la piu grande base americana del mondo,l'Italia ovviamente gli lecca il culo... "

COMMENTO SULLA PAGINA FACEBOOK DI DIEGO FUSARO CHE COMMENTA IL CONFLITTO ISRAELE-PALESTINA:

"E infatti tv e giornali sono schierati con Israele..."


COMMENTO AL VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANIO:Siriana incinta respinta dalla Svizzera "Niente soccorsi, il bambino è morto" 

"Evitiamo di dare lezioni alla Svizzera,l'unica cosa che può insegnare l'Italia è l'ipocrisia.La Svizzera è un paese neutrale,non manda soldati in giro per il mondo per accontentare gli americani e dunque è libera di far entrare chi vuole.E' giusto che entrino le persone in regola e non i clandestini.Se vado in Africa con i documenti non validi, fanno bene a cacciarmi via."


COMMENTO VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANO CHE INTERVISTA GIANLUIGI PARAGONE E DICE:"La Gabbia? Un talk controcorrente.

"Vi consiglio di andarvi a vedere sul canale SALVO 5.0 ,cosa pensa veramente dell'informazione questo leghista che è in tv grazie al partito di Umberto Bossi.Ma quale controcorrente! Per due ore è un pollaio come tutti e a Salvo Mandarà piu volte ha ripetuto che a lui gli interessano solo gli ascolti e non fare una informazione diversa dalle altre trasmissioni politiche,anzi uno come Formigoni lo inviterà sempre.In piu è anche furbo:va a vedere chi in rete è molto famoso,gli concede qualche minuto così migliaia di persone guardano il suo "Processo Di Biscardi in versione politica".Adesso ha detto che è fiero di collaborare con il quotidiano di Varese perchè ama la sua città...leghista come lui.Un giornalista di serie C,come tutti quelli in televisione".

COMMENTI AL VIDEO YOUTUBE DI SALVO 5.0 DOVE PARLA MARCO SABA CHE VUOLE SCRIVERE AL PAPA:

"Chi nega il signoraggio o è un venduto allo strapotere finanziario o è un provinciale sciocchino da pollaio che gli interessa solo il gossip politico.Sembrerà strano ma del signoraggio parla anche Luigi Zingales nel suo libro.Solitamente la categoria di economisti alla quale appartiene Zingales,nega il signoraggio.Nel libro scrive:

Il signoraggio è dato dalla differenza tra il valore nominale della moneta emessa e il suo costo di produzione.Nell'eurozona il signoraggio derivante dall'emissione di banconote va alla Bce,che lo ridistribuisce tra le varie banche centrali nazionali in base alla loro quota pertecipativa.La banca d'Italia riceve il 12,5% del signoraggio sulle euro banconote.L'uso del signoraggio come importante fonte di finanziamento della spesa pubblica è tipico dei governi instabili"

lunedì 14 luglio 2014

Anche LIBERO attacca chi critica gli Usa. Bravi!!!




Comincio subito col rispondere alle ultime righe.Al signor Veneziani consiglio di andarsi a leggere il sito Project Censored con le notizie piu censurate negli Usa e poi mi sa dire se c'è veramente libertà di opinione nel paese a stelle e strisce.Libero è da scuola materna quando difende Berlusconi,interessanti alcuni articoli su Economia ed Esteri, qui è veramente ridicolo.
Strano che il Fatto Quotidiano critichi gli Usa e anche il Corriere della Sera.Difficilmente sono d'accordo con Sergio Romano ,ma l'editoriale del 10 luglio è stato perfetto, ne pubblico un pezzo:

"Il terzo fattore è la candida arroganza degli Usa.Il paese è uscito male dalle sue ultime guerre,ma continua a considerarsi "indispensabili" e quindi autorizzato a fare ciò che ad altri sarebbe proibito.Può promulgare leggi extraterritoriali valide per i giudici americani anche quando il reato,vero o supposto,è stato commesso fuori dal territorio degli Stati Uniti.Può pretendere che tutte le linee aeree del mondo forniscano ai servizi americani informazioni sui loro passeggeri.Può pretendere che i contingenti militari americani,quando sono all'estero,godano di una totale impunità.Può considerare Edward Snowden un traditore per avere detto al mondo ciò che il mondo aveva il diritto di sapere".

da LIBERO dell'11 luglio 2014-articolo di Gianluca Veneziani

Se oggi il presidente americano andasse in Germania,non potrebbe piu pronunciare la frase "Ich bin ein Berliner" ("io sono berlinese),come fece J.F Kennedy 51 anni fa.Nello Stato tedesco e negli altri Paesi Ue si è infatti creato un clima di antiamericanismo diffuso,un pericoloso rigurgito d'ostilità all'egemonia yankee,specie dopo i recenti fatti di cronaca:la scoperta di spie tedesche,assoldate dagli Usa,per capire i segreti della potenza teutonica e la conseguente cacciata,da parte della Merkel,del capo della Cia e Berlino.Il sentimento di rivalsa contro gli Stati Uniti ha attecchito nel nostro Paese,perfino in giornali insospettabili.Sulla prima pagina del CORRIERE DELLA SERA di ieri,ad esempio, Sergio Romano firma un editoriale,in cui parla di "candida arroganza" da parte degli Usa.Si tratterebbe della tendenza degli americani "a considerarsi indispensabili" e quindi autorizzati a "fare ciò che ad altri sarebbe proibito",fino ad assumere "poteri e facoltà che in altri momenti sarebbero parsi clamorosamente illiberali".Una tesi suffragata da quotidiani da sempre ostili al gigante a stelle e strisce.Il Manifesto si mostra convinto che gli Stati Uniti "usino le informazioni per avvantaggiare le proprie imprese" e il Fatto Quotidiano parla di un gigantesco "spionaggio industriale" che garantirebbe agli Usa "fra i 30 e i 60 miliardi di euro l'anno tra sottrazioni di liste di clienti ed offerte,notizie su sviluppo di materiali e tecnologie e nuovi sistemi di produzioni".
Nondimeno,bisogna dare addosso all'americano.Ecco perchè l'Unità definisce "colpevolissimo" il "ritardo con cui tutta l'amministrazione,a cominciare da Barack Obama,si è mossa,quando la crisi stava precipitando".Al quotidiano,già organo del PCI,sorge anche il dubbio se il presidente americano sia un furbo,che "si mostrava ignaro" dello spionaggio,oppure un fesso,davvero all'oscuro di tutto.Propende per la seconda ipotesi Vittorio Zucconi che, su La Repubblica,sostiene che il presidente Usa ha "da tempo perduto il controllo delle gigantesche burocrazie spionistiche che funzionano per forza d'inerzia".
La posizione di sfottò o di critica dei quotidiani italiani fa eco alle affermazioni di riviste francesi e tedesche.Liberation parla di "arroganza americana",mentre Le Monde paragona le interferenze Usa allo spionaggio della Stasi,la polizia comunista attiva nella Repubblica democratica tedesca.Vanno piu duri i quotidiani tedeschi:la Bild si mostra stanca di "insulti e attacchi da parte degli americani" e il Frankfurter Allgemeine Zeitung grida: "La Merkel non è il barboncino di Obama (semmai un pastore tedesco pieno di cimici,aggiungeremmo noi).
Da ogni parte si dà dunque dell'"arrogante", del "colpevole" o dello "stupido" all'alleato americano.Duole però vedere giornali,che oggi non esisterebbero neppure senza il ruolo degli Usa come baluardo della libertà d'espressione,usare la propria carta solo per dar fuoco alla bandiera a stelle e strisce.

domenica 13 luglio 2014

Brevi INTERNAZIONALE numero 1058



Questa domenica (e penso non sarà l'unica) pubblico pezzi di alcuni articoli interessanti che ho trovato su l'INTERNAZIONALE.In un Paese "pollaio" come l'Italia dove per la stragrande maggioranza della gente l'informazione sono la Gazzetta dello Sport, i quotidiani locali ,gossip e "radio bar",informarsi con una rivista che pubblica articoli con notizie da tutto il mondo, non fa male.

da L'INTERNAZIONALE Numero 1058

In una società piccola e coesa come quella israeliana,la prospettiva di un bambino rapito dai palestinesi è in cubo latente.E, in un contesto del genere,la arola "bambino" può riferirsi anche a un soldato di vent'anni con un fucile in spalla.Questa paura fa parte della mentalità di Israele,un paese che è stato fondato con la potenza militare affinchè nessun bambino ebreo potesse mai più essere catturato e fatto sparire.Di fronte a questa minaccia il fatto che Israele sia una superpotenza tecnologica,con uno degli eserciti piu forti del mondo,non ha piu importanza i torti o le ragioni del conflitto con i palestinesi,e l'enorme squilibrio tra uno Stato sovrano e una popolazione che subisce le continue ingiustizie e umiliazioni dell'occupazione.
Nei 18 giorni e mezzo trascorsi tra il rapimento di Naftali Fraenkel,Gilad Shaar ed Eyal Yifrah e la scoperta dei loro cadaveri a nord di Hebron,quasi tutti i genitori israeliani si sono calati nei panni di quelle tre madri e di quei tre padri.Quasi tutti i bambini e gli adolescenti israeliani hanno immaginato di trovarsi in quella macchina che sfrecciava via nella notte.In qualche parte delle loro menti c'era il pensiero che questo fosse un ennesimo capitolo nella lunga storia delle persecuzioni contro gli ebrei e che i palestinesi fossero l'ultima incarnazione dei loro aguzzini.
Gli israeliani si sono sentiti profondamente insultati dai mezzi d'informazione stranieri che hanno sminuito l'importanza del rapimento o che identificavano i ragazzi come "i tre coloni", inserendoli così in un contesto politico.Agli occhi degli israeliani,non si è trattato di un nuovo episodio in un ciclo infinito di violenze:è stata una tragedia nazionale è la sintesi di una lotta senza tempo.

ANSHEL PFEFFER,THE GUARDIAN


L'accanimento ostinato non serve a nessuno.Il primo ministro britannico a nessuno.Il primo ministro britannico David Cameron ha trasformato uno scontro politico in una faccenda personale.E' esattamente l'atteggiamento da non assumere se si vuole ottenere qualcosa nella complessa e fragile struttura di potere dell'UE.al vertice del consiglio europeo di Ypres del 26 e 27 giugno,l'ex premier lussemburghese Jean-Claude Juncker,del partito popolare europeo,è stato scelto per la presidenza della Commissione europea nonostante l'opposizione dei britannici (la sua nomina dovrà essere approvata dal parlamento europeo).Il fatto di essersi trovato a fianco l'autoritario leader ungherese Viktor Orban rende l'isolamento di Cameron ancora piu evidente.La prima conseguenza della nomina di Juncker è che nei prossimi anni il Regno Unito non sarà più stretto alleato della Germania.D'ora in poi Cameron dovrà occuparsi sopratutto di questioni interne e a Bruxelles sarà considerato un leader non solo ostinato,ma anche perdente.Gli errori strategici del premier britannico sono particolarmente gravi in quanto le sue idee sull'Unione,che dovrebbe occuparsi di riforme, concentrarsi sulla politica,diventare un organismo sovranazionale in grado di cambiare le cose, sono ragionevoli.Ora,invece Cameron dovrà cercare di spacciare per un successo britannico gli stessi luoghi comuni condivisi da tutti i capi di governo europei per esempio che l'Europa deve diventare "piu competitiva".
In passato Juncker si è dimostrato un artista del compromesso.Nei prossimi cinque anni questa qualità gli sarà utile e servirà a cambiare l'Unione piu profondamente di quanto si creda.L'integrazione si rafforzerà e l'Europa diventerà piu politica.Per questi motivi è possibile che,come prevede Cameron,i leader europei si pentano della scelta fatta.Il presidente della commissione,infatti,serve due padroni:non solo il Consiglio europeo,ma anche il parlamento,che ha sempre spinto per un candidato di primo pian,sostenendo Juncker.Il parlamento non è l'unico organo dell'Ue legittimato democraticamente,ma è l'unico eletto dai cittadini.Eha un peso politico che i suoi deputati oggi sono decisi a far valere.

FLORIAN ELDER,DIE WELT


Il 30 giugno il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha annunciato che userà un ordine esecutivo per superare l'immobilismo del congresso sulla riforma dell'immigrazione e modificare la legislazione attuale.Obama,spiega il New York Times,ha preso questa decisione in seguito alle pressioni dei governatori degli stati del sud,che chiedono nuove misure per fronteggiare il crescente flusso in aumnto di migranti (sopratutto minori) che cercano di entrare negli Usa dal Messico.

STATI UNITI


Bisognava osare.Durante il colloquio con la donna piu potente d'Europa,a margine del consiglio europeo,Matteo Renzi si è lasciato sfuggire la frase: "E' molto bello questo viola! E' il colore della Fiorentina,la mia squadra di calcio".Il giono prima,il 26 giugno,il confronto tra il giovane presidente del consiglio italiano e Angela Merkel era stato piuttosto vivace.I due leader avevano discusso della politica economica da adottare in Europa,e pare che Renzi si è  arrabbiato,dando addirittura un pugno sul tavolo.Poi ha capito di aver oltrepassato il limite e che doveva farsi perdonare.L'ha fatto a modo suo,complimentandosi con la cancelliera tedesca per il colore del suo abito.Un atteggiamento un pò disinvolto,ma spontaneo.
Matteo Renzi è così.Una parlatina al limite dello scherno, una rara disinvoltura e un senso innato per la comunicazione.Nella sala del consiglio europeo il suo "dammi un cinque" con il premier estone Taavi Roivas ,34 anni,non è sfuggito ai fotografi.Angela Merkel è affascinata da Renzi e gli vuol concedere quello che lui chiede:una maggiore flessibilità nell'applicazione delle regole di bilancio per i paesi che fanno le riforme e piu clemenza sulle spese per gli investimenti.Per Renzi è una vittoria politica europea.Un bel colpo a pochi giorni dalla presidenza italiana dell'Unione europea cominciata il 1 luglio.
La cancelliera aveva individuato il potenziale politico dell'ex sindaco di Firenze molto prima che la renzimania dilagasse in Europa.Aveva riconosciuto in lui una volontà di riformare l'Italia traumatizzata dagli anni di Silvio Berlusconi,oltre alla capacità di far uscire del letargo la terza economia della zona euro, che se dovesse affrontare non potrebbe essere salvata neanche dalla Germania.Nel luglio del 2013 la cancelliera avuva invitato Renzi a Berlino per parlare di Italia e Europa l'incontro era avvenuto alle spalle dell'allora presidente del Consiglio Enrico Letta,quando Renzi non era nè Premier nè leader del suo partito.
Nessuno sa cosa si sono detti.Sei mesi dopo,però, Renzi veniva eletto segretario del Pd sconfiggendo la vecchia guardia,e prendeva il posto di Letta a palazzo Chigi.Un rovesciamento politico drastico che ha ricordato ad Angela Merkel quando da giovane lei aveva  scalzato Helmut Kohl dalla guida dei cristiano-democratici della CDU.


ALEXANDRE BOUILHET E RICHARD HEUZE'-LE FIGARO

venerdì 11 luglio 2014

CLAUDIO BORGHI:"Renzi fa quello che gli chiede la Bundesbank"




Ma Borghi cosa dici? Adesso ci saranno a disposizione 200 miliardi di euro che le banche gireranno alle aziende e famiglie! Il bello che in questo paese-pollaio,molta gente ci crede e già cominciano ad esaltare il governo Renzi.In realtà quei soldi servono solo per la salvare le banche che sono tutte in crisi.
Parlando dell'euro, non può reggere perchè non è equilibrato nel suo interno.I paesi con l'inflazione piu alta (si fa per dire) vedono aumentare le importazioni e ridursi le esportazioni con l'inevitabile creazione di deficit e depressione dei loro sistemi produttivi se ci fossero cambi flessibili,le economie meno competitive recuperebbero attraverso le svalutazioni,senza cambi flessibili invece sono condannate alla povertà.
A causa dell'euro forte la Germania perde quote di mercato in tutto il mondo,ma poi recupera aumentando le esportazioni verso i paesi dell'euro.
L'Italia e l'Europa ha affidato tutto al dio mercato,al mercato delle valute,che è dominato dal dollaro.Gli Usa  hanno interesse a tenere basso il dollaro e alto l'euro ,per esportare a basso costo e rendere piu appetibili i prodotti delle loro industria.

Da LA PADANIA del 10 luglio 2014-Intervista a Claudio Borghi Aquilini di Alessandro Bonini

Non solo il governo italiano non ha ottenuto nulla a Bruxelles,ma la situazione è addirittura peggiorata".Così Claudio Borghi Aquilini,professore dell'Università Cattolica e recente animatore del BASTA EURO TOUR:"Tutto è impostato a depredare le ricchezze degli italiani a favore dei creditori esteri,anche con una patrimoniale",spiega l'economista impegnato in preparazione del Congresso della Lega Nord.

PROFESSOR BORGHI,APPRENDIAMO CHE IL MINISTRO DELLE FINANZE PADOAN AVREBBE STRAPPATO ALL'ECOFIN L'OK AGLI OBIETTIVI ITALIANI SU CRESCITA E RIFORME.LEGGENDO FRA LE RIGHE PERO' SCOPRIAMO CHE IL MINISTRO A BRUXELLES HA RICEVUTO METAFORICI SCHIAFFONI,A PARTIRE DALLA REITERATA RICHIESTA DI UNA MANOVRA AGGIUNTIVA NEL 2014.

Innanzitutto questo è un indice del cortocircuito dell'informazione italiana,asservita prima a Monti poi a Letta e oggi a Renzi.Da qualche tempo tutta l'informazione politica appare prostrata davanti al premier di turno.Se Berlusconi veniva criticato per essere a capo di un impero mediatico,oggi abbiamo inaugurato una specie di nuovo Istituto Luce, pronto a sfornare resoconti trionfalistici curiosamente in corrispondenza di importanti tornei calcistici.
Nel 2012 fu Mario Monti a partecipare al Consiglio europeo e le sue gesta furono paragonate ai gol di Balotelli alla Germania."Finalmente abbiamo ottenuto la crescita",si leggeva:poi quando si andavano a leggere le carte si scopriva che non c'era nulla.Questa volta la situazione è addirittura peggiorata:se prima ci avevano chiesto 10 e Padoan ha detto 5,ciò che dovremo fare è 15...

ANCHE L'ENTUSIAMO DEL PREMIER RENZI,CHE VORREBBE ESCLUDERE DAL PATTO DI STABILITA' GLI INVESTIMENTI IN DIGITALE,SI E' SCONTRATO CON L'INFLESSIBILITA' DEL COMMISSARIO AD INTERIM AGLI AFFARI ECONOMICI SLIM KALLAS,SECONDO CUI "NON ESISTONO SPESE BUONE E CATTIVE" E TUTTE QUANTE DEVONO ESSERE CALCOLATE NEI DEFICIT.

"I fatti sono chiari,quello che cambia sono le parole che ci raccontano.Renzi sta facendo quello che la Bundesbank gli ha detto di fare,e cioè una patrimoniale,oltretutto spacciata per redistribuzione.Dapprima è uscito lo studio secondo cui gli italiani sarebbero piu ricchi dei tedeschi,per il solo fatto di possedere in molti casi l'abitazione in cui vivono.Quindi la banca centrale tedesca ha suggerito  al governo italiano la strada della patrimoniale.Tutto è impostato a depredare le ricchezze degli italiani a favore dei creditori esteri.L'obiettivo sono le nostre ricchezze e direi in particolare quello del Nord.

QUESTI TEMI SARANNO AFFRONTATI NEL PROSSIMO CONGRESSO DELLA LEGA NORD?

Si,ma non serve andare a Bruxelles a picchiare i pugni sul tavolo,se il loto tavolo non c'è.Al congresso ci concentreremo sul cosa fare per risollevare l'economia italiana in attesa che cada  l'euro.La moneta unica è una prigione angusta,ma ciò non significa che dobbiamo perdere l'uso delle gambe.Anzi,dobbiamo tenerci pronti per quando saremo liberi.Per questo abbiamo pensato all'aliquota fiscale unica, ma anche alla riqualificazione della spesa pubblica nella direzione della reindustrializzazione.Dobbiamo essere pronti a produrre.E i risultati potremmo  ottenerli così,sia in termini di debito sia deficit.A questo mi riferisco quando parlo di "marcia avanti",perchè è ora di ingranare la prima,mentre adesso stiamo andando in retromarcia.

DALLA FRANCIA SI REGISTRA UNA PRESA DI POSIZIONE PUBBLICA A FAVORE DELLA SVALUTAZIONE DELL'EURO,QUELLA DELL'INFLUENTE AD DI AIRBUS FABRICE BREGLER CHE AUSPICAVA UN LIVELLO DI 1,20-1,25.SMUOVERA' QUALCOSA OPPURE E' UN ALTRO APPELLO DESTINATO A CADERE NEL VUOTO?

Viviamo una situazione in cui molti pensano di esportare in tutto il mondo e poi si aspettano un cambio piu basso.In Europa a causa delle politiche di austerità si esporta  piu di quanto si importa.Ma se anche l'appello fosse ascoltato dal punto di vista dell'Italia l'esito sarebbe neutrale.A causa dell'euro forte esportiamo piu a caro prezzo ma paghiamo una bolletta energetica piu bassa.Il nostro problema sono i tassi di cambi intraeuro.

INTANTO LA GERMANIA SFORERA' ANCHE QUEST'ANNO IL TETTO DEL SURPLUS DELLE PARTITE CORRENTI,SENZA PER QUESTO RICEVERE,ALMENO PER IL MOMENTO,UNA RAMPOGNA DA PARTE DI BRUXELLES.

Le regole valgono per tutti,tranne per il proprietario del pallone...La Germania è fuori anche sul  debito,da anni ha sforato il 60% del Pil,ma nessuno dice nulla.

ANCORA IN FRANCIA IL GOVERNO HA RISPOLVERATO L'ANNOSA POLEMICA SUL RUOLO DEL DOLLARO COME MONETA DI RIFERIMENTO MONDIALE.QUAL'E' LA SUA OPINIONE?

Dipende dalla forza di chi garantisce quel pezzo di carta.L'America è dollarocentrica perchè importa molto,e poi stampa moneta;fa il proprio interesse".

giovedì 10 luglio 2014

Il viaggio negli Usa dei minori senza diritti




Noi ci lamentiamo in Italia e in Europa ma ormai è cosi in ogni angolo del mondo.C'è una vera e propria invasione dei paesi poveri verso quelli piu ricchi; grazie alla dittatura neoliberista che vuole distruggere totalmente il ceto medio-basso e chi oggi è operaio, si deve vergognare e lottare con quelli che sono disposti a lavorare per pochi euro all'ora ,in nero,  senza nessuna assicurazione.
Un vero e proprio disordine mondiale, esattamente come il titolo di un libro scritto da Joseph Ratzinger ad inizio anni 2000 che poi è stato tolto dalla circolazione.
L'articolo sotto parla dell'immigrazione dal centro-sud America a quella del nord,la parte ricca (per una fetta di popolazione).Nulla di nuovo, negli Usa ci sono abituati, in altre zone del mondo,no.Chi ti dice che l'immigrazione è una risorsa, cioè  scontrarsi tutti i giorni per un pezzo di pane o un alloggio popolare ,mente sapendo di mentire.Sono solo dei servi della dittatura neoliberista.


Molly Hennessy ,Fiske e Cindy Carcamo. LOS ANGELES TIMES

I migranti ammassati sui polverosi pavimenti di cemento nei centri di accoglienza allestiti dalla polizia di frontiera all'interno di vecchi magazzini.Spalla contro spalla,avvolti in luride coperte della Crooce rossa in zone delimitate da reti metalliche.L'aria è irrespirabile.Gruppi di ragazzini guardano fuori dalla finestra dell'edificio.Alcune ragazze tengono in braccio i figli.Gli agenti di polizia di confine osservano tutto dalla sala di monitoraggio.Una bambina,appoggiata contro il muro,si gratta le ascelle.
Siamo nel centro di accoglienza di Brownsville,nel sud del Texas.Una struttura di circa 450 metri quadrati che è stata costruita per ospitare 250  persone,ma che oggi ne accoglie il doppio.Le autorità parlano di un flusso senza precedenti di bambini e intere famiglie,la maggior parte arrivati dall'America Centrale nella speranza di ricevere lo status di rifugiati dal governo statunitense.A Nogales,in Arizona,piu di ottocento ragazzi sono trattenuti in un vecchio magazzino trasformato in un centro di accoglienza per giovani migranti.Dopo che alcuni rapporti hanno denunciato il sovraffollamento delle strutture e le condizioni igieniche inadeguate,il 18 giugno gli uffici della polizia di confine hanno aperto le porte delle strutture di Bromwnsville e Nogales.I giornalisti sono stati accompagnati per un rapido giro degli edifici e hanno potuto osservare di sfuggita i bambini e alcune medri arrivati alla fine di un lungo viaggio cominciato in America Centrale,sopratutto in Guatemala,Honduras e Salvador.
in Arizona quasi tutti i migranti sono radunati dietro reti metalliche con filo spinato.
Tra i migranti di Brownsville ci sono alcuni giovani madri dall'aria esausta.Diversi bambini sembravano frastornati e hanno lo sguardo fisso nel vuoto.Altri sorridono e salutano i giornalisti.Molti dormono.
A Nogales i bambini si aggrappano alla rete metallica e fissano in silenzio i visitatori.Alcuni hanno gli occhi arrossati dal pianto.
Gli attivisti per i diritti dei migranti sostengono che le ultime immagini dei centri sovraffollati e dei pavimenti polverosi rafforzano il timore che la polizia di confine non sia preparata per flussi di questo tipo e non si stia prendendo cura adeguatamente delle persone fermate lungo il confine.
"Le istituzioni non hanno garantito l'accesso alle strutture.La mancanza di trasparenza ha coperto gli abusi.La situazione attuale favorisce il maltrattattamento dei bambini",afferma James Lyall,un avvocato che lavora per l'American civil liberties in Arizona.Due settimane fa l'associazione ha presentato una denuncia al dipartimento per la sicurezza interna,in cui definitiva le strutture "inadeguate e disumane".Da ottobre del 2013 circa 47.000 bambini e adolescenti sono stati fermati mentre attraversavano da soli il confine con il Messico.Secondo i funzionari federali,c'è stato un aumento del 90% rispetto all'anno precedente.Il numero di minori non accompagnati potrebbe arrivare a 90.000 entro la fine dell'anno.
Durante le visite i giornalisti non possono parlare con i bambini e con gli adulti detenuti nelle strutture,e non possono incontrare i funzionari della polizia di frontiera nè della Federal emergency management agency (Ferma) ,l'agenzia federale che si occupa della gestione delle emergenze.Le autorità hanno chiesto che in ogni struttura sia ammesso un unico operatore a fare riprese e fotografie.A Bromswille due dipendenti della Fema scortano alcune ragazze dalla loro area a una panchina di cemento.Una bambina che indossa una maglietta blu si passa la mano tra i capelli sorridendo al dipendente della Fema.E' chiaro che ha dormito per terra."Hola" ,dice uno dei funzionari alle ragazze.Poi si ferma e si rivolge ai colleghi."Come si dice doccia? Le ragazze lo osservano con aria confusa.Intorno al centro c'è la Rio Grande valley,epicentro del flusso dei migranti.
I ragazzi e le famiglie sono spediti a Bromnville da due stazioni della polizia di confine dopo un controllo medico effettuato dagli ufficiali della guardia costiera.Per legge dovrebbero essere affidati al Dipartimento della salute e dei servizi umani entro 72 ore,ma la polizia di confine ha ammesso che spesso non riesce a rispettare i termini.
Dalle strutture di Brownsville e Nogales i giovani migranti sono trasferiti nei centri di lunga permanenza in Texas,California e Oklahoma.Alla fine sono affidati ai genitori,ai parenti o ad altre persone che risiedono legalmente negli Stati Uniti,in attesa del verdetto sul loro caso.Secondo le autorità,il centro Nogales,grande circa undicimila metri quadrati,può ospitare 1.500 ragazzi divisi in nove aree in base al sesso e all'età.Durante la visita dei giornalisti un gruppo di sessanta ragazzi tra i 13 e i 15 anni passa il tempo cercando di dormire, giocando a frisbee o guardando la tv.Nell'aria c'è un pesante odore di sudore.All'esterno una ventina di ragazze giocano ad acchiapparello,raquetball e hula hoop.Una bambina con indosso una maglietta dei Miami Dolphins salta la corda.
Art Del Cueto,presidente del sindacato locale della polizia di confine,spiega che spesso i bambini del centro di Nogales sono spinti a emigrare illegalmente da familiari o da trafficanti convinti che una volta passato il confine con gli Stati Uniti le autorità di frontiera gli permetteranno di restare nel paese per via delle loro età.Del Cueto racconta di un bambino che si è presentato spontaneamente alle autorità dicendo "vengo dal Guatemala,per favore portatemi nel vostro centro".
A Brownsville i funzionari della polizia di confine parlano di "crisi umanitaria",le stesse parole usate recentemente dal presidente Barack Obama per chiedere alle agenzie federali di gestire il flusso di migranti.Il 18 giugno John Cornyn,senatore  repubblicano Texas,e il deputato democratico Henry Cuellar,eletto nel distretto che include la Rio Grande valley,hanno inviato una lettera a Jeh Johnson,segretario alla sicurezza nazionale,chiedendo nuove misure per fronteggiare il flusso di giovani migranti.Pochi giorni prima Cuellar aveva visitato la stazione della polizia di confine di McAllen in Texas,e aveva incontrato alcuni diplomatici messicani e centroamericani per discutere la situazione.Il deputato ha dichiarato che il problema non può essere risolto lungo il confine ma va affrontato all'origine,in America Centrale,dove bisogna impedire ai giovani di intraprendere il viaggio verso il nord.Secondo uno studio della polizia di confine basato sulle interviste di 230 migranti fermati nella valle,il flusso migratorio è alimentato dal peggioramento delle condizioni di vita e dall'aumento della violenza nei paesi dell'America Centrale. Inoltre,molte persone intraprendono il viaggio attirate da false informazioni,come quella che il governo degli Stati Uniti garantisce un permesso di soggiorno alle donne con bambini.

mercoledì 9 luglio 2014

GUY ABEILLE:"In un'ora inventai il limite del 3%.Ne sono orgoglioso"



E' normale che si senta orgoglioso, il limite del 3% è diventato come una religione per le politiche economiche sia del centrodestra che del centrosinistra.
Renzi può dire ciò che vuole,ma la sua parte politica ha sempre obbedito ai trattati ,la stessa cosa vale per Forza Italia nonostante Renato Brunetta continui a scrivere articoli sul Giornale il lunedi criticando pesantemente l'Europa.
Inutile, siamo in mano a fanatici dei conti in ordine come Guy Abeille. Nel limite del 3% purtroppo sono incluse anche le spese essenziali per i cittadini come sanità,istruzione.Per non parlare poi quando ci sono terremoti e alluvioni.
Ma per il 90% di disinformati, Bruxelles non è una dittatura,anzi, ci salva dai veri nazifascisti.

da LA REPUBBLICA dell'8 luglio 2014-Intervista a Guy Abeille di Anais Ginori

Si sente in colpa? Per nulla.Anzi,orgoglioso.L'uomo a cui dobbiamo Finanziare lacrime e sangue,innumerevoli salassi e i nostri mali europei,è seduto in una brasserie del quinto arrondissement.Si chiama Guy Abeille,meglio conosciuto come "Monsieur 3% perchè rivendica di aver ideato la discussa regola del 3% di deficit sul Pil,croce di tanti governanti dell'Ue.Nessuno conosce il suo nome,tutti conoscono e temono invece la sua invenzione."Fu una scelta casuale, senza nessun ragionamento scientifico" sconfessa adesso l'economista matematico di 62 anni.Anche se la Francia è tra i paesi meno rispettosi del limite imposto nel Patto di stabilità (quest'anno il deficit è al 3,6%), la norma-faro è nata a Parigi oltre trent'anni fa.Abeille,oggi in pensione,allora lavorava al ministero delle Finanze.

COME SI ARRIVA A QUESTO NUMERO SIMBOLICO?

Quando Francois Mitterand venne eletto,nel 1981,scoprimmo che il deficit lasciato da Valery Giscard d'Estaing per l'anno in corso non era di 29 ma di 50 miliardi di franchi.Sembrava anche difficile fermare l'appetito dei nuovi ministri socialisti.Avevamo davanti uno spauracchio:superare 100 miliardi di deficit.Mitterand chiese all'ufficio in cui lavoravo di trovare una regola per bloccare questa deriva.


PERCHE' PROPRIO il 3%?

Avevamo pensato in termini assoluti di stabilire come soglia massima 100 miliardi di franchi.a era un limite inattendibile data l'alta fluttuazione dei cambi e le possibili svalutazioni.Quindi decidemmo di dare il valore relativo rispetto al Prodotto interno lordo che all'epoca era di 3.300 miliardi.Da qui il fatidico 3%.Qualche mese dopo.Mitterand parlò ufficialmente della regola per il controllo dei conti pubblici.La Finanziaria si chiuse con uno squilibrio di 95 miliardi.Ma Laurent Fabius,allora premier, anziche dare la cifra parlò un deficit pari al 2,6% del Pil.Faceva molta meno impressione.Così è cominciato tutto.

ALL'INIZIO ERA SOPRATUTTO UNO SLOGAN?

L'obiettivo principale era trovare una regola semplice,chiara, immediata per contenere le spese dei ministeri.Ma dovevamo anche farci capire dall'opinione pubblica francese e dai mercati internazionali,non tanto per i tassi di interesse quanto per i rischi delle speculazioni sulla moneta nazionale.Oggi che esiste l'euro pochi lo ricordano ma all'epoca era quella la minaccia che faceva tremare gli Stati.

COME SI E' ARRIVATI A FARNE UNA REGOLA PER GLI ALTRI PAESI?

La regola aveva funzionato bene negli anni Ottanta: i governi francesi non hanno sforato il 3% tranne nel 1986.E' stato Jean Claude Trichet,allora direttore generale del ministero del Tesoro,a proporre questa norma durante i negoziati per il Trattato di Maastricht.Per paradosso,la Germania ha adottato la norma del 3% di deficit sul Pil fino a farne uno dei punti centrali del Patto di Stabilità.Trovo divertente che questa regola nata quasi per caso e oggi imposta dai tedeschi sia nata proprio in Francia.


DAVVERO NON C'ERANO GRANDI TEORIE ECONOMICHE DIETRO IL 3%?

Dovevamo fare in fretta ,il 3% è venuto fuori in un'ora una sera del 1981.Qualche anno dopo ho lasciato il ministero delle Finanze per lavorare nel settore privato.Immaginavo che ci sarebbero stati degli studi piu approfonditi,in particolare quando il parametro è stato esteso all'Europa.E invece il 3% rimane ancora oggi intoccabile,come una Trinità.Mi fa pensare a Edmund Hillary che quando gli chiesero perchè aveva scalato l'Everest rispose: "Because it's there".Da quella sera del 1981 in cui il 3% è uscito fuori un pò per caso,è diventato parte del paesaggio delle nostre vite.Nessuno piu che si domanda perchè.Come una montagna da scaldare,semplicemente perchè è lì.

martedì 8 luglio 2014

Ricordiamoci che gli Usa non ripagano il proprio debito dal 1837




Come tutti i martedi pubblico i commenti che ho lasciato nei vari siti internet.Un modo veloce per capire quello che pensa Anglotedesco.

RISPOSTA AL TWEET DI MATTEO SALVINI:

"Renzi è proprio un democristiano.Finge di attaccare la Germania ma poi la prende come esempio.."

COMMENTO AL VIDEO DI SALVO 5.0 "Albo dei giornalisti? ...."

"Caro Salvo, gli Stati Uniti non ripagano il proprio debito dal 1837.Purtroppo noi con l'Euro la prima cosa che dobbiamo fare è  ridurre il debito, non possiamo spendere piu di quel tanto per le strutture pubbliche (basta chiedere ai sindaci).Il 90% di quello che dice Barnard è vero, però è impossibile lavorare con un elemento del genere.Dal primo summit che ha fatto a Rimini nel febbraio 2011, ha litigato con tutti  (tranne Cippala Taxiload)quelli che hanno collaborato con lui, economisti compresi.Poi sulle donne dice delle cose assurde,le stesse del figlio del regista di Hollywood che poi sappiamo tutti quello che ha fatto..."

COMMENTO AL VIDEO :Coffee Break - Coraggio e orgoglio (Puntata 03/07/2014)

"Signora Spinelli, ma quale New Deal? Finchè resti nell'euro non lo puoi fare."

RISPOSTA AL TWEET DI BARBARA COLLEVECCHIO che scrive:Monia Benini e Forza Nuova, oramai sono ultra fascisti via @ConteZero76: #M5S: "come eravamo", staff M5S. pic.twitter.com/jTzxSBtIrD”

"Va a parlare a gente di Forza Nuova interessata a questi argomenti.Cosa c'è di male?"

RISPOSTA AL TWEET DI PAOLO CALIERI CHE SCRIVE:"Tomas, fatti un giretto su questo libro... (I SIGNORI DEL RATING):

"Ho letto pezzi di questo libro, è molto interessante".

COMMENTO ALLA PUNTATA di IN ONDA del 4 luglio 2014 con ospite Marco Travaglio:

"Marco Travaglio ha fatto bene a ricordare che il PD è quello che ha firmato tutti i trattati criminali europei, che l'Europa non si mette in discussione e che sopratutto in campagna elettorale,Matteo Renzi ripeteva tutti i giorni che è da disonesti attaccare la Germania.Adesso scoprono che l'Europa è  una dittatura comandata dai tedeschi.Ridicoli!!!"

RISPOSTA AL TWEET DI DIEGO FUSARO CHE SCRIVE:"l'Europa ci protegge dalle guerre?
falso!la Germania ha già invaso la Grecia. violenza economica!spread in luogo dei carri armati!"

"le guerre (con gli Usa) le fa in altri continenti.Qui si usa la moneta troppo forte per uccidere la gente..."

RISPOSTA AL TWEET DI GIANLUIGI PARAGONE CHE SCRIVE: "Collaboro con @VARESEPROVINCIA perchè amo la mia città:

"Perchè è una città leghista come te"

COMMENTO AL VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANO "Roma Pigneto, il quartiere della movida nella morsa dello spaccio

"Si,Luxuria si lamenta perchè è successo a lei una cosa del genere ,in caso contrario avrebbe giustificato gli spacciatori come ama fare la sua parte politica.Per risolvere certi problemi ci vorrebbe meno ipocrisia..."

COMMENTO AL VIDEO DEL FATTO QUOTIDIANO:"Riforme, Di Maio (M5S): "Pd molto confuso. Da oggi parliamo solo con Renzi"

"Ha ragione Paolo Barnard nel suo penultimo post:
E allora gli stress-test saranno truccati, patetici teatrini di nessun valore. Così le banche salteranno per aria lentamente una a una e lentamente ci sarà LA SCUSA, DETTATA DAI SOLITI NOTI, PER MASSACRARE LE AZIENDE, I LAVORATORI, I PICCOLI RISPARMIATORI, E LE FAMIGLIE bla bla bla bla, velo diciamo da annnnnnniiiiiiiiiiiiiiiii. E sarà giusto così. Perché a quel punto, voi miserabili cazzoni, chiederete aiuto a Renzi, a Grillo e ai suoi puffi in parlamento, a Celentano, a Benigni, a Balotelli e al SuperEnalotto. Ciao."

lunedì 7 luglio 2014

All'improvviso il PD scopre che l'Europa è una dittatura comandata dai tedeschi...




Vi ricordate quelle che diceva Matteo Renzi in campagna elettorale? Come leccava il culo alla Germania in tutti i comizi? Adesso l'Italia per sei mesi avrà la presidenza europea e all'improvviso l'Europa è una dittatura comandata dai tedeschi che hanno potuto sforare il patto del 3%. Pittella spera in Juncker ma sa benissimo anche lui che è servo della dittatura europea, che se ne frega del fatto che bisogna tagliare la spesa pubblica per ridurre il debito, che presto verranno toccati i risparmi della gente, sia del ceto medio-alto che in quello medio-basso,chiunque abbia qualcosa da parte. Le alleanze sono una cosa inutile,come i presidenti.Comanda solo la TROIKA.Le tv e giornali non dicono nulla.

da IL RESTO DEL CARLINO del 5 luglio 2014.Intervista a Ganni Pittella di Emanuele Bonini

Se Juncker vuole il sostegno dei socialisti in Parlamento dovrà mettere nero su bianco il suo impegno per una flessibilità nel rispetto dei patti di stabilità e di bilancio,altrimenti il gruppo S&D farà mancare i propri voti e a quel punto si rischierebbe la bocciatura del candidato alla presidenza della Commissione.Parola del democratico Gianni Pittella,presidente del gruppo Socialisti e democratici (S&D) ,espressione parlamentare del PSE.

NELL'ULTIMO VERTICE SEMBRAVA SI FOSSE RAGGIUNTO UN ACCORDO SULLA FLESSIBILITA',ORA PARE TUTTO IN DISCUSSIONE.

"E' evidente che c'è un braccio di ferro in atto,ma credo ci siano anche tutte le condizioni perchè da questo confronto duro si esca con un compromesso che coniughi risanamento dei conti e flessibilità".

ALLORA QUAL'E' LA FONTE DI QUESTO BRACCIO DI FERRO? NEL PPE O IN GERMANIA?

"Durante l'ultimo Consiglio europeo l'accordo è stato trovato tra i leader dei ventotto paesi membri,quindi anche dalla cancelliera tedesca Angela Merkel.Ho sentito solo un intervento da autogol del mio collega del PPE in Parlamento (il capogruppo popolare Manfred Weber,ndr),che penso si possa risolvere e chiarire,e quello di qualche banchiere,che non rappresenta certo il governo di un Paese".

MARTEDI IN PARLAMENTO JUNCKER PARTECIPERA' ALLA RIUNIONE DEL VOSTRO GRUPPO...

"Sarà uno dei momenti di verità perchè Juncker passerà per le domande serrate che faranno i miei colleghi.Dovrà dirci cosa intende fare per l'ambiente,per la sostenibilità,per l'occupazione...In ogni caso le sue rassicurazioni verbali da sole non ci bastano,ma dovrà inserirle nel piano programmatico.E poi molto dipenderà dalle scelte sui commissari,perchè se per gli Affari economici si sceglie un falco,un dogmatico dell'austerità,allora non va".

SE JUNCKER NON SAPRA' DARVI RASSICURAZIONI IL GRUPPO S&D FARA' MANCARE I SUOI VOTI IN AULA?

 "E' indubbio che se Juncker non si fa carico delle nostre esigenze di flessibilità non lo voteremo". E

A QUEL PUNTO?

"Non lo sosterremo e per lui sarà difficile,perchè senza i voti dei socialisti non c'è la maggioranza".

HA CITATO IL COMMISSARIO AGLI AFFARI ECONOMICI.CHI DOVREBBE PRENDERE IL POSTO OCCUPATO DA OLI REHN?

"Serve il miglior esecutore possibile di un compromesso equilibrato,che in questi anni non sia stato nè il sacerdote dell'austerità nè il capofila degli scialaquatori".

 L'ITALIA PUO' DAVVERO PUNTARE AD AVERE FEDERICA MAGHERINI PROSSIMO ALTO RAPPRESENTANTE?

"Non solo un rappresentante del governo...Dunque evito di esprimermi.In Italia,dopo le dichiarazioni anti-flessibilità del capogruppo del PPE,una parte di Forza Italia ha evocato la possibilità di uscire dal gruppo".

 TRA I SOCIALISTI EUROPEI QUAL'E' IL RAPPORTO CON LA DELEGAZIONE TEDESCA?

Andiamo d'amore e d'accordo.C'è armonia e siamo tutti d'accordo sul fatto che Juncker deve farsi carico delle nostre esigenze.